Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agenzie immobiliari sul baratro: ecco chi sopravviverà (intervista a gerardo paterna)

quale futuro per le agenzie immobiliari?
Autore: lvilei

Dopo un aumento esponenziale di agenzie negli anni d'oro del boom immobiliare, dal 2012 è cominciata l'inversione di tendenza. Sopravvivere non è facile, soprattutto per chi non è in grado di comprendere la situazione reale del settore. Ne parliamo con gerardo paterna, autore del rapporto reti franchising immobiliare 2013, e imprenditore che opera a tutto campo nel settore immobiliare

Domanda. Qual è la situazione oggi per le agenzie immobiliari?

Risposta. La situazione è complessa, ci sono agenzie che lavoravano moltissimo e che continuano a lavorare. Chi andava così così nel 2003, oggi non vende niente, anche perché se andava male in un mercato drogato, figuriamoci in uno difficile

D. Cosa differenzia questi due destini?

R. La verità e la menzogna: negli anni del boom era facile avere un portafoglio di clienti a cui mentire. Chi invece ha lavorato bene ed era già un professionista, oggi fa fatica, ma probabilmente sopravvive

D. Qual era la menzogna?

R. Che tutti possono comprarsi una casa: per diventare proprietari bisogna avere dei risparmi e la situazione attuale è la normalità. Il credito facile non poteva durare e ce lo possiamo scordare, quindi chi pensa in un recupero miracoloso del settore, si inganna

D. Le previsioni sul 2013 parlano di 400mila abitazioni vendute. Essere bravi basta con questi dati?

R. Questo dato, in realtà, è normale e dobbiamo farcene una ragione prima o poi, perché sarà l'orizzonte entro cui operare. Piuttosto bisogna cambiare atteggiamento: non aspettare che il mercato drogato del boom torni, ma intercettare quella parte di privati, che corrisponde quasi al 50% del totale, che si muove senza intermediazione

D. Come si ripercuote la realtà attuale sul settore della mediazione?

R. Da un lato la mediazione finanziaria è stata direttamente resettata. Per quanto riguarda le agenzie immobiliari l'inversione di tendenza, rispetto alla crescita esponenziale degli anni socrsi, si dà solo nel 2012: basti pensare che ancora nel 2011 aumentava il numero dfi agenzie! il calo comincia a vedersi nel 2013 e sarà ancora più forte nei prossimi mesi: il 10% delle agenzie potrebbe chiudere

D. Come sopravvive un'agenzia immobiliare?

R. Molti agenti, pur di non ammettere il proprio fallimento, sparano le ultime cartucce a colpi dir ibassi sulle commissioni. È una follia

Sopravvive invece chi è all'altezza del mercato: professionisti competenti ed educati. La cultura personale è importante, per capire i clienti e il mercato e bisogna anche sapere parlare e scrivere. L'altra chiave di volta per il futuro è la tecnologia. Oggi dobbiamo lavorare con un numero superiore di contatti e solo con il web lo possiamo fare

D. Qual è attualmente il rapporto tra agenti e web?

R. Penoso: solo il 10% usa bene le potenzialità del web. Social media e contatti con i colleghi, anche attraverso nuove formule associative, questa è la chiave

D. Quali fattori potrebbero migliorare la situazione?

R. Purtroppo il male principale della categoria è la categoria stessa. Sono un agente e so di cosa parlo. Ma è anche vero che la pressione fiscale che ci grava è insostenibile: l'iva al 22% certo non aiuta e gli sgravi per i clienti sono ridicoli

Lo stato ci ha caricati di adempimenti, chiedendo in cambio sempre più tasse. Tuttavia le associazioni di categoria, anziché unirsi e lottare per una migliore fiscalità, si perdono dietro a questioni fuori dalla realtà

Articolo visto su
(idealista.it/news)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Per un negozio piccolo a Milano con prezzo di vendita di 60.000 euro mi hanno chiesto 5.000 di provvigioni e altrettanti al venditore: ha senso tutto questo?

0 0
Vote up!
Vote down!

Ha senso se la proporzione dell'affare è stata fatta da entrambe, mi spiego meglio, se di questi pikkoli negozi a Milano su prezzi di circa 60mila euro ce ne fossero a quantità industriale, probabilmente 5mila euro di commissione sarebbero sikuramente un'esagerazione, ma se fosse il contrario, cioè poki negozi, soprattutto di pikkola taglia, in zona strategia e magari a prezzo più ke interessante direi ke nn ci sarebbe nulla da eccepire, a meno ke, kome spesso akkade, si voglia più guardare nelle taske degli altri ke hai ns interessi... meditate!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Buon pomeriggio, in questo caso il 3% sarebbe stato equo,

0 0
Vote up!
Vote down!

Indubbiamente le provvigioni erano eccessive. C'è però da tener conto tutto il lavoro che è dietro ( pubblicità, studio marketing, book fotografici ed eventuali code in comune).
Naturalemente tutte queste cose vengono fatte dalle agenzie serie.

0 0
Vote up!
Vote down!

La provvigione non dovrebbe superare il 3% + IVA !!!. Quindi non dovresti pagare piu di 1.800 + iva, che poi con un pò di sconto diciamo 1.800 finito!!!.saluti da un'agente immobiliare!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Non esiste un limite alla provvigione se non un giudice arbitro che stabilisce gli usi e consuetudini della camera di commercio e/o della zona.

0 0
Vote up!
Vote down!

È propro quello ke fan tener lontano i clienti ...........

0 0
Vote up!
Vote down!

Scommetto che sei un agente immobiliare che gode nel fomentare. Altrimenti devo pensare che sei qualcuno che voglia accendere la discussione appositamente...un giornalista? un...idealista? di media le agenzie chiedono la stessa percentuale (al max il 3%) da oltre 30 anni e ben pochi si sono lamentati. Ci sarà un motivo. Legittimo che ci sia chi non è contento, lo prendo come stimolo quando sono critiche costruttive, quando sono affermazioni volutamente provocatorie, così piene di cattiveria da essere maleducate, vanno semplicemente ignorate. I nostri clienti, quelli veri, sanno la verità. i mediatori esistono da millenni, la loro funzione sociale è palese. Buona vita!

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi Scusi tanto e lei magari ha pagato quei soldi???? noi a Brescia le sogniamo quelle provvigioni noi chiediamo 1/3 e sappia anche che oltre alle tasse dobbiamo pagare fior fior di soldoni per fare la pubblicità sui vari giornali e web. Con il suo negozio guadagnerei 1800 da lei e 1800 dal cliente, tolga i costi mensili di pubblicità circa 2500 al mese più tutto il resto compreso le tasse.
Cari signori i nostri politici guadagnano 15000 euro al mese e non hanno spese.
Le dico un altra cosa, visto che è allergico alle agenzie perché non se ne occupa lei privatamente??? con tutti i rischi del caso??? lo sa quanta gente ci chiama, fissa l'appuntamento, viene a vedere e poi ritorna dal proprietario pensando di fregarci.
Distinti saluti

0 0
Vote up!
Vote down!

Penso sia giusto, tu non chiedi soldi per la tua prestazione o i tuoi prodotti?
Allora è giusto, quando vai al supermercato scegli in base al prezzo.. Non hai comprato un pezzo di pane, potevi farne a meno.

0 0
Vote up!
Vote down!

8.3%, magari iva esclusa, da moltiplicare per due?
Alla faccia, e poi dicono che i disgraziati sono quelli che vorrebbero vederli sul marciapiede a chiedere l'elemosina

0 0
Vote up!
Vote down!

Baratro..baratro..come godo!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Mah.....

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche vicino casa mia ne hanno chiuse due. Che peccato, mi portavano sempre il giornalino a casa e mi facevano tanta compagnia.

0 0
Vote up!
Vote down!

Condivido molto di quanto indicato dal Sig. Paterna.
Aggiungo che sarebbe opportuna, arrivati al 2014, una legge di regolamentazione della professione più moderna e specifica.
Gli agenti immobiliari, attualmente, non hanno alcun obbligo di integrare la propria formazione con la frequentazione di corsi di aggiornamento.
Un agente immobiliare che abbia conseguito l'abilitazione negli anni '90 e non abbia dedicato alla propria crescita professionale un minimo delle proprie risorse, oggi potrebbe risultare del tutto avulso dalla realtà.
La riforma del condominio ha introdotto la formazione di aggiornamento obbligatoria per gli amministratori, non vedo come questo obbligo non possa risultare altrettanto utile per gli agenti immobiliari.
Serve anche una norma che sia in grado di fornire alle agenzie degli strumenti utili e di trasparenza. Ancora oggi, e a differenza di molti altri paesi d'europa, non esiste un criterio imposto per la determinazione delle metrature. Stabilire in fase di pubblicizzazione di un immobile parametri univoci di determinazione delle superfici commerciali risulterebbe oltremodo importante e forse più utile per il cliente di quanto non risulti la specifica dell'Ace/ape, divenuta obbligatoria per volere dell'europa e non certo per noi.
La legge del 2001 introduceva la possibilità di creare un registro dei praticanti, per poter permettere ai neo-assunti di operare all'interno delle agenzie con un criterio simile a quello valido per i geometri, gli avvocati, gli architetti.
Ad oltre 10 anni dal varo del provvedimento non sono stati ancora emanati i decreti attuativi necessari per renderelo efficace.
Di fatto abbiamo assistito all'introduzione di norme esclusivamente indirizzate ad eliminare o decrementare l'economia sommersa, con l'introduzione dell'archivio unico dell'antiriciclaggio o quello dell'obbligo di dichiarazione in atto pubblico del compenso versato all'agente, provvedimenti certamente doverosi ma che avrebbero dovuto essere affiancati da una più impegnativa riforma della professione.
Vero è che le associazioni di categoria non hanno saputo rappresentare le esigenze degli agenti immobiliari. Basti qui citare le posizioni opposte di anama-fimaa da una parte e fiaip dall'altra tenute nei confronti della questione "ENAsarco" e l'acquiescenza di fronte all'introduzione della riforma "bersani" che, di fatto, ha esclusivamente estromesso gli agenti immobiliari dalle camere di commercio e dalle commissioni d'esame, depotenziando la lotta all'abusivismo.

http://www.checasaimmobiliare.it/ - Esperto garantito da idealista
1 1
Vote up!
Vote down!

Grazie Gianluca, hai colto lo spirito dei contenuti espressi. Condivido in toto quanto da te scritto (specialmente sull'obbligatorietà della formazione/aggiornamento) e mi fa piacere che vi sia consapevolezza sulla situazione che la categoria vive e sulle criticità in essere. È quanto mai opportuno rendersi parte attiva e favorire anche in modo provocatorio e critico dialoghi che favoriscano il cambiamento. Buon proseguimento!

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono d'accordo su quanto avete indicato - vorrei segnalare e precisare che Fiaip ha un servizio di formazione permanente e tutti gli iscritti - che lo vogliono - partecipano a corsi formativi (spesso gratuiti) sui molteplici argomenti concernenti la nostra professione - sul sito fiaip sono visibili i "punteggi" ottenuti in modo che il consumatore possa - a priori - sapere quanto e su cosa è aggiornato, l'agente immobiliare a cui si rivolge.

0 0
Vote up!
Vote down!

Jolanda ciao.
Ho cercato sul sito Fiaip di cui sono associato e non trovo quella parte che citi...mi daresti un link o una info per aiutarmi a reperire la pagina web?
Grazie

0 0
Vote up!
Vote down!

Corsi di aggiornamento... punteggi pubblicati dalle associazionii!!! ma cosa state dicendo... ma da quanto tempo fate l'agente immobiliare? il nostro ed il mio lavoro si basa principalmente sulla correttezza, sulla fiducia e sulla competenza a 360 gradi, ma se per chiudere una trattativa devi essere: commercialista, avvocato, broker finanziario, geometra, visurista,... anche finanziere x l'antiriciclaggio... mi sono scordato qualcosa!!! ... forse qualcuno "miracolato" riesce a fare una proposta che non sia condizionata ad un "qualcosa" e che non abbiamo i contenuti di "competenza" sopra espressi? non ho mai incassato la provvigione al preliminare ed ho sempre seguito le parti fino al raggiungimento del buon fine per arrivare al rogito. Permettetemi... se vengono a mancare i principi di base che sono le fondamenta del rispetto verso il nostro lavoro sono congrui e coerenti gli "insulti" che si leggono sui commenti. Necessita una "marcia indietro" sul modo di operare con superficialità e solo scopo di incassare solo perchè è stata messa una firma su una scrittura. Concludo dicendo che ho ancora voglia di fare questo lavoro nonostante gli oltre 30 anni della mia attività e non mi sento "scaduto" perchè non ho fatto un "corso di aggiornamento" e non ho un "punteggio di Associazione".

0 0
Vote up!
Vote down!

Se il 90% delle agenzie dovesse sparire sarà solo un vantaggio per chi compra e per chi vende.
Non hanno alcuna professionalità e non danno alcuna garanzia, in compenso chiedono tangenti da strozzino.

Alla larga!

0 0
Vote up!
Vote down!

Non sempre è così, ci sono anche tanti agenti immobiliari seri, onesti e preparati che svolgono l'attività di consulenza a 360°

0 0
Vote up!
Vote down!

Esatto, non bisogna fare di tutta l'erba un fascio. In Italia esiste ancora il professionista che si fa il culo (scusate l'espressione) dalla mattina alla sera per guadagnare si, ma anche per rendere decoroso questo mestiere con passione.. Per esperienza si potrebbe parlar male di tutti i mestieri e di chi gli esercita, ma non ci porta da nessuna parte..di conseguenza ognuno di noi che si rivolge a qualsiasi professionisti dovrebbe forse chiedere prima delle referenze ed informarsi più possibile sul soggetto, questa si chiama prevenzione...saluti

0 0
Vote up!
Vote down!

Non sei costretto ( come in altri paesi ) a servirti di un agente immobiliare per vendere la tua casa, pertanto il tuo discorso lascia il tempo che trova.

0 0
Vote up!
Vote down!

Salve,
Vorrei precisare che nessuno è costretto a fare niente in quanto nessuno punta un arma alla testa.
Detto questo, come in altri paesi, ci si affida ad un agenzia immobiliare che sappia fare il proprio lavoro. Il problema è che qua in Italia ci son troppi che si spacciano per tali e la gente ne fà di un erba, un fascio.
Se l' agenzia sà fare il suo mestiere non ha neanche bisogno di andare a cercare immobili da vendere in quanto sono i venditori stessi che si affidano ad essa.
Le porgo distinti saluti.
R.torasso

0 0
Vote up!
Vote down!

Come in qualsiasi altra categoria c'è chi si può definire vero professionista e chi no.....
Le provvigioni non sono tangenti! bensì percentuali stabilite dalle camere di commercio locali.
Spero vivamente che chi scrive questo tipo di commenti non sia un professionista! e non si sia mai avvalso di un'agenzia per una compravendita!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ciao
Se parli di me nel tuo post ti posso anche dare indirizzo e cellulare per confrontarmi con te sui temi che ho citato....io sono un a.i. E mi firmo Alessandro pampaloni di Firenze

0 0
Vote up!
Vote down!

Marina ha perfettamente ragione . 5 anni fa ho comperato il mio appartamento , ho dato all'agente il 4% , adesso vendo per trasferimento e torno a pagare il 4% perché vendo e devo pagare un altro 4 dove compero nella nuova zona . Scusate ma vi sembra una cosa onesta ? diciamo che farabutti non sono solo i politici , veramente sono politicanti , e come tanti così detti agenti immobiliari , sono dei farabutti . Vero che le case diminuiscono di prezzo ma è altrettanto vero che voi aumentate le percentuali , e come lo chiamate questo ? altro che la mafia

0 0
Vote up!
Vote down!

? M è come dire ke tutti i clienti cercan di scavalcare

0 0
Vote up!
Vote down!

Complimenti,hai espresso in poche parole ciò che penso anch'io,questi signori che per anni si sono arricchiti lavorando principalmente in nero e privi di qualsiasi professionalità dimostrandosi dei veri arraffoni incompetenti,cercando di incassare la loro provvigione non appena concluso il compromesso lasciando l'acquirente solo a sbrigarsi eventuali inconvenienti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Credo che quello che dici non sia assolutamente vero , o almeno non per la maggioranza dei professionisti che operano in modo serio e sono da anni presenti nel settore, anzi in molti casi hanno permesso anche a chi non avrebbe mai potuto di arrivare ad acquistare una casa, parlo degli anni in cui era relativamente facile accedere ad un mutuo-casa.Molte persone arrivano a cercare un'abitazione senza avere assolutamente idea di quello a cui vanno incontro. Per quanto riguarda le provvigioni, è buona regola concordarle prima di arrivare a concludere una proposta di acquisto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Per salvare le piccole agenzie immobiliari esiste un metodo: la sponsorizzazione interna alle stesse , e mi spiego.
Anziché pagare alla FIAIP o altre federazioni che nulla fanno e incassa fior di milioni si deve creare un albo delle agenzie dove ognuno versa una somma tot in base alle possibilità e alle esigenze delle agenzie con gravi problemi di liquidità.
Esempio : dai dati risulta che in Italia ci sono 43000 agenzie . Se tutte versassero 5000 euro si creerebbe un fondo di 200 milioni . Chi si trova nei guai pesca questo fondo con obbligo di restituzione a tassa irisorio. Il rimanente di seposita in istituto bancario per recuperare gli interessi e aumento del capitale.
Questa idea è stata da mè già esposta con risultato zero, ipariamo dai cinesi!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Quindi se le compravendite delle agenzie sono circa 200.000 (il 50% di 400.000 del mercato è in mano al privato) e le agenzie sono 43.000+ 37.000 freelance... facciamo le divisioni???? 2,5 vendite ad agenzia nel 2013 !!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Direi che 2,5 vendite ad agente (e non agenzia) è un dato affatto 'strampalato'.. )-:
Chi dice che gli agenti si arricchiscono perché fa il calcolo 3% su chissà quali cifre e vendite..
Non ha mai fatto sto lavoro

Per quanto attiene il commento sui 5000 euro per 60.000 di vendita in % è un assurdo visto che fa lo 8%,.... ma non lo sarebbe anche pensare di pagare 90.000 euro una mediazione su 3.000.000 di valore ? eppure è il 3%....

Quindi ? il problema è che andrebbe stabilita una % minima e renderla inversamente proporzionale al valore dell'oggetto intermediato
E magari, come in ogni altra parte d'europa, a gravare solo sul venditore

In questo modo sono sicuro si riuscirebbe ad intercettare gran parte di quelle famose 50% di compravendite extra agenzia

0 0
Vote up!
Vote down!

Non credo che il problema sia il costo di un agente....ho visto pagare provvigioni assai più alte del 3% (basta pensare a quanto prendeva sotheby's a entrambe le parti e per vendite miliardarie in lire)...
Ho visto avvocati spremere miei clienti internazionali per cifre da capogiro per non fare veramente nulla.....proponendo anche a me di tacere e rendermi complice della truffa....
Ho visto traccheggiare, rubacchiare, imbrogliare.
Questo è quello che la gente teme dai professionisti disonesti in generale, siano essi notai, avvocati, commercialisti, architetti, geometri, agenti immobiliari e chi ne ha più ne metta....
Ho visto professionisti stimati e ineccepibile rimettere notule da favola senza che i clienti storcessero il naso perchè soddisfatti dei risultati e dell'assistenza avuta.
Tutto è nella qualità della prestazione.....se si è indispensabili e utili ci vogliono tutti...altrimenti basta internet...

0 0
Vote up!
Vote down!

Il problema che la maggior parte della gente non capisce il lavoro ( parlando di un agenzia seria e professionale e non di chi si spaccia per tale) che c'è dietro. Fino a quando penseranno che basta fare 2 foto e metterle sul web x essere "agenti immobiliari", è ovvio che non sarà mai riconosciuta la nostra provvigione che la paghino poco volentieri. Per intercettare il 50% basta sapersi distinguere nel proprio modo di lavorare e non mettendo provvigioni minime anche perchè se si nota la differenza sulla qualità del servizio ( che porta senza dubbio risultati) la gente è invogliata a contattarti.
Saluti

0 0
Vote up!
Vote down!

.....o freelance indifferentemente!

0 0
Vote up!
Vote down!

Finalmente una persona seria.

0 0
Vote up!
Vote down!

Se vuoi servirti dell'agenzia,sai che devi pagare il 3%,percentuale comunque concordata;
Se invece non vuoi pagare....fai da solo, qual'è il problema, la provvigione non è estorta è concordata,è un contratto! capisci cosa vuol dire?

0 0
Vote up!
Vote down!

Gli agenti immobiliari, spendono il loro tempo, trovano i clienti, consumano carta inchiostro pubblicità benzina, e tutto quanto serve per arrivare allo scopo che è la vendita,( tutto queste servito gratuitamente) mentre il venditore se ne sta tranquillo ad aspettare, senza avere nessun disturbo a fare visionare l'immobile, spese di pubblicità ecc vi lamentate della provvigione? Provate a svolgere questa professione a 360° E poi la penserete diversamente.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mazzei case sono di Modena, questi costruttori del viseo sono di....? forse saranno del Belgio???? un MAZZo di c.....te
http://www.idealista.it/news/archivio/2013/10/02/094395-sconcertante-verita-sul-mercato-immobiliare-italiano-video

0 0
Vote up!
Vote down!

Come godo...

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono solo cattiverie gratuite, noi siamo lavoratori come gli altri, anzi siamo i più bistrattati tra i professionisti e ti assicuro che tante volte lavoriamo gratis, noi non costringiamo nessuno a rivolgersi a noi, ma nel momento in cui, col nostro intervento, si conclude un affare, è giusto che veniamo pagati. Lo dice anche il codice civile.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ti accontenti di poco per godere....poverino!

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche io con tua.........

0 0
Vote up!
Vote down!

Riporto uno dei commenti che ho letto

#7 mercoledì, 16 ottobre, 2013 - 09:45 Ritratto di info anonimo dice
Se il 90% delle agenzie dovesse sparire sarà solo un vantaggio per chi compra e per chi vende.
Non hanno alcuna professionalità e non danno alcuna garanzia, in compenso chiedono tangenti da strozzino.

Alla larga

Io sono un agente immobiliare....e condivido in pieno quello che scrive Paterna e quello che scrive il cittadino sopra riportato.
Vengo da studi per il concorso notarile...come figlio di notaio a sentire la vulgata comune avrei dovuto diventarlo iure successionis invece sono stato gentilmente sbattuto fuori....questo non mi ha impedito di studiare per 5 anni fitti fitti ben 27000 pagine di testi e appunti vari.
Ciò mi da oggi una particolare capacità e forma mentis giuridica.
Faccio questa premessa perchè nella mia esperienza di agente e di cliente di agenzie (io le uso e le abbiamo usate in passato) nonchè di collaborazione con colleghi mi sono trovato a situazioni che è un eufemismo definire agghiaccianti.
Ho personalmente "salvato" numerosi amici e conoscenti dalle castronerie (dolose) di colleghi o ignoranti in materia giuridica o in mala fede (buona la seconda molto spesso in aggiunta alla prima). Ho seguito corsi di aggiornamento dove la platea in media non capiva quanto gli veniva spiegato e ricordato.
Non posso che dire che la professione (peraltro tale non è e infatti siamo imprenditori e non liberi professionisti) andrebbe totalmente rivista.
Ma non verrà mai fatto....o mai come andrebbe fatto....
Le persone dovrebbero entrare in tutte le agenzie sapendo che là le regole sono unitarie e univoche e che l'assistenza e la protezione dei loro interessi (si parla di case non di una panda!!!) sarà massima e totale...
Invece devono preoccuparsi di capire dove e quando arriverà la fregatura....vi pare possibile?
In questi giorni ho denunciato un abusivo che con me si è spacciato per avvocato pur di acquisire un bene di mia madre (che ha 90 anni!!!)...cosa le sarebbe accaduto se fosse riuscito a trattare con lei per un incarico un simile soggetto?????
Mi Fermo qui...so già che i colleghi si scateneranno da dire che loro sono diversi...bene lo accetto solo da chi non usa le proposte irrevocabili....e quindi direi dall'uno per cento di tutti gli a.i.
Saluti

1 1
Vote up!
Vote down!

Caro collega anche io sono un'agente immobiliare che ha la presunzione di operare al massimo della professionalità e purtroppo ho modo di tocare con mano la mancaza di serietà di altri "agenti" che squalificano la categoria inducendo le persone a lasciare commenti piuttosto sgradevoli come quelli che sto leggendo. Io ho sempre lavorato rispettando tutte le persone che entravano e entrano nel mio ufficio, gratificando il mio personale (che ormai non ho più) e cercando sempre di accontentare il più possibile i miei clienti, sia i venditori che gli acquirenti. Devo essere sincera, essendo la mia zona di pertinenza un luogo abbastanza piccolo, ho ancora oggi da miei vecchi clienti manifestazioni di gratitudine e con molti di loro sono rimasti in contatto anche a distanza di anni. Devo però notare ora che il codice deontologico studiato al corso per agenti immobliari, tra noi è praticamente sparito e gli agenti d'assalto non hanno rispetto per nessuno, colleghi e clienti. Io spesso mi trovo a dovere ascoltare clienti che entrano con l'unico desiderio di sfogarsi della situazione del mercato o anche di problematiche piuttosto private che potrebbero anche non interessarmi, ma li ascolto non vorrei invece ascoltare tutti coloro che ci considerano inutili e forse ladri....vorrei che per una settimana prendessero il nostro posto e poi ne potremmo riparlare. Per quanto riguarda il negozio, siamo sicuri che il costo fosse soltanto di 60.000euro.......? non so se mi sono spiegata.

0 0
Vote up!
Vote down!

A.i. Milano
La categoria è da sempre popolata da incompetenti/disonesti/arroganti/abusivi/ignoranti. Ma il vero problema sono i clienti, che non sono capaci Di fare la selezione più elementare.
È vero che l'abito non fa il monaco, ma se affidi la vendita Di casa tua ad un ragazzino vestito da gangster che si presenta alla porta senza appuntamento e Ti racconta un sacco Di idiozie imparate a memoria in un italiano stentato, forse Ti richiamo dopo meriti Disabato essere fregato.
Sono dieci anni che cerco di firnite un servizio completo e professionale, prima durante e dopo la vendita, ma mi sono rassegnato al fatto che paga Di più lavorare come i nostri peggiori colleghi.
I clienti comincino intanto a chiedere a tutti (anche al ragazzino che ti viene ad aprire la porta e a quello che ti rompe le scatole tutti i giorni) il tesserino di iscrizione all'albo e si rifiutino di trattare con chi non lo ha.

0 0
Vote up!
Vote down!

Sottoscrivo....come abbiamo il governo che ci meritiamo e il debito pubblico che ci meritiamo e lo spread che ci meritiamo...abbiamo come cittadini e clienti gli A.i. Che ci meritiamo....
Se i clienti fossero meno furbi e più educati (si educati: il rispetto degli altri, del loro lavoro, del loro tempo e dei loro sentimenti è elementare educazione!) forse gli a.i. Comincerebbero a cambiare comportamenti.....hai ragione da vendere...su questo sono concorde al 1000 per cento!

0 0
Vote up!
Vote down!

Salve collega,
È un peccato leggere, tra le righe, un sorte di rassegnazione e delusione.
Posso solo dirle che anche io mi ritrovo a confrontarmi con questa triste realtà ma dissento su una cosa. Non paga assolutamente lavorare come i nostri peggiori colleghi e le spiego( secondo me) il perchè: magari sul breve periodo pagherebbe perchè si è lavorato poco in maniera professionale e si è risparmiato del tempo che uno avrebbe dovuto dedicare all' immobile guadagnando ugualmente la provvigione ( se ha il prodotto giusto succede e solo in quel caso) ma le vendite senza impegno di alcuna sorta sarebbero le minime per la sopravivenza. Lavorando da veri professionisti le vendite aumentano in maniera esponenziale ed oggi non basta più lavorare come si faceva 10 anni fà.
Le parlo così perchè ci sono passato pure io ed oggi posso dire che dopo aver rivisto la metologia di lavoro delle mie agenzie, ho un fatturato del più 20% ed ho riaperto un agenzia chiusa nel 2007.
Spero che lei colga il messaggio.
Distinti saluti
R.torasso

0 0
Vote up!
Vote down!

Concordo in toto!

0 0
Vote up!
Vote down!