Notizie su mercato immobiliare ed economia

Canone rai in bolletta: non si pagherà sulla seconda casa. E il governo frena sui tempi

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Una buona notizia per i proprietari di case. Contrariamente a quanto trapelato in un primo momento, i contribuenti non si vedranno recapitare in bolletta tanti canoni rai quante sono le abitazioni possedute. Il sottosegretario allo sviluppo economico, antonello giacomelli, ha infatti escluso l'applicazione sulle seconde case, mentre il governo ha addiritturato frenato sui tempi: difficile che si riesca per gennaio 2015

Canone rai in bolletta

L'annuncio di voler inserire a partire dal 2015 il canone rai in bolletta rischiava di trasformarsi in una nuova imposta sulla già tartassata casa. Secondo infatti le prime indiscrezioni l'importo del canone- che dovrebbe ascendere ai 60-65 euro- non sarebbe stato più collegato al numero di apparecchi posseduti, ma da quello delle abitazioni. In poche parole, se possiedi tre case, paghi tre volte il canone

Seconde case escluse

Ma la smentita è arrivata  da il sottosegretario giacomelli, parlando a 24 mattino. "Tendenzialmente l'idea è quella di evitare che chi ha la seconda casa paghi di più. Anzi, diciamo che in linea di massima sulla seconda casa è escluso. Qui si tratta di capire- aveva aggiunto giacomelli- come introdurre qualche punto di equità. C'è chi dice che potremmo incrociare i dati del reddito, e legare il canone all'irpef, io sono un po' perplesso su questa possibilità. Legato all'irpef mi pare molto più complesso e farraginoso"

Canone 2015

Nonostante lo stesso sottosegretario aveva sottolineato l'intenzione di renderlo effettivo a partire dal 2015, è arrivata la smentita del governo. Secondo fonti di palazzo chigi, infatti, "la riflessione in atto per ridurre e semplificare il canone è strategica, ma appare improbabile che l'ipotesi di metterlo in bolletta possa maturare entro questa legge di stabilità visti i tempi tecnici troppo stretti"

 

 

 

 

Etichette
Canone Rai