Notizie su mercato immobiliare ed economia

A luglio 2019 fine delle "tariffe tutelate" per gas e luce, sarà davvero un bene?

Autore: Redazione

Verranno abolite a luglio del 2019 le tariffe elettriche e del gas dal servizio di maggior tutela. Dal primo luglio 2018 si passa quindi all’anno successivo. E’ quanto deciso nel corso della riunione governo-maggioranza sul Ddl Concorrenza.

Una decisione che non coglie completamente di sorpresa. Nei giorni scorsi, infatti, c’era chi aveva parlato dei rischi legati al fatto di far passare tutte le famiglie italiane al libero mercato, quando oggi per molte di loro il prezzo dell’energia viene fissato periodicamente dall’Autorità per l’energia, che stabilisce le condizioni tra il produttore e il cliente finale.

Il contesto di mercato e le condizioni previste dai contratti sono due fattori molto importanti per capire la convenienza o meno dell’abolizione della maggior tutela. Bisogna ricordare che la maggior tutela subisce aggiornamenti periodici, mentre nel libero mercato il prezzo dell’energia al cliente viene fissato dal fornitore.

Commentando il rinvio a luglio 2019 dell’abolizione della maggior tutela, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha affermato che l’addio al mercato tutelato dell’energia e del gas è una liberalizzazione grandissima, che impatta su tantissime famiglie e su cui non ci può essere alcun rischio: deve essere fatta con tutte le cautele e il tempo necessario. Calenda ha poi sottolineato il fatto che verrà prestata la massima attenzione a essere sicuri che ci siano tutte le garanzie perché non si registrino aumenti di prezzo per i consumatori.

Fino a quando non scatterà l’abolizione della maggior tutela, le varie aziende manterranno i propri clienti nella fascia protetta. E’ nel momento in cui ci sarà l’obbligo di passare al mercato libero che si giocherà la partita decisiva. Sarà infatti lì (o giù di lì) che dovranno proporre condizioni particolarmente interessanti per non farsi sfuggire i clienti.

Il disegno di legge sulla Concorrenza, nel quale sarà inserita la norma per l’abolizione delle tariffe trimestrali di luce e gas e il passaggio obbligatorio di famiglie e pmi al mercato libero a luglio 2019, approderà nell’Aula del Senato dopo Pasqua.