Notizie su mercato immobiliare ed economia

Lavori di ristrutturazione svolti da una ditta estera, come effettuare il pagamento?

Il pagamento per fruire del bonus ristrutturazioni
Il pagamento per usufruire del bonus ristrutturazioni / Gtres
Autore: Redazione

Se si desidera usufruire del bonus ristrutturazioni, ma la ditta alla quale effettuare il bonifico è estera, come ci si deve regolare per i pagamenti? Lo spiega il Fisco.

In particolare, Fisco Oggi, ha chiarito che, “come indicato dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 11/2014 (riferendosi in quella circostanza all’acquisto di mobili all’estero), quando il destinatario del bonifico non è residente e non ha un conto in Italia, il pagamento deve essere effettuato con bonifico (bancario o postale) internazionale, sul quale vanno indicati il codice fiscale di chi beneficia della detrazione e la causale del versamento”.

Ma non finisce qui. Secondo quanto evidenziato da Fisco Oggi, infatti, deve essere anche “riportato il codice identificativo della ditta estera eventualmente attribuito dal Paese di residenza. Questo codice sostituisce il numero di partita Iva o il codice fiscale che è necessario indicare nei bonifici a favore di soggetti residenti in Italia. La ricevuta del bonifico deve essere conservata insieme agli altri documenti richiesti per usufruire della detrazione”.

Per i pagamenti per poter usufruire del bonus ristrutturazioni in caso di ditta estera via libera dunque al bonifico, che però deve essere internazionale e nel quale deve essere indicato il codice fiscale di chi beneficia della detrazione e la causale del versamento. E’ necessario inoltre riportare il codice identificativo della ditta estera eventualmente attribuito dal Paese di residenza.

Si ricorda che il bonus ristrutturazioni è stato prorogato fino al 31 dicembre del 2020. Il beneficio per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio consiste nella detrazione del 50% delle spese sostenute, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato.