Notizie su mercato immobiliare ed economia

Recupero delle spese condominiali non pagate, spunta la compensazione

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

La sentenza n. 260 del Tribunale di Teramo è intervenuta in materia di recupero delle spese condominiali non pagate. Vediamo come è possibile procedere.

Nel caso in cui, come evidenziato da Italia Oggi che ha analizzato la sentenza, "il condominio debba corrispondere delle somme al condomino in ritardo nei pagamenti, è possibile operarne la trattenuta e imputarle alle spese da questi dovute". Questo vuol dire che "la delibera di approvazione del consuntivo può legittimamente operare la compensazione tra le spese condominiali e le somme che il condomino vantava nei confronti del condominio". Il condomino "può evitare l'estinzione del proprio credito soltanto impugnando la relativa delibera e dimostrando che non vi erano le condizioni per operare la compensazione".

Deve essere l'assemblea a deliberare la compensazione in sede di approvazione del consuntivo di gestione. Nella redazione del documento da sottoporre all'assemblea, l'amministratore deve "indicare sia il debito del condominio verso il condomino sia il credito vantato in relazione alla spese comuni", evidenziando la somma a consuntivo che eventualmente è dovuta al condomino o la somma di cui il condomino è debitore. 

La deliberazione di questo tipo di documento è frutto della volontà della maggioranza condominiale, di conseguenza vincola tutti i condomini. Nel caso in cui il condomino voglia contestare l'illegittimità della compensazione effettuata dal condominio dovrà impugnare la deliberazione nei termini di legge.