Notizie su mercato immobiliare ed economia

Detrazione canoni leasing immobiliare, i termini

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il Fisco ha chiarito se è ancora possibile usufruire della detrazione dei canoni relativi al leasing immobiliare. Ecco quanto spiegato.

A Fisco Oggi un contribuente ha rivolto la seguente domanda: "E' ancora in vigore l'agevolazione per chi acquista l'abitazione principale in leasing?". Secondo quanto chiarito, è ancora possibile usufruire dell'agevolazione. Ma attenzione: il contratto di finanziamento deve essere stipulato entro la fine del 2020

Il Fisco ha infatti sottolineato che l'articolo 1, comma 84, legge 208/2015, ha fissato come periodo di durata dell'agevolazione il quinquennio che va dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2020. E' tuttavia possibile beneficiare dell'agevolazione per tutti i periodi d'imposta interessati dalla durata del contratto di locazione finanziaria.

Nel rispondere al quesito proposto dal contribuente, è stato ricordato che "l'agevolazione consiste in una detrazione dall'Irpef dei canoni e dei relativi oneri accessori - nonché del costo di acquisto a fronte dell'esercizio del'’opzione finale - derivanti da contratti di locazione finanziaria su unità immobiliari, anche da costruire, da adibire ad abitazione principale entro un anno dalla consegna". 

Per poter beneficiare dell'agevolazione, non bisogna essere titolari di diritti di proprietà, neanche pro quota, su immobili a destinazione abitativa ed è necessario avere un reddito complessivo annuo non superiore a 55.000 euro.

Ma in cosa consiste l'agevolazione? Si tratta di una detrazione pari al 19%, che spetta alle stesse condizioni previste per la detrazione degli interessi per mutui ipotecari contratti per l'acquisto dell'abitazione principale.

Un'ultima osservazione riguarda l'importo massimo di spesa su cui calcolare la detrazione. Tale importo varia in relazione all'età del conduttore al momento della stipula del contratto (circolare n. 27/2016, risposte 4.1): "per chi non ha compiuto 35 anni, la detrazione spetta su un importo massimo di canoni e oneri accessori che annualmente non può eccedere 8.000 euro e su un importo massimo del prezzo di riscatto dell’immobile di 20.000 euro"; "per chi ha 35 anni o un'età superiore, le stesse detrazioni sono riconosciute per la metà (4.000 euro per i canoni e gli oneri accessori e 10.000 euro per il prezzo di riscatto)".