Notizie su mercato immobiliare ed economia

Voltura della fornitura elettrica, le novità dal 30 settembre 2021

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Cosa cambia dal 30 settembre 2021 per quanto riguarda la voltura della fornitura elettrica? A dirlo l'Arera con la delibera 135/2021/R/eel, approvata dopo la consultazione 586/2020/R/eel con i soggetti interessati.

Secondo quanto previsto dalla delibera dell'Arera, dal 30 settembre 2021 sarà possibile per tutti richiedere la voltura della fornitura elettrica e cambiare il fornitore con un'unica richiesta. Come sottolineato, ci sarà dunque una sola modalità di presentazione della domanda, sia nel caso venga rivolta al venditore preesistente per la sola voltura, sia nel caso venga presentata a un nuovo venditore per effettuare contemporaneamente voltura e switching. 

L'obiettivo di questa nuova disposizione è stimolare la concorrenza e semplificare le pratiche dei clienti. Poter effettuare una sola richiesta semplificherà la procedura, la quale ad oggi prevede che se chi fa la voltura non vuole il fornitore del cliente uscente, deve prima fare la stessa voltura, attendere poi che sia andata a buon fine e solo successivamente cambiare fornitore, dovendo quindi fare due pratiche distinte. 

La possibilità di richiedere la voltura della fornitura elettrica e cambiare il fornitore con un'unica richiesta entrerà transitoriamente in vigore dal prossimo 1° luglio solo per i clienti (piccole imprese) del Servizio di Tutele Graduali e in via definitiva dal 30 settembre per tutti i clienti, domestici e non.

In base a quanto sottolineato, una volta richiesta la voltura della fornitura elettrica, il cliente dovrà ricevere l'accettazione o il rifiuto entro tre giorni lavorativi: in caso di accettazione, il venditore dovrà effettuare la voltura entro cinque giorni dalla richiesta; in caso di rifiuto, il cliente resta libero di rivolgersi ad altro venditore del mercato libero, all'esercente il servizio a tutele graduali oppure all'esercente il servizio di ultima istanza