Notizie su mercato immobiliare ed economia

Obbligo di green pass sul lavoro, ecco come avverrà il controllo

Green Pass
Dal 15 ottobre scadda l'obbligo di green pass sul lavoro / dgc.gov.it
Autore: Redazione

Dal 15 ottobre scatta l’obbligo di green pass sul lavoro per i dipendenti del pubblico e del privato. Ma come funzionerà il controllo del green pass da parte dei datori di lavoro? Scopriamo cosa prevede la bozza del dpcm in merito.

L’obbligo di green pass sul lavoro diventerà effettivo a partire dal 15 ottobre. Ma come avverrà il controllo del green pass sul lavoro? Il controllo del green pass dei lavoratori, sia del settore pubblico che privato, verrà fatto tramite funzionalità messe a disposizione dal Ministero della Salute come previsto dalla bozza di dpcm sul green pass.

Il rispetto dell’obbligo di green pass sul lavoro, infatti, prevede l'uso "di un pacchetto di sviluppo per applicazioni, rilasciato dal ministero della Salute con licenza open source", che si può "integrare nei sistemi di controllo degli accessi, inclusi quelli di rilevazione delle presenze", proprio per agevolare il controllo dei green pass.

Il decreto green pass, contestualmente all'obbligo di green pass sul lavoro, aveva anche esteso il periodo per sottoporsi a test covid con tamponi a prezzi calmierati. Nelle farmacie aderenti il costo dei test antigenici è di 8 euro per i minori di età compresa tra i 12 e i 18 anni e di 15 euro per gli over 18.

Controllo del green pass sul lavoro

Nella bozza del decreto legge green pass lavoro viene spiegato anche che per ragioni organizzative (vedi turnazioni) si può richiedere la certificazione verde “con l'anticipo strettamente necessario e comunque non superiore alle 48 ore, ciò anche in relazione agli obblighi di lealtà e di collaborazione derivanti dal rapporto di lavoro”.

Per il controllo del green pass tramite app "è fatto esplicito divieto di conservare il codice a barre bidimensionale (qr code) delle certificazioni verdi Covid-19 sottoposte a verifica, nonché di estrarre, consultare, registrare o comunque trattare per finalità ulteriori rispetto a quelle per il controllo per l'accesso al lavoro”, si legge nella bozza di dpcm.

Etichette
green pass