Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decreto fiscale, le misure del testo definitivo

Autore: Redazione

Con 237 voti a favore, 156 contrari e 3 astensioni il decreto fiscale, prima parte della manovra 2018, è diventato legge. Ammontano a 1,2 miliardi di euro le risorse destinate nel 2018-2019 alla disattivazione delle clausole di salvaguardia, a tale cifra si aggiungono 185 milioni per finanziare le altre misure. Vediamo quanto previsto dal testo definitivo del decreto fiscale.

Spesometro – Non saranno applicate sanzioni se la trasmissione corretta dei documenti relativi al primo semestre 2017 sarà inviata entro il 28 febbraio 2018.

Bollette del telefono – Bollette mensili per abbonamenti telefonici, tv e internet. Con l’eccezione delle offerte promozionali, che potranno avere scadenze inferiori. Gli operatori del settore avranno 120 giorni per adeguarsi alla misura, se non lo fanno dovranno rimborsare ogni cliente pagando 50 euro.

Rottamazione delle cartelle ex EquitaliaViene estesa la definizione agevolata dei carichi fiscali affidati alla riscossione che comprende il periodo 2000-2016. Chi aveva aderito alle precedenti sanatorie, ma ha saltato il versamento delle rate (31 luglio e 2 ottobre), potrà aderire pagando entro il 7 dicembre.

Terremoti 2009-2016 – Previste proroghe delle sospensioni dei pagamenti per le persone che vivono nelle zone colpite dagli eventi sismici dello scorso anno sul fronte assicurazioni, bollette della luce e mutui. Vengono inoltre introdotte misure di raccordo che interessano gli edifici colpiti da più eventi sismici nel corso degli ultimi 20 anni (dal 2009 al 2016).

Imprese – Il fondo crescita sostenibile viene incrementato di 300 milioni nel 2018. Le risorse potranno andare anche alle grandi imprese, con oltre 500 unità, che siano in stato di insolvenza. Viene incrementato il fondo di garanzia per le pmi e viene inserita Cdp tra i soggetti abilitati ad aumentare la dotazione del fondo.

Scudo fiscale ter – Per i transfrontalieri e gli italiani che in passato sono stati residenti all’estero e sono tornati a vivere nel Belpaese lasciando però i soldi fuori dai confini nazionali, arriva lo scudo fiscale ter, che prevede il pagamento del 3% della somma da sanare. La domanda per aderire allo scudo ter potrà essere trasmessa fino al 31 luglio 2018; il versamento potrà essere effettuato in un’unica soluzione entro il 30 settembre 2018 o ripartito in tre rate mensili consecutive, con versamento della prima tranche da effettuare entro il 30 settembre 2018.

Studenti under 14 –Gli studenti under 14 potranno uscire da scuola soli, ma i genitori dovranno dare l’autorizzazione scritta.

Studenti universitari – Viene estesa la platea degli universitari fuorisede che hanno diritto allo sconto sugli affitti.

Stalking – Cancellata la norma che declassificava alcuni reati, tra cui lo stalking, consentendo di estinguere il reato pagando una multa anche nel caso di mancata accettazione da parte della persona offesa.

Cannabis medica – Autorizzata la spesa di 1,6 milioni di euro da destinare allo stabilimento farmaceutico militare di Firenze per assicurare la produzione della cannabis a uso medico viene. Il medicinale potrà essere acquistato presso le farmacie.

Vaccini – Già dal prossimo anno scolastico, procedure più semplici per gli istituti che devono accertare l’avvenuta vaccinazione obbligatoria degli studenti.

Equo compenso –Viene stabilito che tutti i lavoratori autonomi hanno diritto a percepire un compenso equo da parte di clienti come banche e assicurazioni.

Alitalia – Viene introdotta una modifica di natura tecnica, fissando a data certa la proroga di sei mesi del finanziamento già stanziato (che diventa il 30 settembre 2018).

Tabacchi – Si interviene sulla disciplina delle tariffe di vendita dei tabacchi lavorati e dei prodotti assimilati, riducendo alcuni termini temporali applicabili ad alcuni procedimenti connessi alla determinazione delle tariffe e dei prezzi di vendita al pubblico.

Onlus – Per il periodo d’imposta che scade il 31 dicembre 2017 sarà possibile applicare la deducibilità dal reddito del 10% delle liberalità donate alle Onlus e delle associazioni di promozione sociale, fino a un massimo di 70.000 euro.

Pubblicità – Esteso il credito d’imposta per investimenti pubblicitari sulla stampa quotidiana, tv e radio locali, anche agli enti non commerciali e a fronte di investimenti effettuati sulla stampa on line.

Anpc – Integrato l’elenco delle associazioni combattentistiche destinate ai contributi statali, inserendo anche l’Associazione nazionale partigiani cristiani.

Sigarette elettroniche – Stop alla vendita online delle sigarette elettroniche. I prodotti potranno essere venduti solo nelle tabaccherie e nelle rivendite autorizzate.