Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pensione di cittadinanza, a chi spetta e come richiederla

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Non solo reddito di cittadinanza e quota 100. Il decreto legge da poco approvato porta buone notizie anche per i pensionati in difficoltà economica. In primavera verrà erogata anche la pensione di cittadinanza. Vediamo i dettagli per capire i requisiti, come funziona e quando entra in vigore.

Pensione di cittadinanza, i requisiti

La pensione di cittadinanza ricalca, per quanto riguarda i requisiti, le stesse linee guida previste per il reddito di cittadinanza. Il reddito Isee non deve superare i 9360 euro e il patrimonio immobiliare (esclusa la prima casa, quella in cui si abita) deve essere massimo di 30000 euro.

A differenza del reddito, però, la pensione di cittadinanza è un sussidio che spetta solamente ai nuclei famigliari (o singole persone) composti da over 67. Il reddito famigliare, quindi, non deve essere superiore a 7560 euro (reddito familiare non superiore a 7560 euro o a 9360 euro nel caso di nuclei in affitto).

Pensione di cittadinanza, come funziona

La pensione di cittadinanza opera in due direzioni, la prima integra il reddito della famiglia fino alla soglia di 7.560 euro, mentre la seconda integrazione sarà pari all’ammontare annuo del canone di locazione (per chi è in affitto) fino ad un massimo 1.800 euro.

Ogni mese la pensione di cittadinanza potrebbe integrare il reddito del nucleo di 780 euro fino a un totale di 9.360 euro; tale integrazione, comunque, non può scendere sotto i 480 euro. Ma l’importo può aumentare a seconda delle dimensioni del nucleo famigliare. Nel dettaglio, per ogni persona maggiorenne oltre al primo componente, si applica un parametro sulla scala di equivalenza dello 0,4 fino ad un massimo di 2,1.

Tradotto, significa che una coppia di over 67 riceverà un’integrazione con pensione di cittadinanza fino a un massimo di 1.092 euro mensili (13.104 euro annui). Questi importi, nel caso di più componenti ultra sessantacinquenni, possono arrivare fino 1.638 euro mensili, pari a un’integrazione annua del reddito di 19.656 euro.

Pensione di cittadinanza, come richiederla

La pensione di cittadinanza si può richiedere compilando il modello messo a disposizione dell’Inps. Come previsto anche per il reddito di cittadinanza, la domanda si può presentare anche online tramite Caf o direttamente dal sito dell’Inps.

Una volta presentato il modello per richiedere la pensione di cittadinanza, l’Inps analizzerà la posizione del richiedente e se tutti i requisiti sono soddisfatti la pensione di cittadinanza verrà erogata su una carta elettronica a partire dal mese successivo a quello della richiesta.

La carta della pensione di cittadinanza verrà utilizzata per gli acquisti e l’importo mensile massimo che potrà essere prelevato è di 100 euro. Chi non spenderà per intero il reddito di cittadinanza, nel mese di ricezione, perderà l'importo che non è stato speso.