Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come funziona la flat tax che vuole introdurre Salvini

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tutto sulla flat tax. Matteo Salvini è pronto al braccio di ferro con il M5S per introdurre due aliquote fisse al 15 e 20%. Vediamo nel dettaglio come funziona la misura della Lega.

Salvini ha recentemente criticato le stime del Mef (comunque smentite da Tria): "Sono stati fatti numeri strampalati, 50-60 miliardi di euro. Per la prima fase bastano tra i 12 e i 15 miliardi di euro per un abbattimento fiscale a tante persone". Rilanciando anche: "La flat tax c'è nel contratto di governo. Spero non ci siano resistenze da parte di nessuno".

Nel contratto di governo, infatti, è prevista l'introduzione di due aliquote fisse al 15% e al 20% per persone fisiche, partite Iva, imprese e famiglie. È già stata introdotta la flat tax per i lavoratori autonomi che prevede un’aliquota del 15% per chi produce ricavi fino a 65mila euro. Dal 2020 passerà al 20% sulla quota eccedente fino a 100mila euro.

Ora però lo scontro tra Salvini e M5S è sull’estensione a lavoratori dipendenti e famiglie. Per la Lega l'aliquota del 15% va applicata ai redditi del nucleo familiare fino a 50mila euro, mentre per i redditi superiori ai 50mila euro scatterebbe l'aliquota al 20%.

I pentastellati, invece, vogliono inserire tre scaglioni con l'allargamento della "no tax area" da 8.174 ai 9.360 euro. Il primo scaglione riguarda i redditi fino ai 25mila euro (aliquota tra il 24 e il 25%), il secondo i redditi dai 25mila fino a 100mila con l'aliquota del 38% e il terzo per i redditi superiori ai 100mila con l'aliquota del 43%.