Notizie su mercato immobiliare ed economia

Contributi volontari 2020, le linee guida dell’Inps

Cambiano i minimali e le retribuzioni di riferimento

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Con la circolare 33/2020 l’Inps ha comunicato gli aggiornamenti che riguardano i minimali e le retribuzioni di riferimento per il versamento dei contributi volontari 2020. Vediamo come eseguire il calcolo degli importi dovuti.

Come accaduto per altre gestioni, anche le aliquote applicabili sono invariate rispetto all’anno scorso per lavoratori dipendenti, artigiani e commercianti, gestione separata, altre specifiche categorie di lavoratori. Vediamo cosa cambia caso per caso.

Lavoratori dipendenti non agricoli

Sono previste due aliquote diverse, a seconda dei casi. Si applica aliquota al 33% se autorizzati alla prosecuzione volontaria nel FPLD con decorrenza successiva al 31 dicembre 1995; si passa a un’aliquota al 27,87%, invece, nel caso in cui il lavoratore sia autorizzato con decorrenza precedente aliquota al 31 dicembre 1995. In entrambi i casi, i nuovi minimali e massimali sono i seguenti:

  • retribuzione minima settimanale: 206,23 euro;
  • prima fascia di retribuzione annuale: 47mila 379 euro. Oltre questa cifra, è prevista l’applicazione dell’aliquota aggiuntiva dell’1%;
  • massimale da applicare ai prosecutori volontari titolari di contribuzione non anteriore al primo gennaio 1996 o che, avendone il requisito, esercitino l’opzione per il sistema contributivo (articolo 2, comma 18, legge 335/1995): 103mila 055 euro.

Artigiani e commercianti

Per queste categorie di lavoratori si applicano le stesse aliquote previste per i contributi obbligatori, facendo riferimento alla media degli ultimi 36 mesi di attività lavorativa. Le aliquote previste in questi casi sono le seguenti:

  • 24% per artigiani, titolari di qualunque età e collaboratori di età superiore ai 21 anni;
  • 21,90% per artigiani collaboratori di età non superiore ai 21 anni;
  • 24,09% per commercianti titolari di qualunque età e collaboratori di età superiore ai 21 anni;
  • 21,99% per commercianti collaboratori di età non superiore ai 21 anni.

Gestione separata

L’aliquota prevista è del 25% per i professionisti e del 33% per i collaboratori e le figure assimilate. Mentre il minimale previsto per l'anno 2020 a titolo di accredito contributivo è di 15mila e 953 euro, quindi l’importo minimo dovuto dai prosecutori volontari non potrà essere inferiore a 3mila 988,32 su base annua e 332,36 su base mensile per i professionisti e a 5mila 264,52 euro su base annua e 438,71 su base mensile per tutti gli altri iscritti.