Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decreto 18 maggio 2020, spostamenti e cosa cambia (scarica il pdf)

Le disposizioni approvate dal Cdm guidato da Conte

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Già pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 18 maggio 2020 da il via libera agli spostamenti all'interno del territorio regionale, ma vieta quelli tra regioni. Vediamo cosa cambia con il nuovo decreto di maggio, o decreto riaperture, anche per quanto riguarda il capitolo seconde case.

Cosa riapre il 18 maggio?

Il 18 maggio riaprono tutte le attività commerciali. Con il nuovo decreto 18 maggio 2020 via libera quindi a ristoranti, bar, parrucchieri, estetisti. Via libera anche alle funzioni religiose, salvo restando il divieto di assembramento e il rispetto dei protocolli definiti in accordo con lo stato e le autorità sanitarie. 

Anche per quanto riguarda le attività economiche il decreto 18 maggio prevede che si potrà intervenire con provvedimenti statali in caso di una risalita dei contagi. Contagi che dovranno essere monitorati a cadenza giornaliera dalle regioni.

Linee guida per la riapertura

Spostamenti dal 18 maggio

Nonostante il pressing delle regioni del Nord, tra le quali Veneto, Toscana e Lombardia, il decreto 18 maggio 2020  non permette gli spostamenti tra le regioni a cui sarà dato il via solo a partire dal 3 giugno e che potranno essere vietati solo con provvedimenti statali legati al rischio epidemiologico per zone specifiche. Il decreto della fase 2 del 18 maggio permette gli spostamenti solo in caso di necessità legata a motivi di salute o lavorativi, salvo restando il diritto di far ritorno alla propria abitazione, residenza o domicilio.

Spostamenti permessi solo all'interno del territorio regionale, per i quali non sarà più necessaria l'autocertificazione. A partire dal 3 giugno 2020 inoltre saranno riaperti i voli verso il nostro Paese, senza necessità di una quarantena di 14 giorni. Visite permesse non solo ai congiunti, ma anche agli amici, salvo restando il divieto di assembramenti.

Si potrà andare nelle seconde case con il decreto 18 maggio?

Dal 18 maggio con il nuovo decreto approvato dall'esecutivo di Conte non ci sarà nessun limite agli spostamenti nella propria regione quindi si potrà andare anche nelle seconde case. Ma fino al 3 giugno questo sarà possibile solo nella propria regione di residenza.

Decreto 18 maggio in Gazzetta Ufficiale e in pdf

Già pubblicato in Gazzetta Ufficiale, il decreto 18 maggio 2020 è anche disponibile in pdf del testo integrale da scaricare.

PDF icon dpcm_18_maggio.pdf