Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tasi, gli inquilini "si salvano" dalla dichiarazione

Autore: Redazione

Leggi qui le ultimissime news sul pagamento di Tasi e Imu per il 2015.

Buone notizie per gli inquilini chiamati a presentare entro il 30 giugno la dichiarazione Tasi. Con la circolare 2/DF/2015, il Ministero del Tesoro ha infatti spiegato che per la nuova imposta valgono le regole dell'Imu. Si potrà quindi evitare la presentazione della dichiarazione per i contratti successivi al 1° luglio 2010 e per quelli per cui sono stati già trasmessi i dati catastali.

La regola generale presentata dal Ministero dell'Economia - uniformando il modello della dichiarazione Tasi a quello dell'Imu - permette di "salvarsi" dalla presentazione se a suo tempo si è già fatta la dichiarazione sull'imposta municipale, sempre e quando non siano incorse variazioni significative al 31 dicembre 2014. Anche per i contratti anteriori al 2010, si potrà evitare la dichiarazione se i dati catastali sono stati trasmessi al momento della cessione, risoluzione o proroga.

La circolare semplifica così la vita di tanti contribuenti, chiamati a sottostare alla miriade di modelli predisposti dai Comuni per facilitare i controlli sul versamento dei tributi. Le difficoltà operative lamentate dagli enti locali sono state rispedite al mittente, considerando che l'equivalenza tra Dichirazione Tasi e Imu è valida già per gli immobili commerciali