Notizie su mercato immobiliare ed economia
Tasse sulla casa, stop alla Tasi anche per i separati

Tasse sulla casa, stop alla Tasi anche per i separati

Autore: team

Tutte le ultime novità su scadenze e pagamento di Imu e Tasi 2015.

Dopo lo stop alla Tasi per i proprietari di abitazioni date in comodato d’uso ai figli o ai genitori, nell’esaminare la legge di Stabilità 2016 la commissione Bilancio al Senato ha deciso di estendere l’esenzione anche ai separati e ai divorziati. Ecco quanto stabilito dall’emendamento che ha ottenuto il via libera.

Niente tasse sulla prima casa per chi lascia l’abitazione all’ex coniuge

I separati e i divorziati la cui casa coniugale è stata assegnata all’ex da una sentenza di separazione o per annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio non dovranno pagare la Tasi. Stop, dunque, alle tasse sulla prima casa per i separati che lasciano l'abitazione all’ex coniuge.

Cosa succede nella legge di Stabilità sul fronte delle tasse sulla casa

Sul fronte della tasse sulla casa nelle legge di Stabilità 2016, dunque, si parla di agevolazioni per le case date in affitto a canone concordato, che usufruiranno di una riduzione Imu del 25%; esenzione dal pagamento della Tasi per i proprietari di abitazioni date in comodato d’uso ai figli o ai genitori e per i separati e divorziati che lasciano l’abitazione all’ex coniuge.

Niente tasse sulla casa anche per il personale appartenente alle forze armate, di polizia, al corpo dei vigili del fuoco o alla carriera prefettizia che possieda un unico immobile, non concesso in locazione. In pratica, non pagherà se non vi risiede perché per motivi di servizio vive e risiede in un’altra abitazione.

Articolo visto su
agenzia (agenzia)
Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail