Notizie su mercato immobiliare ed economia

Grande fratello del fisco: al via i controlli sui conti correnti e le carte di credito

Autore: Redazione

E' iniziata l'operazione anagrafe tributaria anche per il 2016. Entro il 31 marzo le banche, le poste e gli operatori finanziari dovranno comunicare al Fisco i saldi e i movimenti bancari degli italiani effettuati durante il 2015. Una maxi operazione di lotta all'evasione fiscale che ha il compito di recuperare le risorse sottratte allo Stato.

Attraverso e-mail certificata o direttamente attraverso format on line, arriveranno nei database dell'Agenzia i dati 2015 di circa un miliardo di rapporti: conti correnti e carte di credito con relativo codice fiscale e iban, conti titoli, prodotti finanziari e assicurazioni. Dove dovranno figurare oltre ai saldi anche le giacenze medie. A questa massa di informazioni dovranno essere aggiunte 100 milioni di operazioni fuori conto, richieste di assegni per contanti, bonifici, cambio valuta o cambio assegni.

Il grande fratello del fisco funziona dal 2012, da quando gli operatori sono stati obbligati a trasmettere alle banche i dati che riguardavano il saldo di fine anno.