Notizie su mercato immobiliare ed economia

Saldo e stralcio delle cartelle, online il modulo dell’Agenzia delle Entrate

Autore: Redazione

Il saldo e stralcio delle cartelle esattoriali sotto i 1000 euro entra nel vivo. Dopo l’approvazione della legge di Bilancio 2019, infatti, nelle ultime ore è arrivato anche il modulo saldo e stralcio (SA-ST) sul sito dell’Agenzia delle Entrate per la richiesta di transazione che cancella i debiti Iva, Irpef e Inps per gli individui in difficoltà (non per aziende e imprese, come sarebbe dovuto essere nelle intenzioni Salvini).

Richiesta e modulo saldo e stralcio

L'Agenzia delle entrate-Riscossione ha da poco pubblicato il modulo della domanda di richiesta di adesione al saldo e stralcio delle cartelle esattoriali. Il modello "SA-ST" ("saldo e stralcio") deve essere presentato entro il 30 aprile 2019 ed è disponibile, oltre che su sito dell'Agenzia, anche in tutti gli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Una volta inviato il modulo saldo e stralcio delle cartelle esattoriali (entro il 30 aprile ed entro il 31 ottobre) l'Agenzia delle Entrate-Riscossione comunicherà le somme dovute o la mancanza di requisiti. Il modello deve essere compilato indicando i dati personali e quelli della cartella esattoriale sotto i 1000 euro.

Vanno riportati anche gli estremi della Dichiarazione Sostituiva Unica (Dsu) ai fini Isee, segnalando l'Isee del proprio nucleo familiare. Va indicato anche se si paga in un'unica soluzione il 30 novembre, o in cinque rate con un interesse annuo del 2% dal primo dicembre 2019.

Transazione saldo e stralcio

Il saldo e stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1000 euro è rivolto alle persone fisiche il cui Isee non superi i 20mila euro e potrà essere applicata per gli importi affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 e derivanti dalla liquidazione delle dichiarazioni annuali Iva e redditi, oltre a posizioni Inps e previdenziali.

Chi accede alla richiesta di saldo e stralcio delle cartelle esattoriali fino a 1000 euro per debiti Irpef, Iva e Inps annulla sanzioni e interessi di mora, tramite il versamento di una percentuale limitata degli importi dovuti a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione. Ecco come si calcola l’importo da pagare nella transazione:

  • 16 % in caso di Isee fino a 8.500 euro;
  • 20 % con Isee da 8.500,01 a 12.500 euro;
  • 35 % con Isee da 12.500,01 a 20.000 euro.

Sono diverse le opzioni per il pagamento dell’opzione di saldo e stralcio delle cartelle esattoriali. Il versamento, infatti, può essere effettuato in una unica soluzione entro il 30 novembre 2019, oppure rateizzato:

  • per il 35% entro il 30 novembre 2019;
  • per il 20% entro il 31 marzo 2020;
  • per il 15% entro il 31 luglio 2020;
  • per il 15% entro il 31 marzo 2021;
  • per il residuo 15% entro la fine di luglio 2021.