Notizie su mercato immobiliare ed economia

Comunicazione Enea, in arrivo la scadenza per ristrutturazioni e bonus mobili

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il 19 febbraio è fissata la scadenza per presentare la comunicazione Enea per i lavori di ristrutturazione conclusi tra il 1° gennaio e il 21 novembre 2018 e per il bonus mobili.

Per trasmettere tutto il necessario sulla comunicazione all’Enea è online il portale per accedere alle detrazioni fiscali del 50% (bonus casa) relative agli interventi per aumentare il risparmio energetico o l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, realizzati a partire dall’anno 2018.

Comunicazione Enea per ristrutturazioni

L’invio della comunicazione deve essere effettuato tramite il sito ristrutturazioni2018.enea.it, entro 90 giorni dalla data di conclusione dei lavori o del collaudo. Solo per gli interventi la cui data di fine lavori (o di collaudo) è compresa tra il 1° gennaio 2018 e il 21 novembre 2018 il termine dei 90 giorni decorre da quest’ultima data.

La comunicazione Enea deve essere trasmessa da cittadini, condomini e imprese che abbiano pagato fatture per lavori classificati come risparmio energetico utilizzando il bonifico per ristrutturazione, sia nel caso in cui la fattura riguardi solo l'acquisto dei beni elencati, sia che si tratti di interventi più ampi che elencano, però, anche l'installazione degli impianti in questione:

  • coibentazione (interventi su tetti e/o pareti e/o pavimenti);
  • solare termico;
  • installazione di infissi completi di finestre;
  • caldaie a condensazione;
  • climatizzatori a condensazione;
  • pompe di calore;
  • sistemi ibridi (caldaie a condensazione e pompe di calore);
  • microcogeneratori;
  • scalda acqua a pompa di calore;
  • impianti a biomasse;
  • impianti fotovoltaici;
  • sistemi di Building Automation per il controllo a distanza degli impianti energetici.

Bonus mobili

Va compilata la scheda per la comunicazione Enea anche in caso di acquistato di elettrodomestici nell'ambito del bonus mobili. In questo caso, come indicato sul sito dell'Enea, l'obbligo riguarda i seguenti elettrodomestici:

  • forni;
  • frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavatrici;
  • lavasciuga;
  • asciugatrici.

Istruzioni per la comunicazionedei dati

Il sito Enea per la compilazione della scheda ha un'interfaccia intuitiva e semplice per la compilazione: si può indicare il codice fiscale di uno o più beneficiari, oltre alla possibilità di aggiungere o correggere le informazioni.

Una volta terminata la trasmissione, infatti, Enea invia una mail con il CPID (Codice Personale IDentificativo) che attesta l'invio e il ricevimento dei dati. Anche dopo la chiusura della pratica, il CPID consente di accedere alla sua dichiarazione ed eventualmente riaprirla, correggerla e richiuderla entro i termini previsti per la presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all'anno in corso.

Per usufruire della detrazione del 50%, come indicato anche nelle istruzioni alla compilazione del modello 730, è necessario conservare ed esibire la ricevuta dell’invio della documentazione. Quindi questo documento è necessario anche per ottenere il visto di conformità da parte del Caf, altrimenti non può essere riconosciuta la detrazione.