Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il calendario delle scadenze fiscali di marzo 2020

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

A marzo 2020 il calendario di scadenze fiscali è fitto e si parte subito, lunedì 2. Vediamo lo scadenzario con l’elenco completo degli appuntamenti col Fisco per il prossimo mese.

Lunedì 2 marzo

Previsto il termine ultimo per l’invio delle Lipe del quarto trimestre 2019, oltre alla trasmissione telematica della comunicazione delle liquidazioni Iva periodiche potrà essere sostituita dall’invio in anticipo della dichiarazione Iva 2020, mediante la compilazione del quadro VP.

Stessa data da segnare in calendario anche per l’invio della dichiarazione dei redditi e della dichiarazione Irap tardiva. La scadenza del modello Redditi, della dichiarazione Ires e Irap per il 2019 era fissata al 2 dicembre, il 2 marzo 2020 è quindi il termine ultimo per effettuare l’invio tardivo entro i 90 giorni consentiti.

Lunedì 9 marzo

La tra gli appuntamenti più importanti del mese c’è la scadenza per l’invio telematico della certificazione unica 2020 (modello CU) è sicuramente uno degli adempimenti caratterizzanti del mese di marzo.

Lunedì 16 marzo

In questa data scade il termine per il versamento del saldo Iva emerso dalla dichiarazione annuale. Va effettuato tramite il modello F24 con il codice tributo 6099 - “Versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale”. Tuttavia, è prevista anche la rateizzazione (l’importo dell’imposta a debito dovrà essere maggiorato dello 0,33% al mese per ognuna delle rate successive alla prima).

In scadenza anche gli adempimenti periodici Iva, Inps e Irpef. Per quanto riguarda Irpef e adempimenti Inps, è atteso il versamento delle ritenute alla fonte e dei contributi Inps relativi al mese di febbraio 2020.

Venerdì 20 marzo

In scadenza anche alcuni adempimenti collegati alla predisposizione del modello 730 precompilato da parte dell’Agenzia delle Entrate. Fino al 20 marzo, infatti, si può comunicare la propria opposizione all’inserimento nel modello 730 precompilato dei dati delle erogazioni liberali effettuate nel 2019.

Mercoledì 25 marzo

Gli operatori per i quali è previsto l’obbligo mensile (tutti coloro che hanno effettuato operazioni per un importo superiore a 50.000 euro a trimestre) dovranno trasmettere gli elenchi Intrasat relativi alle operazioni intracomunitarie effettuate a febbraio.

Martedì 31 marzo

Scade il termine per la trasmissione del modello EAS, l’obbligo per i soggetti del terzo settore e che serve per comunicare le variazioni intervenute nel corso del 2019 e per fruire delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa italiana.