Notizie su mercato immobiliare ed economia

Ecobonus 110, le novità del decreto agosto

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tra le modifiche apportate al decreto agosto, in attesa di approvazione con voto di fiducia, ce ne sono alcune che riguardano importanti novità per l’ecobonus 110%. Vediamo di cosa si tratta.

L’obiettivo della commissione Bilancio, infatti, è quello di rendere più accessibili le agevolazioni per i lavori di efficientamento energetico e antisismico degli edifici coperti da ecobonus 110%. Analizziamo nel dettaglio quali sono gli emendamenti al decreto agosto che andranno a modificare le modalità di fruizione del superbonus.

Innanzitutto, in un emendamento al decreto agosto si introduce una nuova e più ampia definizione di “accesso autonomo” agli edifici. La modifica è stata fortemente voluta proprio per far rientrare nella categoria di immobili unifamiliari anche quelli funzionalmente indipendenti in possesso di un accesso autonomo da aree comuni esterne.

Un altro emendamento al decreto agosto determina che le difformità, sia urbanistiche che catastali, su singole unità abitative non debbano inficiare la possibilità di fruire della detrazione con ecobonus 110% per le spese dei lavori apportati sulle parti comuni di edifici plurifamiliari.

Il terzo emendamento al decreto agosto in materia di ecobonus 110%, invece, abbassa il quorum necessario di condomini favorevoli ai lavori di efficientamento energetico. Per deliberare sullo sconto in fattura o la cessione del credito, infatti, basterà la maggioranza di un terzo dei millesimi, invece dei due terzi originariamente previsti.

Inoltre, un’altra modifica prevede una maggiorazione del superbonus che, dal 110 passa al 165%, per i comuni del Centro colpiti dai terremoti del 2009 e del 2016, come misura alternativa al contributo per la ricostruzione. Per gli stessi comuni, nel testo sono stati disposti inoltre 20 milioni per la messa in sicurezza sismica delle scuole.