Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus affitti, esteso il credito d'imposta al 60% per le locazioni commerciali

Il bonus è stato esteso anche al settore degli affitti brevi

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Nel decreto Ristori novità per il bonus affitti. Il credito d'imposta del 60% per le locazioni commerciali viene esteso per ulteriori tre mensilità: ottobre, novembre e dicembre.

L'articolo 8 del decreto ristoro estende il credito d'imposta al 60% per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda  - introdotto dal decreto rilancio - ai mesi di ottobre, novembre e dicembre. Ma con alcune limitazioni. Il bonus affitti infatti potrà essere usufruito solo dai proprietari di quegli immobili dove si svolgono le attività sospese a causa delle misure approvate dal Dpcm 24 ottobre 2020.

Ma c'è anche una buona notizia: si potrà usufruire del credito d'imposta al 60%  per le locazioni commerciali indipendentemente dal volume di ricavi e compensi registrato nel periodo d'imposta precedente.

Introdotto dall'articolo 28 del decreto Rilancio, il bonus affitti, ovvero il credito d'imposta per le locazioni a uso non abitativo era stato esteso a giugno dal decreto Agosto e, per le sole strutture turistico-ricettive, prorogato fino al 31 dicembre 2020 e nella misura del 50%

Il credito d'imposta spetta nella misura del 60% per i canoni (che siano stati effettivamente corrisposti) di locazione, leasing, concessioni di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento delle attività.

Intanto l'Associazione Italiana Gestori Affitti Brevi (Aigab), che riunisce le più grandi aziende italiane che operano nel settore del turismo professionale in appartamento tra cui Italianway, CleanBnB, Altido, Wonderful Italy e Sweetguest, grazie al dialogo con le Commissioni competenti del Senato al lavoro sui decreti Ristori, ha chiesto e ottenuto l'estensione della platea dei Codici Ateco ammessi ai ristori stessi con particolare riferimento ai Codici 55.20.51; 81.10; 79.90.19; 79.1. Il credito di imposta del 60% si applica quindi ora anche agli operatori degli affitti brevi.