Notizie su mercato immobiliare ed economia

Detrazione per il bonus mobili, alcune indicazioni sui limiti di spesa e sui termini

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Arrivano alcune precisazioni da parte del Fisco sulla detrazione per il bonus mobili. In particolare, viene spiegato quali sono i limiti di spesa da indicare e i termini da rispettare.

A Fisco Oggi, la rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate, una contribuente ha domandato: "Ho aperto la pratica Cila per ristrutturare l’appartamento di proprietà all’inizio del 2020. In seguito, ho acquistato l’arredamento pagando con bonifico parlante un acconto di 5.000 euro e, successivamente, il saldo di 8.500 euro. La somma delle fatture supera il tetto massimo previsto per la detrazione. Come le devo inserire nella dichiarazione dei redditi?".

Nel fornire la sua risposta, il Fisco ha innazitutto sottolineato che "nel quesito non è chiaro quando sono stati acquistati i beni destinati all'arredo dell'appartamento ristrutturato, né risulta specificata la tipologia degli stessi beni acquistati e la data di inizio dei lavori di ristrutturazione". Ma, nell'ipotesi in cui siano stati acquistati "beni per i quali si abbia diritto alla detrazione e che entrambi i pagamenti siano avvenuti nel 2020, quando il limite massimo di spesa detraibile era pari a 10.000 euro", il contribuente deve indicare nella dichiarazione dei redditi - Rigo E57, colonna 2 "Spesa arredo immobile" del modello 730, o rigo RP57 del modello Redditi Pf - l'importo massimo ammissibile di 10.000 euro.

Il Fisco ha poi chiarito che per poter richiedere la detrazione la data di inizio lavori di ristrutturazione "deve essere precedente a quella in cui si acquistano mobili e grandi elettrodomestici", mentre non è necessario "che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l'arredo dell'immobile".

Si ricorda che il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Tale detrazione può essere indicata nel 730. Nello specifico, il bonus mobili deve essere indicato nel Quadro E, "Oneri e spese", Sezione III C, Rigo E57, della dichiarazione dei redditi 2021.
 

Etichette
Bonus mobili