Notizie su mercato immobiliare ed economia

I prezzi delle case scenderanno fino al 2017 (intervista a ezio bruna)

intervista a ezio bruna, fondatore de cesfim
Autore: lvilei

In questi mesi di incertezze economiche, con la crisi europea che rischia di farsi sempre più cupa, in molti si chiedono cosa fare con i propri risparmi e se il mercato immobiliare può rappresentare un porto sicuro in cui mettere i propri risparmi. Ne abbiamo parlato con ezio bruna, docente di economia e finanze al politecnico di Torino, fondatore di cesfim (centro studi finanza immobiliare) e past president della commissione real estate dell’associazione italiana private banking (aipb)

Domanda. Di fronte alla crisi economica chi ha dei risparmi in banca si sente insicuro: è una buona idea investire nell'immobiliare?

Risposta. Prendiamo il caso limite, sottolineando però che si tratta di un'ipotesi possibile ma non certa: la rottura dell'euro e il ritorno alla lira. Le conseguenze sarebbero disastrose e la moneta si svaluterebbe, trascinando con sè la svalutazione delle abitazioni. Quindi è una pessima idea investire in Italia per proteggersi da questa eventualità. Inoltre le conseguenze sull'occupazione, sul welfare, sulle pensioni sarebbero tali che ci si troverebbe in mano un pugno di mattoni e le case non si mangiano. Meglio avere dei risparmi svalutati che un immobile svalutato. Pensiamo all'argentina del crollo: la classe media fu costretta a svendere dalla sera alla mattina per avere una liquidità minima e tirare a campare

D. I piccoli risparmiatori, soprattutto i pensionati con una buona liquidazione, cosa dovrebbero fare?

R. Sicuramente non cedere all'idea che il mattone italiano li preserverà da un eventuale crollo. Basta vedere cosa hanno fatto i greci in questi due anni: hanno comprato immobili a londra o in germania, gli unici due paesi che uscirebbero meno peggio dallo scenario peggiore. L'immobile come bene rifugio vale solo in alcuni paesi

D. L'imu avrà un'influenza diretta sul mercato come in molti sostengono?

R. Assolutamente sì, ma la vera batosta arriverà dalla riforma del catasto. L'unione di tutti i fattori, oltre all'aumetno dei costi di manutenzione per l'invecchiamento degli immobili, renderà la proprietà immobiliare troppo costosa

D. Un anno e mezzo fa, mentre molti operatori annunciavano la ripresa del mercato, lei dichiarava che fino al 2014 i prezzi delle case sarebbero scesi. Conferma quella previsione o la rivede?

R. La rivedo in peggio. Nel 2010, quando molti operatori vedevano segnali di ripresa, la situazione macroeconomica non era grave come adesso. Con le nuove proiezioni è ragionevole aspettarsi una discesa dei prezzi accentuata fino al 2017

D. Quanto influiscono i mutui nella sua analisi?

R. Il calo della domanda di mutui è così accentuata da non trovare riscontro negli ultimi 20 anni. Inoltre i giovani hanno di fronte uno scenario di cui sono sempre più consapevoli: il mercato del lavoro li spingerà a cercare opportunità ovunque e il mutuo diventerà un fardello

D. Quali altri fattori incideranno negativamente sul mercato immobiliare?

R. Due su tutti: la curva demografica e la riforma delle pensioni. In Italia l'82% della popolazione vive già in una casa di proprietà e le nuove famiglie, alle prese con un mercato del lavoro difficile e l'erogazione di mutui bloccata, non potranno comprare casa. Sul lato delle pensioni, poi, sempre più persone tra i 60 e i 67 anni si troveranno con dei redditi più bassi, per la perdita del posto di lavoro, un nuovo regime part time o forme di esodo volontario senza stipendio. In pochi anni in molti dovranno vendere la nuda proprietà o le seconde case. È evidente che l'offerta superarà la domanda

D. Con quali conseguenze?

R. Fermo restando che una parte del mercato, ovviamente, continuerà a funzionare, in Italia avremo un fenomeno che in america si chiama "house rich, cash poor": ricchi di case, poveri di redditi. Pensiamo a quanti immobili, magari in pessime condizioni, saranno ereditati nei prossimi anni, da chi non avrà dei redditi sufficienti a mantenerli. Se tutti li mettessero in vendita l'offerta aumenterebbe ancora, quindi l'unica possibilità verranno dal mercato dell'affitto. Sempre che nel frattempo l'economia si riprenda e i giovani non se ne vadano tutti all'estero

D. Cosa succederà in definitiva al mercato immobiliare?

R. Ritengo che siamo di fronte a un cambio di paradigma epocale: la casa diventerà un bene d'uso e non un bene rifugio da lasciare ai figli. È probabile che la legge a cui ci siamo abituati negli ultimi decenni, ossia che la casa nel lungo periodo non perde mai valore, non funzionerà più

 

Articolo visto su
(idealista.it/news)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Mattonaaaaaariiiiiiii .....
Dove siete finiti voi che 2 anni fa insultavate il prof. Bruna?

0 0
Vote up!
Vote down!

Tic toc tic toc

0 0
Vote up!
Vote down!

Forza sviliti mattonarii , cosa aspettate a svendere? Mattonari che avete comprato nel 2007 vi rendete conto dei soldi che state perdendo? Mutuati tombali stanotte mentre cercate di dormire pensate che per i prossimi 30 anni pagherete un bene che quando avrete finito di pagare varrà un quarto di quello che avete sborsato.
Tutti i nodi stanno venendo al pettine finalmente con mia somma soddisfazione e piacere :-)......

0 0
Vote up!
Vote down!

Sto arrivando

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi sembri molto sadico :o( le tue soddisfazioni sai dove te le devi mettere ?

0 0
Vote up!
Vote down!

Nel posto dove ti dovrai mettere tu i tuoi mattoni strapagati!

0 0
Vote up!
Vote down!

Che brutte parole, sicuramente rappresentano quello che sei!!!
Ma l'affitto secondo non dura a vita?
E se ti trovi male che fai? svendi l'appartamento dell'altro?
Non pensare solo se tu ti troverai male, ma la tua famiglia, i figli che magari avessere bisogno di cure ecc........cosa svendi?..... posso solo immaginarlo!
Bruttissimo!! mi auguro che tu sia un solo caso isolato!
Che tristezza tanta invidia!

0 0
Vote up!
Vote down!

Che brutte parole, sicuramente rappresentano quello che sei!!!
Ma l'affitto secondo non dura a vita?
E se ti trovi male che fai? svendi l'appartamento dell'altro?
Non pensare solo se tu ti troverai male, ma la tua famiglia, i figli che magari avessere bisogno di cure ecc........cosa svendi?..... posso solo immaginarlo!
Bruttissimo!! mi auguro che tu sia un solo caso isolato!
Che tristezza tanta invidia!

0 0
Vote up!
Vote down!

Cosa svendi?..... posso solo immaginarlo!
Bruttissimo!! mi auguro che tu sia un solo caso isolato!
Che tristezza tanta invidia!
--------------------
Quella che dimostri scrivendo queste cose infatti.

Io non svendo proprio nulla avendo il cash.
Chi svende è chi ha un mutuo tombale per un bene sovravvalutato che non riesce più a sostenere.

Buttare 400k che ho investiti per un tugurio di 100mq (che nel 2007 era valutato 600k, Napoli zona vomero: -25% dal 2007), non ci penso proprio!
Quando invece di 400k saranno 200k ne riparleremo.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io sono una di quelle che hanno investito nei mattoni e grazie agli affitti mi posso permettere di non andare a lavorare, alla faccia di chi la pensa come te!!! p.s. Non ho debiti!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Si vede che eri ricca o guadagnavi talmente bene da poter comprarti le case.
Mica siamo tutti ricchi in Italia.
Ciao

0 0
Vote up!
Vote down!

Sei veramente un poveraccio si vede proprio che nella vita tua vita non sei stato capace di farti nulla, adesso in questo brutto periodo di crisi ti piace esultare con queste affermazioni, ricordati comunque che a noi si potranno svalutare gli immobili ma tu rimarrai sempre un miserabile.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi sembri molto sadico :o( le tue soddisfazioni sai dove te le devi mettere ? ognuno si diverte e gode come puo', e io godo nel sapere di potere comprare un tugurio come il tuo a metà del prezzo che tu lo hai pagato, e se ci pensi non è neanche cosi' strano. Mettiti nella mia situazione, casa 300k come l'hai pagata te pagarla 150k o meno, non godi?

0 0
Vote up!
Vote down!

Finalmente qualcuno che dice la v-e-r-i-t-à-
Basta con le palle sull'investimento immobilare bastaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Questa gigantesca palla della casa che "non perde mai valore" ha instupidito un intero popolo (italiota),è ora che si urli a tutti i venti la verità !!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

La casa sta sempre più diventando un bene rifugio solo per le blatte!

0 0
Vote up!
Vote down!

Quando mi dimostrerete,con acquisto effettuato , cioè con rogito notarile alla mano, che le case sono diminuite di prezzo forse potreste parlare.

1 1
Vote up!
Vote down!

Dimostraci invece tu, ovviamente con rogiti notarili alla mano, che i prezzi di vendita sono quelli del 2007. Io non ti devo dimostrare niente, i soldi me li tengo investiti e dai mattoni scappo via perché ho capito già da tanto tempo e al contrario di tanti fessi, che in Italia per stare bene bisogna risultare il più possibile nullatenenti

0 0
Vote up!
Vote down!

Certo, la fantasia al potere! mah..

0 0
Vote up!
Vote down!

Fammi capire: tu pretendi dagli altri gli atti notarili, gli altri invece non posso dire che in mattoni non ci investono.
Sinceramente siete un pò buffi perché continuate a raccontare una vostra realtà tirando in ballo quello che dovrebbero fare gli altri (cioè pagare oggi le case ai prezzi del 2007) quando invece gli altri o non hanno soldi oppure non investono più nel mattone.
Per quanto riguarda la persona che ha scritto il commento prima del tuo, e con la quale avevo già discusso tempo fa degli appartamenti a Roma in zona monteverde che secondo lui non calano di prezzo, vorrei far notare che il professor ezio bruna parla di mercato italiano e non di appartamenti in belle zone residenziali vicino al centro città, e bisogna anche vedere quale città, e che costituiranno solo lo 0,1% del mercato italiano. Aggiungo poi che, io che sono di Roma, ve ne posso portare a decine di esempi di appartamenti attualmente invenduti a partire da quelli che sono calati in 8 anni da 840.000 a 600.000 euro e in quattro da 680.000 euro a 590.000 e tutti rigorosamente attualmente invenduti (se aggiungi oltre al calo di prezzo anche le spese vive e gli interessi non percepiti di un capitale immobilizzato ti accorgerai che il calo è ben più sostanzioso della sola riduzione del prezzo in assoluto).
E questi non sono certo prezzi da casette di borgata. Ricorda poi una cosa: ogni proprietario può chiedere anche la luna. Se non trova chi è disposto a pagare, l'immobile rimane invenduto e non influenza minimamente l'andamento dei prezzi ma questo concetto mi sembra che continui a sfuggire ancora oggi, che sempre più persone fanno fatica a campare, figuriamoci pagare una casa ai prezzi del 2007 quando il costo del denaro era praticamente nullo e le banche andavano a cercare gli acquirenti per dare loro un mutuo al 100%. Ma per favore, siamo seri!

0 0
Vote up!
Vote down!

Qui state tutti a credere alle favole! un crollo ci sarà, questo è ovvio, ma non sarà mai del 50%... mi associo a colui che chiede che gli dimostriate questo fatto tramite i rogiti notarili effettuati

0 0
Vote up!
Vote down!

Posso venì a vive a casa tua? :-d

0 0
Vote up!
Vote down!

E tenerti i soldi in banca "il posto più controllato del mondo", significa risultare "nullatenente" ??? va che tu sei tutto scemo ma da clinica psichiatrica neeeeee !!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Geniale: tienili in borsa... :-).

Ragazzi la verità è che tutto sta venendo giu e la paura più brutta è che magari domani si va in banca a ritirare i nostri soldi e non ci sono più...

Direi che sarebbe meglio ricompattarci come italiani rispetto a sfotterci vicendevolmente... siamo tutti nella pupu purtroppo.

Vi saluto tutti cordialmente
Massimo

0 0
Vote up!
Vote down!

Chiaro, breve e conciso...il caro anonimo che da a tutti noi dei "mattonari" probabilmente dovrebbe rileggere quello che scrive, visto che in tutti i suoi commenti scrive una tonnellata di "quando"...quando scenderanno, quando arriveremo al 50%, quando io comprerò a prezzo stracciato...ecco appunto "anonimo"...quando ??? si ma...quando ??? Pirla !!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi spaice contraddirVi,
Io vi posso dimostrare carte alla mano, il contrario appartamento acquistato nel 2004 a 120 mila euro oggi rivenduto a 205 mila euro, cosa mi dite?.
E' ovvio che bisogna sapere dove acuqistare e quando.
Non sono d'accordo su acquisti all'estero se non in alcuni rarissimi casi) dove invece molte proprieta' acquistate nello stesso periodo, oggi vengono vendute al di sotto del loro valore d'acquisto.
Ripeto non c'e' una regola ma vi e' sicuramente un buon acquisto o una vendita se cio' avviene nel momento giusto e nel luogo giusto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Questo tizio non ne ha mai azzeccata una...
Basti vedere i dati dell'agenzia del territorio relativi ai valori al mq delle case nelle grandi città,con quasi tutti i quartieri centrali, di pregio e semicentrali che continuano a crescere di valore.
La realtà, a mio modesto avviso, è purtroppo ben peggiore di quella prospettata da questo scienziato ...della finanza immobiliare...
La realtà è che chi ha scommesso in quartieri nuovi, ultraperiferici e mal serviti, confidando nelle promesse dei costruttori e del comune in merito alle imminenti opere di urbanizzazione ed ai trasporti, accendendo mutui trentennali o quarantennali, si ritoverà con un immopbile che varrà sempre meno.
Chi, più sobriamente, si è accontentato di abitare in case più piccole, comprate o ereditate, posizionate in zone centrali e servite di tutto punto, vedrà incrementare sempre più il valore delle stesse.
D'altra parte, con la benzina che viaggia a 2 euro al litro, i trasporti ferroviari che sono rimasti al livello di 50 anni fa con l'aggravante di essere utilizzati da molte molte più persone stipate come in un carro bestiame, mi chiedo chi è oggi così imprudente da allontanarsi dalla città (nel caso di Roma, per città intendo quella interna o a ridosso dell'anello ferroviario... si badi bene, non del raccordo).
In poche parole, secondo me, solo una parte del mercato immobiliare soffrirà ancora per molti anni....

0 0
Vote up!
Vote down!

Sei peggio di quello che sembravi con il primo messaggio!!!!
La spazzatura dell'umanità!
Indecente!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma non solo, i sindaci saranno costretti ad aumentare l'imu solo sulle seconde case se non vogliono che i loro cittadini li inseguano con il forcone.

0 0
Vote up!
Vote down!

Se una casa costa 100 costruirla non la comprerete mai a 50 o almeno finche la banca non la metterà all'asta in caso il costruttore non paghi, se io privato ho una casa con 100 di mutuo non la vendo a 50 visto che poi la banca avanzerebbe 50 che non ho piuttosto non pago il mutuo e aspetto che me la porti via la banca amen.
Se un costruttore non riescie a vendere piuttosto affitta perderà l'iva se passano i 5 anni dalla fine della costruzione mal che vada, fra i vari mali si sceglie quello minore.
Ribassi ce ne sono stati certo, in alcuni casi anche 10-15%, case sopravvalutate anche 20-30% ma sono casi, la gente piuttosto si terrà la casa che ha e non cambierà casa, ho amici che vivono in 3-4 persone in 40mq di casa, non la vendono perchè non possono comprarne una più grande, stanno li e basta.
Poi ci sono zone e zone, parlo per la mia zona, con i prezzi buoni si vende ancora, dove abito io zona periferica ma con la tangenziale sei a Padova in 10 minuti le case si vendono, stessi prezzi del 2007 ma case con caratteristiche migliori (pannelli solari, riscaldamento a pavimento, fotovoltaico, isolamenti superiori ecc., terrazzi e garage più grandi ecc.) logico che il margine di guadagno si è molto ridotto e spesso si va in pari con i costi o in alcuni casi ci si rimette anche qualcosa.
I prezzi giusti in molte zone ci sono e sono appetibili, il problema spesso è la banca che non da mutuo.
Ripeto, chi può abbassare abbasserà per vendere, chi non può per via dei costi semplicemente aspetterà, o vende le case o che se le tenga la banca e si arrangi lei.
Faccio un piccolo esempio per spiegarmi meglio, se il pane produrlo solo costi puri costa che ne so 2 euro al chilo non è che lo faccio per venderlo a 1 euro al chilo, piuttosto non lo faccio e quello che ho che vada pure a male se nessuno lo compra amen, se per venderlo devo aggiungere soldi lo lascio la.

0 0
Vote up!
Vote down!

Egregio Alessandro, forse non sai che quello che viene in vendita a 100 a chi lo costruisce viene a costare 25....mi spiego meglio un impresario edile x costruire 10 appartamenti spende un milione, quando ne ha venduti 2,5 ha già ricavato quanto ha speso, tutti gli altri sono di guadagno, detto questo detto tutto, se ha necessità svenderà ma se non ha necessità aspetterà fino a quando non venderà al prezzo di mercato (x non sputanare il mercato stesso ) e lo dico a tutti quelli che "godono" del crollo dei prezzi che da una parte si sono alzati troppo, ma se l'Italia finora si è salvata e proprio xkè noi o almeno l'85% degli italiani sono proprietari, che vadano pure a buttare i loro quatrini dalla finestra in affitti e vedranno frà 10 / 20 anni cosa se ne fanno dei loro risparmi ( sempre chè pagando l'affitto riescano a risparmiare ) con la svalutazione al 2 /3,5% anno.....mentre quegli che hanno acquistato casa magari non avranno guadagnato parecchio ma perlomeno non ci hanno rimesso quanto ki ha pagato l'affitto......il mattone è sempre stato e sempre sarà il primo investimento, ma bisogna saper acquistare, chi sa comprar bene ha già guadagnato....ricordateveloooooooooo

0 0
Vote up!
Vote down!

Ancora sto qua che dice che il prezzo si calcola ++solo++ in base al costo di costruzione... se questi sono i nostri imprenditori italiani, buonanotte ai sognatori...

Il prezzo lo fa il mercato. Se la domanda e' zero, tu ti adatti. Oppure affitti l'immobile, oppure lo abbandoni

0 0
Vote up!
Vote down!

... e certo.
Fino a quando costruire case costava 900 euro al metro quadrato e a Roma in periferia le hanno rivendute fuori al raccordo anulare a 4.500 euro al mq, dentro al raccordo, quartiere portuense, le terrazze dei colli erano in vendita inizialmente a 10.000 euro al mq, allora andava bene.
Adesso che non vendono più niente allora devono quantomeno rientrarci delle spese di realizzazione.
Signore caro, come ribadito dal gentile anonimo delle 22:38, la casa è un bene soggetto alle leggi della domanda dell'offerta, se la gente non è disposta neanche a prendere in considerazione ciò che avete in vendita a qualsiasi prezzo, allora il valore di ciò che volete vendere è semplicemente zero!

0 0
Vote up!
Vote down!

Visto la situazione economica attuale e quella politica collegata, al 2017 ci arriviamo no con le stampelle, ma con la "sedia a rotelle".
Le previsioni forse ad oggi, salvo miracolosi cambiamenti, si devono vedere ulteriormente al ribasso. A meno che il costo delle case non ritorni al valore preuro vedremo i volumi di vendita dei primi anni 2000.
Che i valori immobiliari e le vendite siano così non è un bene, salvo per qualche avvoltoio, perchè significa alto tasso di dissocupazione, stipendi sempre più bassi, continuà decrescità dell'Italia insomma che la nostra nazione affonda.
Concedere mutui al 100% non risolverebbe la situazione ma favorirebbe solo un'altra bolla con lo spostamento in avanti dei problemi.
I politici devono ridurre i costi della politica e della spesa pubblica, senza mettere mani nelle tasche dei cittadini(vedasi nuova imu, accise, irpef, irap e altro), pagare un poco di debito pubblico e gradualmente ridurre la pressione fiscale ai cittadini, soprattutto al lavoro e imprese tornando a produrre.
Il vero problema di tutto è la casta politica che non vuole rinunciare alla sua ingordigia distruggendo una nazione ...

0 0
Vote up!
Vote down!

Se una casa costa 100 costruirla non la comprerete mai a 50 o almeno finche la banca non la metterà all'asta in caso il costruttore non paghi, se io privato ho una casa con 100 di mutuo non la vendo a 50 visto che poi la banca avanzerebbe 50 che non ho piuttosto non pago il mutuo e aspetto che me la porti via la banca amen.
Se un costruttore non riescie a vendere piuttosto affitta perderà l'iva se passano i 5 anni dalla fine della costruzione mal che vada, fra i vari mali si sceglie quello minore.
Ribassi ce ne sono stati certo, in alcuni casi anche 10-15%, case sopravvalutate anche 20-30% ma sono casi, la gente piuttosto si terrà la casa che ha e non cambierà casa, ho amici che vivono in 3-4 persone in 40mq di casa, non la vendono perchè non possono comprarne una più grande, stanno li e basta.
Poi ci sono zone e zone, parlo per la mia zona, con i prezzi buoni si vende ancora, dove abito io zona periferica ma con la tangenziale sei a Padova in 10 minuti le case si vendono, stessi prezzi del 2007 ma case con caratteristiche migliori (pannelli solari, riscaldamento a pavimento, fotovoltaico, isolamenti superiori ecc., terrazzi e garage più grandi ecc.) logico che il margine di guadagno si è molto ridotto e spesso si va in pari con i costi o in alcuni casi ci si rimette anche qualcosa.
I prezzi giusti in molte zone ci sono e sono appetibili, il problema spesso è la banca che non da mutuo.
Ripeto, chi può abbassare abbasserà per vendere, chi non può per via dei costi semplicemente aspetterà, o vende le case o che se le tenga la banca e si arrangi lei.
Faccio un piccolo esempio per spiegarmi meglio, se il pane produrlo solo costi puri costa che ne so 2 euro al chilo non è che lo faccio per venderlo a 1 euro al chilo, piuttosto non lo faccio e quello che ho che vada pure a male se nessuno lo compra amen, se per venderlo devo aggiungere soldi lo lascio la.

0 0
Vote up!
Vote down!

Alessandro
Non ho detto che in tutta Italia non si vende, ma in alcune zone i prezzi del 2007 sono il 150% dei prezzi ante euro
Per comprare una casa decorosa in alcune zone di Roma chiedono anche 800.000 euro e molte di queste case non si vendono (prima dell'entrata dell'euro costavano 600 milioni di lire).

0 0
Vote up!
Vote down!

Gentili signori commentatori improvvisati, e soprattutto chi gode nel poter pagare oggi ( o almeno spera di poter pagare) case che alcuni anni fa valevano il doppio (ma dove????) vi spiego brevemente perchè chi gode è un fesso.....
Non servono grandi economisti ne studi di chissà quale facoltà per capire che se il mercato della case va a rotoli, rotoliamo tutti....
Sapete che indotto gira attorno all'immobiliare?
Pensate non solamente ai professionisti immobiliari quali agenti, venditori, notai, architetti, geometri, ingegegneri (e tutti i loro dipendenti, segretarie, praticanti, addetti alle pilizie dei loro uffici, ecc..), ma anche all'indotto ossia elettricisti, imbianchini, pavimentisti, idraulici, muratori (e tutti i loro dipendenti, segretarie, contabili, addetti alle pulizie dei loro uffici), per non parlare poi dell'arredamento (cucine, divani, letti armadi, complementi), i mobili non vanno forse nelle case?? (tutti i lavoratori del settore e sono milioni che hanno a che fare o in via diretta o indiretta con il mercato delle case).
Prima di godere nella speranza che il mercato immobiliare tracolli, pensateci bene!!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche all'indotto ossia elettricisti, imbianchini, pavimentisti, idraulici, muratori (e tutti i loro dipendenti, segretarie, contabili, addetti alle pulizie dei loro uffici)
Per non parlare poi dell'arredamento (cucine, divani, letti armadi, complementi), i mobili non vanno forse nelle case?? (tutti i lavoratori del settore e sono milioni che hanno a che fare o in via diretta o indiretta con il mercato delle case).
-------------------------
In germania il 45% delle persone è in affitto: infatti la loro economia è a rotoli peggio della nostra vero?

Lo scoppio della bolla è già stata vissuta negli anni '90, fa parte dei cicli immobiliari e non ha portato nessuna disgrazia, anzi le agenzie immobiliari sono sorte come funghi grazie proprio al crollo del '93.

Su quello riportato ho solo una domanda.

Credi che chi lavora in un ufficio o vive in una casa in affitto non abbia una segretaria, dipendenti, o una cucina o un armadio?

Qua si gode del fatto che il mercato tornerà presto a livelli accettabili per i quali i nostri figli (anche quelli suoi o dei suoi parenti e amici) potranno pagare un affitto o comprarsi una casa senza dover fare la fame come purtroppo succedeva fino al 2007.

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche all'indotto ossia elettricisti, imbianchini, pavimentisti, idraulici, muratori (e tutti i loro dipendenti, segretarie, contabili, addetti alle pulizie dei loro uffici)
Per non parlare poi dell'arredamento (cucine, divani, letti armadi, complementi), i mobili non vanno forse nelle case?? (tutti i lavoratori del settore e sono milioni che hanno a che fare o in via diretta o indiretta con il mercato delle case).
-------------------------
In germania il 45% delle persone è in affitto: infatti la loro economia è a rotoli peggio della nostra vero?

Lo scoppio della bolla è già stata vissuta negli anni '90, fa parte dei cicli immobiliari e non ha portato nessuna disgrazia, anzi le agenzie immobiliari sono sorte come funghi grazie proprio al crollo del '93.

Su quello riportato ho solo una domanda.

Credi che chi lavora in un ufficio o vive in una casa in affitto non abbia una segretaria, dipendenti, o una cucina o un armadio?

Qua si gode del fatto che il mercato tornerà presto a livelli accettabili per i quali i nostri figli (anche quelli suoi o dei suoi parenti e amici) potranno pagare un affitto o comprarsi una casa senza dover fare la fame come purtroppo succedeva fino al 2007.

0 0
Vote up!
Vote down!

Il suo commento riflette la realtà ! ottimo ! concordo ogni parola ! Grazie della sua chiarezza ! Questa e ' la realtà in qui tutti viviamo !

0 0
Vote up!
Vote down!

Certo che pubblicare questa intervista su un portale immobiliare che dovrebbe incoraggiare sia gli inserzionisti sia i potenziali clienti mi pare davvero un'ottima idea! Complimenti!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Infatti, un'ottima idea!
Saranno molto grati ad idealista quei venditori che, capito l'andamento del mercato, abbasseranno il prezzo sotto il livello medio di mercato, anticipando la discesa, e riuscendo quindi a vendere ora magari a -20%, invece che domani a -40% o mai (numeri a caso per spiegare il concetto).

Gli altri invece vedranno passare gli anni e il loro bene deprezzarsi sempre di più senza nessuno interessato all'acquisto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ottima analisi

0 0
Vote up!
Vote down!

Ancora con questa storia dell'indotto di imbianchini elettricisti e idraulici?
Ma se i lavori li fanno fare a cottimo ai rumeni e i professionisti per guadagnarsi qualche soldo devono cercare per conto proprio il lavoro rivolgendosi a privati che sono al limite della sopravvivenza, ma mi spieghi qual'è questo grande indotto?
Il concetto è sempre lo stesso: tirate in ballo i poveri cristi liberi professionisti per continuare a difendere prezzi assurdi.
Cominciamo a far costare meno le case, vedrai che la gente consumerà di più perché avrà più soldi e imbianchini, idraulici e elettricisti, quelli per i quali ti preoccupi tanto tu, caro il mio economista dilettante ipocrita , se la passeranno sicuramente meglio

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche io credo al crollo dei prezzi, solo che a Roma prati non mi pare che si muova foglia

0 0
Vote up!
Vote down!

Io sto crollo non lo vedo, anzi un mio amico ai mi ha raccontato che intorno a dicembre c'era un sacco di gente che comprava case in contanti (a Roma!!). Certo vedo che ancora nessuno sa quanto costerà l'imu, e molti vagheggiano di magagne per eluderlo, staremo a vedere. Comunque non vedo neanche sto dramma di cui molti cianciano legato al calo dei prezzi degli immobili, anzi credo che se tornano a valori più accessibili l'economia non potrà che beneficiarne. Ps: non devo vendere nè mi sogno di acquistare, sto bene come sto.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io sto crollo non lo vedo..
-----------------------
Pazienza ce ne faremo una ragione...
Il mercato lo vede invece...

Mercato immobiliare ancora in crisi. Aumentano gli sconti
http://news.immobiliare.it/mercato-immobiliare-ancora-in-crisi-aumentano-gli-sconti-8731

Casa: bankitalia; meno compravendite, giu' prezzi 1* trim.
http://borsaitaliana.it/borsa/notizie/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=992666&lang=it

0 0
Vote up!
Vote down!

Io sto crollo non lo vedo, anzi un mio amico ai mi ha raccontato che intorno a dicembre c'era un sacco di gente che comprava case in contanti (a Roma!!). Ormai mattonari non riesco piu' neanche ad offendervi, siete alla disperazione mi fate ormai pena. Il crollo non lo vedete perchè non parliamo di crollo reale degli immobili, non è che questi si sgretolano e cadono per terra. Sono i prezzi a crollare, e quelli mattonaro che non sei altro vengono giu' che è un piacere. Ormai il -50% è alla portata di tutti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ormai mattonari non riesco piu' neanche ad offendervi guarda che se mi dai del "mattonaro" ci riesci proprio ad offendermi. Comunque, se avessi letto anche le altre righe del mio post, avresti letto che ritengo che l'effetto dell'imu non è stato scontato, e che non credo sia un dramma per l'economia se i prezzi delle case scendono, anzi sarà un beneficio per tutti. Solo penso che chi dovrebbe vendere piuttosto che fare sconti tenta di resistere, anche a costo di farsi male, e che finchè non diventerà evidente che il calo sarà duraturo (ricordiamoci che c'è da scontare un calo demografico epocale nei prossimi 20 anni) ci sarà ancora chi compra pensando di mettere così al sicuro i suoi risparmi. E, infine, penso che dovresti rilassarti ed attendere pazientemente gli eventi.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma forse tu sei un mio inquilino....
Si sei quello che ogni mese mi paga l'affitto di 800 euro....
Sei il primo dei 7 inquilini che mi danno in media 800 euro ....
Ma tu sei l'unico che rimarrai sempre in affitto, perche' gli altri prima o poi decidono di comprare una casa....
Io personalmente ringrazio che esisti, e ti voglio un gran bene...
E mi raccomando non tardare a fine mese....

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma lasciatelo dire e sparlare: sta dietro un pc e smuove il mondo.
Click e cade il denaro, click ed altro contante e poi si vede (anzi si legge) che è un signore. C'ha pure i modi da signore, clik e te se compra la casa a - 50%, click / click ora siamo a -70% , sai con il tuo cash tra un pò che te ce pulisci....... clik clik clik .....te s'è rotto il pc, ed a noi hai scassato le palllllle!
Ps:per intenderci signor click click io ho i mattoni (credo e spero quelli "giusti") da cui ricavo il mio cash (locazione sedi di banche ed enti), i giusti redditi per oltre 30 anni di compra-vendi-investi con mattoni (la mia passione),altri cash aziendali /professionali pronti per ricomprare da te a - 50% quello che tu (te lo auguro, anzi no) comprerai a -50% ma che dovrai rivendere perchè avrai finito i tuoi cash. Quanto all'estero, mi vien da ridere: ora tutti ne parlano, scoprono l'acqua calda (tra un pò è troppo tardi pure lì) invece personalmete sono almeno 20 anni che "ho diversificato",ho pagato le mie decime di noviziato, risistemato le ferite ed ora francamente si che posso ridere dei vari click click che parlano/sparlano
Ari ps: è chiaro che non ho investito solo in immobili (anzi) ma non mi sogno di offendere nessuno, nè di dare del "mattonaro" (perchè è chiaro il tuo cattivo intento di offendere chi è/sarà in difficoltà) ha chi ha tentato di coronare il sogno di un tetto.....(così facevan tutti)

0 0
Vote up!
Vote down!