Notizie su mercato immobiliare ed economia

I prezzi delle case scenderanno fino al 2017 (intervista a ezio bruna)

intervista a ezio bruna, fondatore de cesfim
Autore: lvilei

In questi mesi di incertezze economiche, con la crisi europea che rischia di farsi sempre più cupa, in molti si chiedono cosa fare con i propri risparmi e se il mercato immobiliare può rappresentare un porto sicuro in cui mettere i propri risparmi. Ne abbiamo parlato con ezio bruna, docente di economia e finanze al politecnico di Torino, fondatore di cesfim (centro studi finanza immobiliare) e past president della commissione real estate dell’associazione italiana private banking (aipb)

Domanda. Di fronte alla crisi economica chi ha dei risparmi in banca si sente insicuro: è una buona idea investire nell'immobiliare?

Risposta. Prendiamo il caso limite, sottolineando però che si tratta di un'ipotesi possibile ma non certa: la rottura dell'euro e il ritorno alla lira. Le conseguenze sarebbero disastrose e la moneta si svaluterebbe, trascinando con sè la svalutazione delle abitazioni. Quindi è una pessima idea investire in Italia per proteggersi da questa eventualità. Inoltre le conseguenze sull'occupazione, sul welfare, sulle pensioni sarebbero tali che ci si troverebbe in mano un pugno di mattoni e le case non si mangiano. Meglio avere dei risparmi svalutati che un immobile svalutato. Pensiamo all'argentina del crollo: la classe media fu costretta a svendere dalla sera alla mattina per avere una liquidità minima e tirare a campare

D. I piccoli risparmiatori, soprattutto i pensionati con una buona liquidazione, cosa dovrebbero fare?

R. Sicuramente non cedere all'idea che il mattone italiano li preserverà da un eventuale crollo. Basta vedere cosa hanno fatto i greci in questi due anni: hanno comprato immobili a londra o in germania, gli unici due paesi che uscirebbero meno peggio dallo scenario peggiore. L'immobile come bene rifugio vale solo in alcuni paesi

D. L'imu avrà un'influenza diretta sul mercato come in molti sostengono?

R. Assolutamente sì, ma la vera batosta arriverà dalla riforma del catasto. L'unione di tutti i fattori, oltre all'aumetno dei costi di manutenzione per l'invecchiamento degli immobili, renderà la proprietà immobiliare troppo costosa

D. Un anno e mezzo fa, mentre molti operatori annunciavano la ripresa del mercato, lei dichiarava che fino al 2014 i prezzi delle case sarebbero scesi. Conferma quella previsione o la rivede?

R. La rivedo in peggio. Nel 2010, quando molti operatori vedevano segnali di ripresa, la situazione macroeconomica non era grave come adesso. Con le nuove proiezioni è ragionevole aspettarsi una discesa dei prezzi accentuata fino al 2017

D. Quanto influiscono i mutui nella sua analisi?

R. Il calo della domanda di mutui è così accentuata da non trovare riscontro negli ultimi 20 anni. Inoltre i giovani hanno di fronte uno scenario di cui sono sempre più consapevoli: il mercato del lavoro li spingerà a cercare opportunità ovunque e il mutuo diventerà un fardello

D. Quali altri fattori incideranno negativamente sul mercato immobiliare?

R. Due su tutti: la curva demografica e la riforma delle pensioni. In Italia l'82% della popolazione vive già in una casa di proprietà e le nuove famiglie, alle prese con un mercato del lavoro difficile e l'erogazione di mutui bloccata, non potranno comprare casa. Sul lato delle pensioni, poi, sempre più persone tra i 60 e i 67 anni si troveranno con dei redditi più bassi, per la perdita del posto di lavoro, un nuovo regime part time o forme di esodo volontario senza stipendio. In pochi anni in molti dovranno vendere la nuda proprietà o le seconde case. È evidente che l'offerta superarà la domanda

D. Con quali conseguenze?

R. Fermo restando che una parte del mercato, ovviamente, continuerà a funzionare, in Italia avremo un fenomeno che in america si chiama "house rich, cash poor": ricchi di case, poveri di redditi. Pensiamo a quanti immobili, magari in pessime condizioni, saranno ereditati nei prossimi anni, da chi non avrà dei redditi sufficienti a mantenerli. Se tutti li mettessero in vendita l'offerta aumenterebbe ancora, quindi l'unica possibilità verranno dal mercato dell'affitto. Sempre che nel frattempo l'economia si riprenda e i giovani non se ne vadano tutti all'estero

D. Cosa succederà in definitiva al mercato immobiliare?

R. Ritengo che siamo di fronte a un cambio di paradigma epocale: la casa diventerà un bene d'uso e non un bene rifugio da lasciare ai figli. È probabile che la legge a cui ci siamo abituati negli ultimi decenni, ossia che la casa nel lungo periodo non perde mai valore, non funzionerà più

 

Articolo visto su
(idealista.it/news)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Mi sa tanto che hai sbagliato persona.
Io, quello che investe in obbligazioni, non mi sono mai sognato di dare del mattonaro a nessuno, ho solo riportato degli esempi in cui anche a Roma gli appartamenti costosi calano di prezzo

0 0
Vote up!
Vote down!

Scusate ma xchè a Milano le case stanno continuando a comprarle? tutte persone molto ricche(non fanno mutuo) sono matti? qua l'unico pacco è il sito di idealista che intervista questi personaggi che non sono nemmeno capaci di andare a fare la spesa... questo in altri ambienti si chiama aggiotaggio caro sito di idealista mi sa che tra un po ti arriveranno un po di controlli se non moderi gli interventi..

0 0
Vote up!
Vote down!

Scusate ma xchè a Milano le case stanno continuando a comprarle? A me non sembra. Tutte persone molto ricche(non fanno mutuo) sono matti? tendenzialmente si sono proprio rinconglioniti, poi dipende da quanto le pagano. Questo in altri ambienti si chiama aggiotaggio caro sito di idealista mi sa che tra un po ti arriveranno un po di controlli se non moderi gli interventi.. Finitela di sparare stronzate, nei posti dove guardo io a non piu' di una decina di km da Milano non vendono un cazzo se non dal -20% al -30% sul prezzo di mercato. Non serve nessun esperto per conclamare che ormai la bolla è scoppiata.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io se dovessi vendere adesso se mi propongono un -20% venderei facendo i salti di gioia.

0 0
Vote up!
Vote down!

Scusate io lavoro a Milano... in periferia ci abito e conosco la situazione (parlavo di Milano città) ora potete continuare ad offendere e vendo anche aprezzo pieno... resto anonimo poichè non ho il patentino...

0 0
Vote up!
Vote down!

Buonasera dott. Bruna,

Lei fa riferimento all'argentina...

Ma ho capito male o in argentina ad un certo momento le persone facevano la fila fuori dalle banche per ritirare i loro soldi e le banche rispondevano che non avevano soldi da dare...e queste persone per tirare a campare se non avevano un "mattone da svendere" cosa s'inventavano?

0 0
Vote up!
Vote down!

Ancora una domanda....
Secondo lei tutte quelle persone che hanno investito 200/300.000 euro nelle azioni parmalat avessero investito in un appartamento di taglio medio da 200/300.000 euro adesso avrebbero un pugno di mosche in mano o 4 mattoni da vendere?

Saluti da un agente immobiliare di Bergamo città

0 0
Vote up!
Vote down!

Se lavora veramente a Bergamo allora sta toccando già con mano un bel crollo!

In bocca al lupo!

0 0
Vote up!
Vote down!

Cari colleghi a.i che ne dite di non pagare più questo idealista e pubblicare le nostre pubblicità su altri siti...................................................
Questi con noi si mantengono e quotidianamente inseriscono sti cazzo di articoli dove il cretino di turno (probabilmente sempre lo stesso) si diverte a sputtanarci e insultarci.
Idealista è spagnolo e li si che il mercato è crollato, forse sperano che...mal comune mezzo gaudio.

Non spendete più quì i vostri soldi in pubblicità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Cari colleghi a.i che ne dite di non pagare più questo idealista e pubblicare le nostre pubblicità su altri siti...................................................
Questi con noi si mantengono e quotidianamente inseriscono sti cazzo di articoli dove il cretino di turno (probabilmente sempre lo stesso) si diverte a sputtanarci e insultarci.
Idealista è spagnolo e li si che il mercato è crollato, forse sperano che...mal comune mezzo gaudio.
-----------------------------
Leggero conflitti di interesse?
In spagna è crollato? ma il mattone non sale sempre?
E in usa come stiamo messi?
E in irlanda tutto apposto?
Altro che mal comune... che il mercato si ridimensioni è solo un bene comune..
Comune in tutti i paesi dove c'è stata una bolla speculativa incredibile (si Italia compresa).. Un bene comune anche per voi ai.. Almeno aumenteranno le ntn e concluderete qualche compravendita.

0 0
Vote up!
Vote down!

Caro collega mi stavo domandando quanto tempo servisse perchè altri si accorgessero di questa cosa.... sono uscito da idealista da qualche mese esattamente per questo motivo e dopo averlo detto più volte.
Ma evidentemente questi articoli semplicemente assurdi non dispiacciono agli inserzionisti...

0 0
Vote up!
Vote down!

Cari colleghi a.i che ne dite di non pagare più questo idealista e pubblicare le nostre pubblicità su altri siti...................................................
Questi con noi si mantengono e quotidianamente inseriscono sti cazzo di articoli dove il cretino di turno (probabilmente sempre lo stesso) si diverte a sputtanarci e insultarci.
Idealista è spagnolo e li si che il mercato è crollato, forse sperano che...mal comune mezzo gaudio.

Non spendete più quì i vostri soldi in pubblicità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma ho capito male o in argentina ad un certo momento le persone facevano la fila fuori dalle banche per ritirare i loro soldi e le banche rispondevano che non avevano soldi da dare...e queste persone per tirare a campare se non avevano un "mattone da svendere" cosa s'inventavano? ancora una domanda.... secondo lei tutte quelle persone che hanno investito 200/300.000 euro nelle azioni parmalat avessero investito in un appartamento di taglio medio da 200/300.000 euro adesso avrebbero un pugno di mosche in mano o 4 mattoni da vendere? ridicole banalità da schiavo dei mattonari. E' inutile arrampicarsi sui vetri, qui si parla di cali dei valori immobiliari che ormai si stanno facendo consistenti e continueranno per diverso tempo. Solo un rimbambito potrebbe negarlo poi se finiremo come l'argentina vedremo. Intanto convinci la gente a calare le pretese, solo cosi' puoi portarti a casa la pagnotta o cala o non vendi.

0 0
Vote up!
Vote down!

Si, certo
Svendete e depositate subito il ricavato in banca
Al limite investite in titoli di stato
Farete l'affare della vostra vita!!!
Non vedrete più un euro e sarete senza casa!

0 0
Vote up!
Vote down!

Si, certo
Svendete e depositate subito il ricavato in banca
Al limite investite in titoli di stato
Farete l'affare della vostra vita!!!
Non vedrete più un euro e sarete senza casa!
---------------
Ci sono alcuni che l'hanno fatto già da un po' e che stanno ringraziando il cielo.

Sa che se avviene il default, come dice e spero non auspichi, il mattone non te lo mangi? al massimo te lo sbatti in testa!

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche se il mattone non posso mangiarlo
Sempre meglio della carta straccia è

0 0
Vote up!
Vote down!

Le dichiarazioni di questo espertone immobiliare sono sempre state talmente campate in aria che quasi quasi si devono leggere al contrario.

Se ezio bruna dice che il mercato sale significa che crollera'.
Se ezio bruna dice che il mercato crolla significa che salira'.

Ma non siete ancora stanchi di stare a sentire le stronzate degli economisti.
Non vi basta la crisi finanziaria, che praticamente nessuno aveva previsto in tempi non sospetti, per capire che le previsioni degli esperti non contano nulla e sono solo sparate per vendere libri e rilasciare interviste?

Tra le varie stronzate che dice c'e' anche ".. L'aumento dei costi di manutenzione per l' invecchiamento degli immobili..". Ma perche', prima gli immobili non invecchiavano? non si doveva fare la manutenzione anche prima?

E poi ancora con questa storia dell' imu e della revisione dei valori catastali? la revisione dei valori catastali ci Sara' per gli immobili vecchi di centro citta'. Immobili che oggi valgono dieci volte piu' del loro valore catastale.
Ma secondo voi, gente che ha comprato a 5/10.000 euro al mq, avra' tutti sti problemi se aumenta l' imu?

Basta con le cazzate create solo per fare sensazionalismo!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma secondo voi, gente che ha comprato a 5/10.000 euro al mq, avra' tutti sti problemi se aumenta l' imu? innanzitutto vorrei farti notare che c'è una differenza abissale tra 5.000 e 10.000 euro al metro quadrato. Secondo poi conosco benissimo 3 persone che hanno comprto case tra 5.000 e 6.000 euro al metro quadrato. 1) 55 mq, anticipo da neanche 50.000 euro e mutuo a 25 anni da 250.000 euro 2) 95 mq, anticipo e mutuo suddiviso in due tranches: la prima di 10 anni, la seconda di 30 anni 3) 90 mq, anticipo 170.000 e mutuo da 30 anni a tasso fisso con rata mensile di 1.800 euro il primo sta ristrutturando casa con i mobili di mondoconvenienza e trema quando aspetta le bollette della luce, non ti dico quelle del gas nei mesi invernali. La seconda va letteralmente in giro con una scarpa e una ciavatta e sta uscendo di testa perché, dopo aver pagato 5 anni di mutuo, glie ne restano 35 ma ha scoperto che a casa che ha comprato fa schifo, non riesce a viverci e vorrebbe venderla ma, ovviamente, ora non c'è neanche l'ombra di uno che sia almeno interessato alla sua casa. Il terzo: lascio a te immaginare cosa sia pagare una rata mensile da 1.800 euro con due buoni stipendi ma con il vizio di andare in giro per ristoranti, telefoni nuovi vacanze e mercedes (alla faccia di coloro che continano a dire che quelli che non comprano case non hanno i soldi: no, ci sarà anche chi non ha soldi, ma c'è anche chi li investe differentemente) infine ci metto io: se avessero avuto tutti questi soldi come dici tu, le case da oltre 5000 euro al metro quadrato, se le sarebbero comprate in cotanti e non con un mutuo che termineranno di pagare dopo essere andati in pensione. Questi sono i miei casi reali. Tu quali casi conosci reali per dire che chi ha comprato a questi prezzi l'imu gli fa un baffo? se fosse inoltre vero quello che dici, ora non si starebbe qui a dire che l'unico problema che blocca il mercato sono le banche che non concedono più i mutui

0 0
Vote up!
Vote down!

Hai ragione quando dici che, in linea di massima, c'è un abisso - in termini di capacità di spesa - fra gli acquirenti di case che costano 5000 al mq e case che invece ne costano 10.000.
Parliamo, in sostanza, della distanza ormai abissale tra middle class e veri ricchi .
Poi, però, poni dei casi limite come esempi di gente che si è indebitata per comprare la casa di proprietà e che, sostieni, avrebbe difficoltà a sostenere una spesa che, viste le metrature, potrebbe aggirarsi sui 300-400 euro l'anno per l'imu, ovvero, 150-200 euro a semestre. Beh, francamente vorrei verdere quanti come questi, intimoriti dalla insopportabile rata semstrale di 150 euro, si precipiteranno a svendere...a svendere, poi, per fare cosa ? per tornare a pagare un affitto che a Roma, per esempio, in una zona di fascia media, può costare intorno ai 1300-1500 mensili (per un trilocale) ????
Purtroppo il dilemma, per molti, è questo: indebitarsi fino alla pensione e poi ritrovarsi (e far ritrovare ai figli) una casa di proprietà, oppure...indebitarsi lo stesso ma regalare una rendita al locatore, per poi ritrovarsi a 66 anni con una pensione da fame ed un affitto da pagare ?
Ripeto quanto detto ieri, all'inizio della discussione: prima di comprare bidogna prestare massima attenzione alla zona, alla potenziale rivendibilità, ai collegamenti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Le osservazioni sono molto ragionevoli, se non fosse che l'acquisto di case "medie" in zone di non particolare pregio a certi prezzi è stato, come minimo, un acquisto incauto. Che il mercato era preda di una bolla si era capito già da qualche anno, e che le bolle prima o poi si sgonfiano è un fatto che nella storia economica si ripete frequentemente. Ma gli italiani hanno memoria corta e convinzioni incrollabili, tipo "la casa è comunque un acquisto sicuro". Bene, giusto oggi gli stessi agenti immobiliari parlano di compravendite in calo e prezzi in discesa; la richiesta di mutui è precipitata del 46% e se la grecia esce dall'euro... beh, non vorrei avere un mutuo a tasso variabile. Tutti questi elementi sono altrettanti segnali (e di oggi, non di un futuro lontano) che il ciclo del mercato immobiliare ha mutato segno e che parlare di investimenti nelle città italiane mi sembra come minimo rischioso. È vero che ci sono zone che hanno più mercato e più tenuta, ma qui non stiamo parlando di attici con affaccio su trinità dei monti o il colosseo, qua parliamo di case per gente comune, che, soprattutto a Roma, è stata impossibilitata all'acquisto per anni e si è spostata nei comuni dell'hinterland per riuscire a campare. E poi, l'imu: guardate che ben presto tutti i valori catastali saranno rivalutati, non solo quelli dei furbi che, in centro storico, vivono in "case popolari": come minimo i valori medi saranno raddoppiati (leggete i giornali, ogni tanto!) e facilmente ci si troverà a pagare più di mille euro l'anno anche per case di periferia. Il problema dibattuto, in fondo, mi sembra uno solo: ma di quanto effettivamente caleranno i prezzi delle case? Attenzione, non parliamo di cali rispetto alle richieste pazze degli annunci: parliamo di calo vero rispetto ai prezzi di vendita (v. Valori dell'agenzia del territorio). È difficile da dire, dubito che nelle zone migliori delle grandi città si possa superare il 20%. Non mi sembra strano, però, che in periferia si possa arrivare anche al 30%. Intanto, zitti zitti, molti prezzi sono già in discesa: due settimane fa un appartamento in periferia a Roma (110 mq) è calato di botto di 100.000 euro: e non mi pare che ci sia stata la corsa all'acquisto!

0 0
Vote up!
Vote down!

Certo che è stato un acquisto incauto ! e questa è la premessa da cui sono partito.
Forse non siamo d'accordo sul concetto di quartieri di fascia media o medio alta che hanno tenuto a Roma...
Non serve arrivare all'attico con affaccio su trinità dei monti ....basta rimanere in quartieri come san Giovanni, nomentano/Bologna o monteverde - tutti quartieri dove abita prevalentemente gente della classe media - per vedere che non si sta sgonfiando proprio niente, anzi.
Il problema è stato - e su questo mi sembra che siamo d'accordo - quello di invogliare gente in assoluta buona fede a strapagare case (magari anche gradevoli esteticamente, con bei terrazzi, videocitofono, vasca idromassaggio etcc...) allocaten però in zone infelici, prive di collegamenti, desolate...in poche parole, i classici agglomerati dormitorio.
Guarda poi che molti di quelli che si sono trasferiti nell'hinterland lo hanno fatto per libera scelta: come dire, "voi poveri sfigati continuate ad abitare in città nelle vostre vecchie case fatiscenti di 80 mq, noi con lo stesso prezzo ci compriamo il villone....".
Salvo poi ritovarsi con un immobile invendibile. Si badi bene, non deprezzato, ma invendibile.
Per quanto concerne poi il discorso mutui, secondo me il differenziale applicato dalle banche (che ora viaggia sul 3 - 3,5%) non scenderà. quindi anche se dovesse flettersi di un 10-15 % il prezzo delle case, ciò non andrebbe a compensare il conseguente e considerevole aumento degli interessi da pagare per un mutuo ventennale o trentennale al 60 o 70%. Ricordo che fino a un anno e mezzo fa lo spread medio era all'1 - 1,5% per i variabili.

0 0
Vote up!
Vote down!

Infatti non svendono, non possono svendere devono continuare a sopravvivere, perché di sopravvivenza si tratta, sperando che non gli scivoli un piede e, ammesso e non concesso che nel lungo periodo il loro acquisto si rivaluti, la rivalutazione del bene non sarà mai di entità tale da compensare quello che hanno pagato con il mutuo.
Sono quindi d'accordo con chi dice che per comprare una casa bisogna disporre almeno del 60% della cifra richiesta affinché si possa parlare di un acquisto sensato.
Per quanto riguarda poi le qualità e le caratteristiche di quello che si paga, questo è un capitolo a parte e, almeno per quello che mi è capitato di vedere, in nessun caso i prezzi pagati, senza contare l'aggravio del mutuo, non erano minimamente giustificati dalla qualità dell'immobile

0 0
Vote up!
Vote down!

Ecco il solito mauro.

Quello che, qualsiasi cosa scrivi, lui conosce qualcuno che ha fatto/detto/comprato/venduto/perso/guadagnato/etc.

Ah mauro! ma tutti sti sfigati li conosci tutti tu!

Evidentemente frequenti un giro di pezzentoni che comprano cose che non si possono permettere. Dipende da che gente frequenti, caro mauro.

Ti potrei citare centinaia di esempi (per fortuna) di gente che compra 70 mq a 380.000 euro in contanti, e magari la regala al figlio o la compra per non tenere i soldi in banca.
E nel frattempo vanno al ristorante, non sono a casa un week end, girano in mercedes, etc. Etc.

Quelli che conosci tu (sempre che non siano palle inventate) sono quelli che dovranno vendere per non affogare.
Quelli che conosco io sono quelli che compreranno le loro case a prezzi scontati.

0 0
Vote up!
Vote down!

P.s. Non sono gente che frequento, sono gente che conosco ed ho cercato più volte di mettere in guardia da acquisti incauti. Pezzentoni? non lo so. Io direi che uno che sceglie di mangiare pane e cipolla per trent'anni pur di dire che abita nel posto che ha sempre sognato è solamente, dal mio personale punto di vista, un povero pazzo. Aggiungerei inoltre che oggi c'è tanta gente che potrebbe tirare fuori 380.000 euro cash per comprarsi una casa, ma il problema è: una volta comprata casa, pagate le spese ed i soldi per la ristrutturazione enon hai più un soldo, cosa pensi di fare se digraziatamente perdi il lavoro e magari devi cambiare città per trovarne un altro? mi è venuto in mente di farti questa osservazione perché se c'è gente che ha fatto carte false per un mutuo, figuriamoci con quale leggerezza potrebbero spendere dei soldi, magari non guadagnati da loro, pur di avere quattro mura quelli che conosco io sono quelli che compreranno le loro case a prezzi scontati. Ecco, bravo, ora ne conosci uno in più!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ecco mauro.

Quello che, qualsiasi cosa scrivi, lui conosce sempre qualcuno che .........

Ah mauro, ebbasta con tutte ste palle!

0 0
Vote up!
Vote down!

Non è che mi vada molto di perdere tempo a scrivere cose inventate, normalmente quello che scrivo è la realtà e mi sembra di averla dettagliata anche abbastanza.
Potete crederci o meno, ma il fatto che le banche non diano più mutui come prima ha avuto sul mercato un effetto che non è solamente quella che potreste considerare solo una mia opinione, o no?
E comunque andatevi a leggere le statistiche i mutui in termini di prestiti e durate e primadi dire, senza alcun argomento, che racconto palle

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma ragazzi lo volete capire che questo signore dice solo cazzate, secondo voi la revisione degli estimi catastali cosa vuol dire che i prezzi scendono ?
Ma lo sapete che se un impreasa vende un alloggio meno del prezzo di mercato è possibile che l'agenzia dell'entrate gli manda i controlli. Lo dico perchè è capitato non perchè do aria alla bocca come quel cazzone di ezio bruna.

Studiare troppo a volte si diventa coglioni.

Ricordate che la bacchetta magica non c' l'ha nessuno.

0 0
Vote up!
Vote down!

Di quel signore non frega un cazzo a nessuno , i ribassi sono gia' ben visibili, i crolli in alcuni casi anche, la bolla e' scoppiata rassegnatevi.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io tanti commenti non li capisco (razionalmente), ma forse sono della stessa persona, o giù di lì. praticamente l'unico furbo è il signore maleducato che li scrive ed offende tutti gli altri (anche molto pesantemente ed in modo del tutto arbitrario).
Praticamente tutti quelli che hanno investito comprando un'immobile, una casa da vent'anni a questa parte sono stati almeno sprovveduti e fessi, tutti gli a.i. Sono incompetenti, farabutti ed approfittatori che hanno solo fatto lievitare la cosidetta bolla immobiliare per loro bieco interesse. Tutti i costruttori negli ultimi venti anni sono dei pescicane che hanno sbranato i poveri acquirenti che come mammole o poveri coglioni, si sono immolati all'altare dei mattoni (da qui i mattonari). Le banche tutte bande delinquenziali ( e qui.....)
L'unico figo è superman.
Il giustizieri dei mattonari indefessi ed anche un pò indescemi.
Ma è patetico sto tizio o no? è matto in proprio? o per conto terzi? morde? è pericoloso per sè e per gli altri? dobbiamo chiamare la polizia postale anche per la gravità delle offese ed ingiurie? ditemi voi- grazie
Peccato che idealista permetta di bruciare la sua immagine e sprecare e vanificare questo spazio che, intelligentemente, potrbbe essere un serio, pacifico e tecnico confronto tra tutte le categorie comunque interessate al mercato:
- Proprietari
-Affittuari
-Agenti immobiliari
-Venditori e mediatori in genere
- Costruttori e progettisti
- Ecc.
Costruttori

0 0
Vote up!
Vote down!

Quel signore secondo me fa il gioco della finanza dicendo quello che dice nell'intervista. E sarebbe un esperto del settore immobiliare? e voi tutti gli andate dietro. Parola di agente immobiliare. Le uniche case che scenderanno di prezzo sono quelle che verranno vendute all'aste perche' chi le ha comprate con mutuo al 100% non riescono a pagarlo. Ps le banche che oggi non concedono i mutui sono sempre quelle che una volta li concedevano a cani e porci drogando il mercato immobiliare solo perche poi i mutui li cartolarizzavano per guadagnare nel breve periodo. E oggi anziche ricominciare a concedere i mutui in maniera corretta a chi se li merita aumenta del triplo lo spred il loro guadagno cioe per guadagnarci di piu su quelli che fanno. Insomma diffidate della finanza e delle banche che parlano male del settore immobiliare.

0 0
Vote up!
Vote down!

- Io penso che in questa fase di "digestione" delle varie manovre sulla casa ci sarà come c'è un calo dei prezzi generale,esattamente come succede con le borse..
Dopo si riparte... certo con gli immobili la zona conta e parecchio.
Ma alla fine il buon mattone è meglio della borsa..
Non si creda poi che la casa bene principe degli italiani,sia disposta a subire a lungo manovre montiane...
Chi rassicurererà il mercato delle case,vincerà politicamente e questa è storia.

0 0
Vote up!
Vote down!

- Io penso che in questa fase di "digestione" delle varie manovre sulla casa ci sarà come c'è un calo dei prezzi generale,esattamente come succede con le borse..
Dopo si riparte... certo con gli immobili la zona conta e parecchio.
Ma alla fine il buon mattone è meglio della borsa..
Non si creda poi che la casa bene principe degli italiani,sia disposta a subire a lungo manovre montiane...
Chi rassicurererà il mercato delle case,vincerà politicamente e questa è storia.

0 0
Vote up!
Vote down!

Anonimo "quello che ci chiama tutti mattonari" ma spiegamoi una cosa, visto che sei un economista cosi raffinato e colto, visto che hai tutto sto capitale da investire, visto che hai tutte ste capacità...ma com'è che sei sempre qua sopra a scrivere di questo fantomatico calo dei prezzi delle case del 50% ??? Ahhhhhhhh, ora ho capito...è perchè sei un disoccupato del cazzo che non ha nulla da fare e sfoga la sua repressione psicologica della sua inettitudine su di noi. E se stai per chiedere "e come mai ci siete voi", noi ci si lavora in questo campo, quindi per noi è "doveroso" seguire siti come questo....pirla !!! Ed ora vai a comprare le tue ville da sogno a 50.000 euro...poi quando ti svegli tutto sudato...continua a mandare curriculum va, che forse un lavoro lo trovi e finalmente lasci mamma e papà un pò tranquilli e te ne vai a vivere da solo...pirla !!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Per quelli che parlano di insostenibilità delle manovre montiane sulla casa: forse non vi è chiaro che la tassa sulla casa c'è e resterà ed è destinata anche ad aumentare. L'imu è ormai strutturale perché i comuni non hanno più risorse (causa tagli ai trasferimenti statali) e l'unica entrata certa è la tassazione sugli immobili. Del resto in tutti i paesi è così, anzi in genere è molto più onerosa. Continuare a dire la "la casa è il bene rifugio più sicuro" significa non aver capito nulla del ciclo economico. Che lo dica uno che di mestiere vende case non mi meraviglia, il terrore di perdere i buoni affari degli ultimi anni gli fa negare anche la realtà: ma suvvia, è evidente a tutti che c'è la fuga dal mercato, che dall'inizio dell'anno non si vende più nulla, che l'unico sistema per far ripartire un mercato drogato è una sana diminuzione dei prezzi. È pieno di case invendute, e secondo tutti gli esperti ci vorranno anni per smaltirle. Il ciclo economico è ribassista, i disoccupati aumentano, le banche hanno chiuso i rubinetti del credito... e stiamo ancora a parlare di tenuta dei prezzi immobiliari? per la cronaca: io una laurea in economia internazionale me la sono presa, quindi per favore cercate di scrivere meno idiozie. Con gli insulti non si fanno ragionamenti, si evidenzia invece il livore e la paura di chi finora ha speculato e ora teme che la pacchia sia finita!

0 0
Vote up!
Vote down!

Uno che si fa una foto in quella posa..... ho già detto tutto. Quest'analisi è corretta solo ed esclusivamente nel caso che si realizzi lo scenario più fosco in assoluto. Però non vengono prese in considerazione molte cose:

A) conviene a Francia e Germania che l'Italia esca dall'EURO?
B) in Italia non c'è la sovraofferta che invece c'è stata in USA e SPAGNA
C) oggi la richiesta dei mutui sta crollando, non per la crisi, ma perché le bache offrono spread inaccettabili sull'EURIBOR. Anch'io, che potrei permettermelo, oggi non sottscriverei mai un muto a 20 anni con uno spread del 3%. Perché? perché fino a quando l'EURIBOR sta basso, va bene, ma quando l'EURIBOR tornerà al livello medio del 3%, quanto dovrò pagare.... ???

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma lo sapete che se un impreasa vende un alloggio meno del prezzo di mercato è possibile che l'agenzia dell'entrate gli manda i controlli. Lo dico perchè è capitato non perchè do aria alla bocca come quel cazzone di ezio bruna.

Strano, proprio strano questo paese dove si fanno controlli se i prezzi scendono, ma non si è fatto assolutamente nulla quando, all'avvento dell'euro, i prezzi sono aumentati del doppio!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Quando i correntisti faranno la fila in banca per svuotare il proprio c/c
Voglio vedere quanti immobili rimarranno in vendita

0 0
Vote up!
Vote down!

Già, in grecia e spagna già è panico

0 0
Vote up!
Vote down!

Praticamente tutti quelli che hanno investito comprando un'immobile, una casa da vent'anni a questa parte sono stati almeno sprovveduti e fessi, ma cosa dici i fessi e belli grossi sono stati quelli che hanno comprato casa dal 2004 in poi, a prezzi assurdi e incomprensibili. Il ritorno alla normalità che sta proggressivamente arrivando farà bene a tutto il settore, compreso agli schiavi dei mattonari che dovrebbero sottostare meno ai dictat dei loro padroni e ribellarsi ai loro deliranti voleri. Vi consiglio di visionare la miniserie televisiva radici, avete molto da imparare dallo spirito ribelle di kunta kinta.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma lo sapete che se un impreasa vende un alloggio meno del prezzo di mercato è possibile che l'agenzia dell'entrate gli manda i controlli. Lo dico perchè è capitato non perchè do aria alla bocca come quel cazzone di ezio bruna. E quando questi controlli arrivano che fanno? poi lo sa anche un bambino che i valori catastalisu cui si basano i controlli sono bassississimo, il -50% non ve lo toglie nessuno. Le mie propostine che un tempo venivano schernite adesso qualcuno inizia a prenderle in considerazione

0 0
Vote up!
Vote down!

Quando i correntisti faranno la fila in banca per svuotare il proprio c/c voglio vedere quanti immobili rimarranno in vendita quando voi mattonari non sapete come venirne fuori la buttate sul catastrofismo come i piu' pessimi film hollywoodiani. Siate seri, il default italico è molto ma molto lontano dal venire, e prima di questo le vostre case avranno subito un cosi ampio trattamento dimagrante dei prezzi che costerà di più la casetta dei puffi in un mercatino cinese.

0 0
Vote up!
Vote down!

E che me ne frega se la mia casa vale meno, mica devo venderla!
Il default dell'Italia è molto più vicino di quanto tu possa immaginare

0 0
Vote up!
Vote down!

E' dal 1986 che l'Italia è in default!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Chi fa soldi sono sempre gli stessi:
1) fondi che acquistano e gestiscono immobili "fottendo" i privati nell'attirare i loro risparmi da utilizzare come liquidità per poi andare ad investire comprando gli immobili a prezzi vantaggiosi da quei privati che devono svendere perchè sono sul lastrico!
2) banche/assicurazioni/fondi real estate che valorizzano a bilancio immobili ad un prezzo che non sarebbe mai realizzabile se dovessero venderli. Tutto questo unitamente ai mutui facili (soprattutto quelli fondiari) ha creato la bolla sugli immobili!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Le opinioni vanno rispettate tutte, però i fatti non sono opinioni. E i fatti dicono che:

- Quando, 2 anni fa, il prof. Bruna ha detto che i prezzi sarebbero scesi tutti parlavano di ripresa dietro l'angolo
- Le case in vendita su idealista.it a Roma sono passate da 6000 a 12000
- Le banche stanno rinviando di 6 mesi in 6 mesi il pignoramento di 50000 case
- Grossi enti come l'inps si preparano a vendere i propri immobili
- Arriva l'imu (e ancora pochi sanno quanto sarà e se se lo possono permettere)

Questi sono i fatti.
Poi, ovviamente, ognuno si comporterà in base alle proprie opinioni.

0 0
Vote up!
Vote down!

Misà che ezio bruna è uno di quelli che cerca di comprare casa....
Della serie "la volpe e l'uva"

Riguardo a "vendere" con ciò che dicono i tg sui prelevamenti di massa
Nelle banche di spagna e grecia qualche timore viene

0 0
Vote up!
Vote down!

Con l'imminente uscita dall'euro dell'Italia e conseguente ritorno alla lira(svalutata del 60%) chi è il pazzo che vende casa?meglio aspettare tempi migliori grande guru della politica e delle finanza leggiti questo. Prima le case non potevano deprezzarsi perché eravamo nell'euro e per la solidità delle banche italiane, ora che secondo te l'Italia sarebbe in procinto di uscire dall'euro le case dovrebbero magari aumentare ulteriormente di prezzo: dalla sezione economia del sito lettera43: il Tesoro, venerdì 11 maggio, ha piazzato sul mercato tutti i 7 miliardi di euro di Bot a 12 mesi maggio 2013 offerti, a fronte di 12,5 miliardi chiesti dagli investitori. Il tasso è sceso al 2,34% dal 2,84% del mese scorso. Piazzati anche tutti i 3 miliardi di euro di Bot trimestrali agosto 2012 offerti, a fronte di oltre 7 miliardi chiesti dagli investitori. Il tasso è allo 0,865%, in deciso calo dall'1,249% di aprile.

0 0
Vote up!
Vote down!

Con l'imminente uscita dall'euro dell'Italia e conseguente ritorno alla lira(svalutata del 60%) chi è il pazzo che vende casa?meglio aspettare tempi migliori Grande genio della finanza leggiti questo prima di renderti ridicolo con le tue allucinate affermazioni Dalla sezione economia del sito lettera 43 Il Tesoro, venerdì 11 maggio, ha piazzato sul mercato tutti i 7 miliardi di euro di Bot a 12 mesi maggio 2013 offerti, a fronte di 12,5 miliardi chiesti dagli investitori. Il tasso è sceso al 2,34% dal 2,84% del mese scorso. Piazzati anche tutti i 3 miliardi di euro di Bot trimestrali agosto 2012 offerti, a fronte di oltre 7 miliardi chiesti dagli investitori. Il tasso è allo 0,865%, in deciso calo dall'1,249% di aprile.

0 0
Vote up!
Vote down!

Seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ancora credi alle favole!
In caso di default (tempo 6 mesi) voglio proprio vedere la
Solvibilità dello stato italiano
Ah ah ah ah ah

Ps: ti sei accorto di ciò che succede nel mondo/europa
Svegliatiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

0 0
Vote up!
Vote down!

In caso di default (tempo 6 mesi) voglio proprio vedere la solvibilità dello stato italiano facci vedere dove hai letto che in 6 mesi lo stato italiano andrà in default tu pensi di essere più sveglio di chi rifinanzia il debito pubblico per miliardi di euro, tipo le banche? per ora comincia a pagare tutti gli aumenti e le tasse sulla casa, poi se ne riparla

0 0
Vote up!
Vote down!