Notizie su mercato immobiliare ed economia

Npl, Cerved: attesi sul mercato immobili per un valore di 25-30 mld

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Riflettori accesi sui crediti deteriorati. Secondo un’analisi del Cerved relativa al mercato degli Npl (Non perfoming loans), entro il 2020/2021 verranno collocati sul mercato a sconto immobili per un valore di 25-30 miliardi. Di questi l’80% sarà non residenziale. Un’opportunità per gli investitori internazionali e, di fatto, un mercato da gestire.

I dati sono stati presentati nel corso del Mipim di Cannes. Come evidenziato da Casa 24 del Sole 24 Ore, dal Cerved hanno fatto sapere che “in Italia lo stock di crediti deteriorati ha raggiunto, alla fine del terzo trimestre del 2016, i 329 miliardi di euro e tale ammontare include sia le sofferenze lorde (oltre 198 miliardi di euro) sia le inadempienze (120 miliardi di euro) che, nel giro di pochi mesi, potrebbero trasformarsi in vere e proprie sofferenze. Si tratta, quindi, di uno stock molto cospicuo, che grava sul sistema finanziario e produttivo del Paese”.

L'81% di queste sofferenze sono originate dalle imprese e sono coperte da garanzie reali per il 36% e da garanzie personali per il 23,3%.

Nell’analizzare la composizione, secondo Cerved Credit Management stima che oltre 50 miliardi saranno legati a crediti ipotecari. Il valore degli immobili a garanzia delle sofferenze sarà costituito da proprietà residenziali per circa 7 miliardi di euro e per 16 miliardi da edifici non residenziali (commerciali, alberghi ecc.). 

Si crea così, secondo Cerved Credit Management, un nuovo tipo di mercato, tutto da gestire, e che richiede competenza trasversali, ovvero professionisti qualificati che dovranno essere capaci di gestire non solo la vendita degli immobili ma anche la loro riqualificazione per poterli immettere nuovamente sul mercato.