Notizie su mercato immobiliare ed economia

L'istat sotto accusa: i disoccupati sono più di quelli dichiarati

Autore: Redazione

Il tasso di disoccupazione in Italia, in particolare al sud, sarebbe molto più elevato di quello calcolato dall’istat. Stando ai dati della cgia di mestre, infatti, a livello nazionale si colloca al 10,2%, quasi 2 punti in più sull’istat (8,4%).  Il tasso medio al meridione si attesta al 17,2%

In Campania, la disoccupazione, sempre secondo gli artigiani di mestre, è al 20,1% (5,8 punti in più rispetto al dato ufficiale calcolato dall’istat), in Puglia al 17,5% (+4), in Calabria al 17,3% (+ 5,7) e in Sicilia al 16,8% (+1,8).

In termini assoluti l’esercito dei disoccupati reali sarebbe composto da oltre 2.621.000 persone: ben 528.592 in più rispetto al numero ufficiale. "L’esercito dei nuovi scoraggiati – dice Giuseppe bortolussi, segretario della cgia – si concentra prevalentemente al sud. Tra le oltre 528.500 persone che in questi ultimi 2 anni di profonda crisi hanno deciso di non cercare più un lavoro, oltre il 61% del totale risiede nelle regioni del mezzogiorno.  È evidente che una gran parte di queste persone è andata ad alimentare l’abusivismo e il lavoro nero con gravi ripercussioni per quelle aziende che, nonostante le difficoltà economiche, sono rimaste in attività"

 

Articolo visto su
(Agenzia)