Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agenti immobiliari sempre più tecnologici: come sta cambiando il mestiere di vendere case

idealista.it è il portale più utilizzato dagli agenti immobiliari

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Mettici la normale evoluzione tecnologica, mettici la pandemia che ha imposto vie più virtuali alla commercializzazione degli immobili. Il risultato è un agente immobiliare sempre più tecnologico. Chi è l'agente immobiliare di oggi? Come la digitalizzazione e la tecnologia hanno influenzato un settore che per tradizione fa fatica ad innovare? Le risposte dal report "La digitalizzazione dell'agente immobiliare", edito da OID - Osservatorio Immobiliare Digitale.

Come diventare un agente immobiliare del futuro

L’indagine ha coinvolto 500 partecipanti per capire, attraverso 41 domande, quanto la cultura digitale e la tecnologia influenzano la mediazione immobiliare in Italia. Le risposte fornite raccontano un professionista ha acquisito competenze digitali, consapevolezza sul mondo che lo circonda ed il cambiamento costante che il mercato vive.

La pandemia del 2020 ha giocato un ruolo chiave nell'accelerare questi processi. Permane la dipendenza dal "portale di annunci immobiliari", ma è aumentata l'esplorazione di nuovi canali pubblicitari. Sul piano della comunicazione c'è voglia di fare, come testimoniato dal forte utilizzo dei social media e dall'aumento di blog personali ed aziendali.

La criticità risiede nella generazione di contenuti personalizzati e qualitativi in grado di parlare al mercato di riferimento. Sono emerse nuove dinamiche legate all'utilizzo di videochiamate e servizi di messaggistica. L'utilizzo di tools di valutazione immobiliare si è diffuso insieme ad applicazioni per presentare gli immobili e gestire il lavoro di backoffice dell'agenzia.

È crescente l'interesse verso l'internazionalizzazione della propria attività con lo scopo di creare opportunità di collaborazione con i mercati esteri. A margine del tema digitale, risulta altrettanto marcato l'interesse verso una formazione dal respiro internazionale, che conferisca riconoscibilità e certificazione delle competenze acquisite.

Diego Caponigro, Presidente OID sostiene che: "il percorso di cambiamento degli addetti ai lavori è lento, ma concreto e progressivo. La pandemia ha dato un notevole impulso alla digitalizzazione che si è resa necessaria per mandare avanti le attività. Davanti all'emergenza il settore ha saputo cambiare anche grazie ad una ricca offerta di soluzioni messe a disposizione dalle tante aziende che compongono l'ecosistema dei servizi".

Rispetto alla contrapposizione tra modelli agenziali digitali e tradizionali Gerardo Paterna, Vicepresidente OID ha una visione molto chiara: "Il digitale non è appannaggio di uno o dell'altro. Si tratta di un'evoluzione che coinvolge tutti, alcuni sono più reattivi nel cogliere l'opportunità, altri meno. La vera sfida è quella di mediare l'efficienza e la trasparenza del digitale con quel presidio e quella cultura territoriale che fanno la differenza nell'interazione tra brand e consumatore".

Agenti immobiliari e tecnologia: le caratteristiche

Ecco quindi le caratteristiche del “nuovo” agente immobiliare:

  • Età: la fascia più nutrita è quella degli agenti dai 46 ai 54 anni, il 39% del totale. Il 33,8% ha più di 20 anni di esperienza e parla inglese nel 60% dei casi.
  • Tecnologie utilizzate: Android e iOs si dividono equamente la platea di professionisti dell’immobiliare mentre per quanto riguarda i computer, Microsoft è decisamente preferito a Apple con una quota del 67,7%. Google Drive è la tecnologia cloud privilegiata dal 45% circa degli agenti. Vario è l’utilizzo di software gestionali come diffusa è la presenza di siti web personali.
  • Social: Linkedin, Facebook e Instagram sono ormai saldamente radicati nelle abitudini di vendita, per oltre i tre quarti della popolazione considerata. Quanto agli strumenti per le video conferenze, la metà degli intervistati utilizza Zoom mentre per la messaggistica Whatsapp la fa assolutamente da padrone, con quasi il 90% delle preferenze.
  • Portali di annunci: sono ampiamente utilizzati i portali di annunci immobiliari come idealista.it, che risulta il più utilizzato in assoluto con circa il 28% delle preferenze.
  • Presentazione degli immobili: per far percepire al meglio lì immobile in vendita, gli agenti ricorrono sempre più spesso ai software di editing video (oltre l’81% dei rispondenti), mentre ancora molto va fatto in termini di virtual tour, che ancora non viene utilizzato dal 54,7% dei professionisti.
  • Formazione: è forte il desiderio degli agenti immobiliari di approfondire le proprie competenze acquisendo possibilmente una certificazione di valenza internazionale. Sono orientati in questo senso circa l’85% dei rispondenti.