Notizie su mercato immobiliare ed economia

I segreti che possiamo imparare dagli uffici più sostenibili del mondo

Autore: Redazione

Autore: Hoja De Router (collaboratore di idealista news)

Ogni anno le aziende aumentano gli investimenti per la realizzazione di uffici più sostenibili, che diano benefici sia all’ambiente sia ai dipendenti. BREEAM, uno dei sistemi di classificazione dell’efficienza energetica più diffuso, permette di conoscere, grazie alle sue valutazioni, quali sono gli edifici più verdi del pianeta. Pannelli solari, raccolta di acqua piovana e un’attenta pianificazione sono solo alcuni dei segreti di queste strutture.

Gli uffici di Deloitte e quelli della società Geelen Counterflow in Olanda, la sede della Fondazione David and Lucile Packard negli Stati Uniti (creata dal fondatore di HP e da sua moglie), o l’edificio che ospita gli uffici One Embankment Place nel Regno Unito sono alcune delle costruzioni più sostenibili del mondo. Da queste possiamo imparare una serie di segreti per migliorare l’efficienza energetica.

Il riutilizzo dell’energia

Le aziende più sostenibili non solo cercano di usare l’energia pulita, ma vogliono anche generare energia supplementare. Il nuovo ufficio di Geelen Counterflow, una società olandese che produce asciugatrici e frigoriferi per l’industria alimentare, è stato definito il più efficiente al mondo grazie a un punteggio di 99,94% nel sistema di certificazione BREEAM. La sua nuova sede genera il 50% in più di energia solare di quella che serve, così l’energia supplementare viene utilizzato nella fabbrica.

Anche The Edge, il nuovo complesso per uffici di Deloitte ad Amsterdam, è uno degli edifici più sostenibili, grazie a un orientamento basato sul percorso naturale del sole. Nella zona nord ha una facciata in vetro che permette l’ingresso della luce naturale al 60%, mentre a sud ha una facciata dotata di pannelli solari su tutte le superfici che non sono finestre.

La cura per l’illuminazione d’interni

Nell’edificio The Edge le luci si graduano in base alle preferenze dei dipendenti. Sono necessarie solo 6.000 lampadine LED a basso consumo. Tutti gli uffici sostenibili scelgono luci che consumano poca energia e si distinguono per essere utilizzate solo in assenza di luce naturale.

L’efficienza degli edifici inizia dai materiali

Molti di questi uffici utilizzano materiali che non danneggiano l’ambiente e possono essere riutilizzati. Gli uffici centrali della Fondazione David e Lucile Packard, in California, sono stati costruiti con il 95% dei materiali provenienti da altri edifici esistenti. Inoltre, la costruzione in legno è anche un punto chiave perché genera poca CO2.

Vista verso l’esterno e zone verdi

Le aziende si preoccupano del fatto che i propri dipendenti abbiano una vista verso l’esterno, dal momento che poter essere vicino a una finestra e godere della luce del sole e di una buona vista si lega a una maggiore produttività. Pertanto, gli uffici sostenibili cercano di far sì che tutti i dipendenti si trovino a un massimo di 10 metri da una finestra. Così si riduce il rischio di affaticamento degli occhi e la monotonia di uno spazio chiuso. A volte vengono installate anche pareti verdi.

Uffici ben posizionati

Gli uffici sostenibili devono essere accessibili con i mezzi pubblici e la bicicletta. The Edge è situato nel centro di Amsterdam e vanta 500 posti per lasciare le biciclette e ottimi collegamenti. Il One Embankment Place di Londra, uno degli edifici più sostenibili, ha docce per quei dipendenti che si recano a lavoro in bicicletta.

Salute e benessere per i dipendenti

Un ufficio sostenibile pensa anche al benessere dei propri dipendenti e dei suoi vicini. Ma come rendere la vita più facile ai lavoratori? Oltre alla vista verso l’esterno e agli spazi verdi, The Edge ha sviluppato applicazioni che indicano dove parcheggiare e dove sedersi a seconda delle esigenze della giornata.

Questo edificio è il posto di lavoro di 2.500 dipendenti di Deloitte, ma ha solo 1.200 tavoli. La società utilizza l’“hot desking” per ottimizzare l’uso dello spazio: l’applicazione assegna un posto di lavoro ai dipendenti in base alle loro esigenze. Gli edifici controllano anche la luce interna ed esterna, il riscaldamento e il raffreddamento, in modo che la temperatura, l’illuminazione e l’ambiente siano sempre nelle migliori condizioni.

L’acqua, fattore di sostenibilità

Un’altra delle caratteristiche comuni di molti di questi uffici è la capacità di utilizzare l’acqua piovana. The Edge o il Bullitt Center, l’edificio commerciale e sostenibile della Fondazione Bullitt, impiegano un sistema che raccoglie l’acqua piovana e la riutilizza per i servizi igienici e il riscaldamento. The Edge ha anche un sistema di accumulo di energia termica situato a circa 130 metri di profondità che genera tutta l’energia necessaria per la climatizzazione dell’edificio.

Il riciclo e l’ottimizzazione come elemento verde

Il riciclo è la chiave per un ufficio verde. Oltre a ridurre al minimo lo spreco di carta, bisogna ricordare di non lasciare il computer in modalità stand by e di riciclare tutti i rifiuti. Utilizzare il cloud per lavorare consente inoltre di risparmiare energia e lavoro di ufficio. L’acquisto di prodotti verdi, riciclati e biodegradabili è un altro segreto.

L’analisi dei dati, fonte di risparmio

A The Edge, Deloitte analizza i dati per capire come interagiscono i dipendenti e l’edificio. L’analisi di queste informazioni permette di sapere come cambia l’uso di energia o quando è necessario sostituire le macchine del caffè. Nei giorni in cui un minor numero di dipendenti si reca in ufficio, consentendo il lavoro da casa, alcuni reparti vengono chiusi per ridurre i consumi.

L’innovazione costante

L’innovazione porta ad efficienza verde. Le aziende possono trovare sempre nuove idee per mantenere basse emissioni di anidride carbonica e integrarsi con l’ecosistema che le circonda. In Olanda, Geelen Counterflow, campione degli uffici sostenibili, ha un giardino naturale con piante autoctone e fiori.

Ci sono anche posti per i nidi di uccelli, insetti, pipistrelli e anfibi. Idee come quelle illustrate possono fare una grande differenza nell’interazione dell’edificio con l’ambiente.