Notizie su mercato immobiliare ed economia

Legge di Bilancio 2018, le proposte dell'Ance per l'edilizia

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Chiamata in audizione presso le Commissioni Bilancio di Camera e Senato a parlare della legge di Bilancio 2018, l'Associazione nazionale dei costruttori edili (Ance) ha presentato le sue particolari proposte di modifica della manovra. Misure che hanno lo scopo di rilanciare il settore, avviando un serio progetto di riqualificazione e rigenerazione del patrimonio edilizio del nostro Paese.

Ecco le proposte che fanno parte del progetto di riqualificazione auspicato dall'Ance:

  • proroga fino al 2020 della detrazione Irpef commisurata al 50% dell’Iva dovuta sull’acquisto di abitazioni in classe energetica A o B;
  • estensione alle zone a rischio sismico 2 e 3 della detrazione Irpef 75%/85% del prezzo di vendita (fino a un massimo di 96.000 euro) per l’acquisto di case antisismiche, cedute dalle imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e derivanti da interventi di demolizione e ricostruzione, anche con variazione volumetrica;
  • applicazione fino al 2021 delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa (pari a 200 euro ciascuna) all’acquisto di immobili da parte di impresa che, entro i 5 anni successivi, si impegni alla ricostruzione degli stessi in classe A;
  • rimodulazione dei benefici fiscali “ecobonus” e “sismabonus” in funzione dell’immobile su cui si interviene, commisurando le premialità, se trattasi di opificio o altro immobile strumentale, a una predeterminata superficie (es. ogni 200 mq di superficie utile catastale).