Notizie su mercato immobiliare ed economia

Sull'immobiliare francese è calato il grande freddo

Autore: Redazione

L'Italia non è l'unico paese ad aver sofferto un crollo nelle compravendite immobiliari. Nella vicina francia il 2012 si è chiuso infatti con una vera batosta: meno 20% di transazioni, rispetto alle 805.000 del 2011. Il mercato d'oltralpe, da sempre una garanzia, è malato Como il nostro: di crisi, di assenza di mutui e di incertezze sul futuro

Sebbene manchino ancora gli ultimi dati, le proiezioni parlano di 640mila contratti chiusi nel 2012. In forte calo anche gli investimenti a scopo locativo a parigi, che perderà probabilmente quest'anno la palma di cassaforte sicura mondiale

Fuori dalla capitale, dove tuttavia i prezzi su cifre da capogiro, le diminuzioni dei prezzi sono già in corso. Nelle città medie, come dijon, stiamo parlando già di valori che a fatica mantengono i 2000 euro al mq. Secondo il reportage de le monde, inoltre, anche laddove in apparenza i listini non scendono si tratta solo di una calma apparente, che viene poi smentita in fase di trattativa. La situazione francese è insomma molto simile alla nostra

Le cose vanno anche peggio per il nuovo. La federazione dei promotori immobiliari francesi ha reso pubbliche le cifre di un tracollo: meno 30% nel 2012 rispetto al 2011, con appena 70mila compravendite effettuate e un calo del 50% negli investimenti