Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il pagamento dell’affitto nel Regno Unito ha già eroso un terzo dei redditi di molti inquilini

Autore: Redazione

Nel Regno Unito gli affitti cominciano ad essere alle stelle, soprattutto se confrontati con lo stipendio medio della maggior parte degli inquilini. Secondo un rapporto della Bbc, l’aumento dei prezzi del mercato immobiliare che sta registrando il Paese britannico ha acceso i riflettori sullo sforzo finanziario che deve essere fatto dagli inquilini per pagare l’affitto mensile.

In particolare, lo studio afferma che nella maggior parte dei distretti, quartieri e città (142 zone in totale), lo sforzo finanziario è almeno del 30%, il che significa che quasi un terzo del reddito degli inquilini viene speso per l’affitto della casa.

Lo scenario sembra essere piuttosto complicato a Londra. Per esempio, il costo di un monolocale supera 1.000 sterline al mese a Camden, Kensington, Chelsea, Southwark e Westminster. Tradotto in euro, stiamo parlando di 1.200 euro al cambio attuale.

Ecco è la classifica delle aree più costose di Londra:

Ma la capitale non è un’eccezione. Secondo la Bbc, gli inquilini pagano per l’affitto più del 30% del loro reddito anche nel sud-est del Paese (come Oxfordshire e Surrey), in alcune aree settentrionali (Manchester, Salford o York) e in città come come Nottingham e Birmingham.

“Si tratta di una situazione completamente insostenibile. Se gli affitti non caleranno, la capitale e la sua area di influenza inizieranno a perdere lavoratori e questo indebolirà l’economia nazionale “, ha affermato Dan Wilson Craw, responsabile di Generation Rent.