Notizie su mercato immobiliare ed economia

Una curiosa scuola in India per promuovere l'educazione delle donne

Vinay Panjawi|Citta
Vinay Panjawi|Citta
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

Ecco una scuola in India davvero particolare. Costruita con sabbia locale tagliata a mano nel deserto del Thar, nel nord dell'India, la Rajuni Ratnavati ha l'importante obiettivo di diventare uno spazio sicuro per promuovere l'istruzione delle ragazze nella regione. Nello specifico, questo centro accoglierà quattrocento studentesse di età compresa tra i 5 e i 16 anni provenienti dai vicini villaggi di Jaisalmer e Rajasthan.

L'artefice di questo progetto è lo studio newyorkese Diana Kellogg Architects. Dal punto di vista estetico, in questa scuola in India spiccano le forme ovali. Costruita con sabbia di provenienza locale, modellata a mano, la struttura a forma di forte di 836 m2 è composta da tre elementi circolari. Questi sono costituiti da un grande muro esterno che circonda il perimetro della scuola, un muro interno che racchiude e circonda le aule, nonché un cortile ovale. Il cortile segna il centro della scuola e riprende la forma delle mura di cinta. Sezioni dei muri in pietra sono state forate per rinfrescare lo spazio e proteggerlo dal sole.

Delle porte in legno conducono dal cortile a un laboratorio informatico e a 10 aule collegate da una serie di corridoi. Le aperture del lucernario nelle aule creano un effetto di luce screziato durante il giorno e consentono una ventilazione naturale. Una rampa tra le pareti forate forma un corridoio ombreggiato che conduce a un corridoio rialzato fino al soffitto. Il parapetto forato che circonda l'esterno si restringe in altezza. Il suo design è una reinterpretazione degli schermi a traliccio Jali, che sono tradizionalmente utilizzati per fornire privacy. Un pavimento a mosaico di piastrelle blu corre lungo la passerella, creando un contrasto luminoso e fresco con la pietra gialla.

Lo studio ha inserito anche sistemi di raccolta dell'acqua per utilizzare l'acqua piovana in tutta la scuola. I pannelli solari che alimentano le luci e i ventilatori sono stati installati in una struttura in acciaio sul tetto, che funge da pensilina ombreggiata e da area giochi per i bambini.

Un progetto solidale e necessario

Il Rajasthan è il terzo Stato indiano più grande con una popolazione di quasi 60 milioni e un tasso di alfabetizzazione maschile del 79%. Tuttavia, è la regione con il tasso di alfabetizzazione femminile più basso, al 53%. Il dato è ancora peggiore nelle aree rurali, dove vive l'80% della popolazione del Rajasthan e dove l'alfabetizzazione femminile supera appena il 30%. Il Rajasthan, inoltre, ha un alto numero di matrimoni precoci e un tasso sorprendentemente alto di infanticidio femminile. "Il circolo vizioso dell'infanticidio femminile, dei matrimoni precoci e dell'istruzione inadeguata conduce intere comunità, in particolare le donne, a una vita di povertà e disoccupazione", sottolineano da CITTA.

La scuola femminile in India fa parte di un progetto più ampio che punta a migliorare la parità di genere nella regione attraverso la Cooperativa delle Donne. Mentre le ragazze vengono educate alla scuola femminile, artigiani locali insegneranno alle madri e ad altre donne le tecniche di tessitura e ricamo della regione di Jaisalmer.

Queste lezioni conserveranno e miglioreranno le tecniche tradizionali per promuovere l'indipendenza economica delle donne, delle loro famiglie e delle loro comunità. Inoltre, mettere in contatto queste donne con designer contemporanei garantirà la creazione di articoli di qualità per il mercato globale, diversificando e stimolando così l'economia locale. "CITTA ha già instaurato rapporti con mercati di alto livello per creare prodotti in coordinamento con la Cooperativa delle Donne che portino reddito alla comunità, educazione, indipendenza", si legge sul sito web.