Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui, il fondo di solidarietà si è inceppato prima di partire

Autore: Redazione

Solo pochi giorni fa vi abbiamo annunciato la creazione di un fondo di solidarietà per i mutui prima casa (vedi notizia). Secondo le indicazioni del ministero del tesoro doveva essere operativo già dal 2 settembre. Ma invece il fondo, destinato a chi è in difficoltà con la rata del mutuo, dovrà aspettare ancora un po'. Dal ministero non sono pronti e sul sito web destinato al servizio campeggia tristemente la scritta "errore"

Cosa è successo? il testo dei regolamenti attuativi lascia troppi dubbi e servono altri adempimenti da parte del ministero. Ricordiamo che il fondo fu approvato ben 3 anni fa e, per la sua messa in funzionamento, mancavano proprio i regolamenti attuativi. Finalmente approvati, pare che siano carenti di specifiche necessarie al corretto funzionamento del fondo. E dire che su questa iniziativa aveva fatto pressioni persino il presidente napolitano, affinché venisse messa in atto al più presto

Il ministero dovrà selzionare adesso il gestore, una società a capitale interamente pubblico che avrà compiti fondamentali per il corretto funzionamento del fondo. In primo luogo dovrà realizzare e gestire il sito web, che, come dicevamo, attualmente non esiste ed era già stato annunciato, tant'è vero che se ne conosce l'indirizzo

I compiti del gestore saranno fondamentali, perché dovrà gestire e verificare la documentazione che invieranno la banche, che a lor volta le riceveranno dai richiedenti. Si tratta di questioni così importanti che per organizzarle tutte ci vorranno mesi

I dubbi del resto sono numerosi. Potrà accedere al fondo chi ha un mutuo con cap il testo attuale parla solo di fisso o variabile. Potrà accedere chi ha già usufruito del piano famigliedell'abi? a chi fa riferimento il tetto dei 30mila euro di reddito? ai soli intestatari o al nucleo familiare completo? si attendono risposte dal ministero del tesoro; per il momento il fondo non partirà dal 2 settembre

Articolo visto su
(Il sole 24 ore)