Notizie su mercato immobiliare ed economia

4 giovani su 10 lascerebbero l'Italia e la francia è il paese più ambito

foto: walizka (morguefile.com cc)
Autore: Redazione

 Il 40% dei giovani pensa che vivere in Italia sia una sfortuna e lascerebbe volentieri il nostro paese. Nel frattempo 4 milioni di connazionali sono i nuovi italiani all'estero, ripartiti soprattutto in europa e stati uniti, ma anche in sudafrica e australia. Sono solo alcuni dei dati del rapporto sugli italiani nel mondo pubblicato dalla fondazione migrantes

 

Quasi il 40% dei 25-34enni ritiene che vivere in Italia sia una sfortuna e ben il 40,6% degli intervistati (di tutte le fasce di età) si trasferirebbe volentieri all'estero

La precarietà lavorativa è indicata al primo posto tra i mali italiani: lo sottolinea il 43,5% dei 18-24enni e il 33,6% dei 25-34enni. Seguono, nell’ordine, la mancanza di senso civico (20,6%), l’eccessivo livello di corruzione (19,1%), la classe politica (15,2%), la condizione economica (8,6%), il tasso di criminalità (3,9%) e lo stato del welfare (1,3%)

Alla domanda si trasferirebbe all'estero?, il 62,9% degli abitanti di Sicilia e Sardegna non lo farebbe mai (nonostante le preoccupazioni per il lavoro e tutti i gravi problemi di quelle aree geografiche, a partire dall'economia), contro il 49,1% degli abitanti del nord- ovest. Gli intervistati più disposti a trasferirsi vivono al centro (49,4%). Il 40% ha dichiarato che non cambierebbe mai paese

Guardando alle fasce di età, i più bendisposti ad andarsene hanno tra i 25 e i 34 anni (50,9%). Ma dove si trasferirebbero gli aspiranti emigranti? in francia (16,5%), stati uniti (16,1%), spagna (14,3%), inghilterra (11,9%) e germania (10,1%). Seguono svizzera, austria, svezia, canada, olanda, brasile, danimarca e norvegia

 

Articolo visto su
(Agenzia)