Notizie su mercato immobiliare ed economia
stereotipi sull'affitto
stereotipi sull'affitto

stereotipi sull'affitto

4 stereotipi da sfatare sugli affitti

Autore: team

In Italia la casa di proprieta è predominante sull'affitto e in virtù di questa tendenza nazionale spesso si affermano alcuni stereotipi nell'eterno dibattito "è meglio comprare o affittare". Ve ne presentiamo 4, da sfatare subito

1. Chi affitta butta i soldi: non è vero, semplicemente si paga per un servizio che si riceve, come per qualsiasi altro servizio. È una scelta che ha i suoi pro e i suoi contro, tanto per l'inquilino, quanto per il proprietario e che si riferisce a vari fattori, sociali, culturali ed economici. Ma con economici non intendiamo il fatto di potersi permettere o no una casa di proprietà. Per esempio la maggior parte dei tedeschi (circa il 60%), che hanno gli stipendi ben più alti dei nostri, vivono in affitto

2. Il proprietario vive di rendita: esiste l'idea che i proprietari siano tutti ricchi speculatori con infiniti immobili. Niente di più sbagliato, dato che la maggior parte sono invece piccoli proprietari che sulla casa (sempre che dichiarino l'affitto) pagano tasse, lavori condominiali, spese di mantenimento e assumono il rischio di inquilini insolventi

3. Pagare il mutuo e pagare l'affitto è lo stesso: le cose non stanno proprio così. L'affitto è interamente una spesa, mentre nella rata del mutuo c'è una quota di spesa, gli interessi, e una quota di risparmio, la quota di restituzione del capitale prestato. Tale quota può essere considerata un risparmio solo se la casa non perde valore; se invece diminusce di prezzo il risparmio si traforma in un costo. La cosa importante è fare un calcolo finanziario serio per confrontare le due situazioni e non risolvere tutto in modo semplicistico

4. È uguale vivere in una casa in affitto o in una di proprietà: anche questo è falso. In una casa di proprietà, alla fine, ci si impegna di più, per il mantenimento delle installazioni, la cura dei dettagli, l'attenzione alla sicurezza e allo stato di salute dell'abitazione. Si possono fare i lavori di ristrutturazione che si vuole ma, allo stesso tempo, se si è in una fase della vita in cui si ha bisogno di maggiore libertà e leggerezza, la casa in affitto impegna di meno

Leggi anche:

10 consigli per affittare casa e andare d'accordo con il proprietario

Articolo visto su
(idealista.it/news)
Pubblicità

Ricevi la nostra selezione di notizie sulla tua e-mail