Notizie su mercato immobiliare ed economia

Case, nomisma anticipa che non ci sono segnali di ripresa

Autore: Redazione

A fine anno saranno soltanto 575mila le compravendite immobiliari: in calo di oltre il 6% rispetto al 2010. Stime ancora al ribasso quelle di nomisma sul quarto trimestre 2011. Nessun segnale positivo, dunque. I prezzi non scendono, si allungano i tempi di vendita e il mercato è sempre più ingessato

Ad anticipare i dati generali del rapporto è casa24 che parla di un peggioramento dopo che tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011 c'erano stati segnali incoraggianti. In tempo di crisi, poi, il mattone non è neanche più un bene rifugio visto che sembra seguire gli andamenti degli investimenti finanziari

Secondo Luca dondi, responsabile del settore immobiliare di nomisma "lo scenario pessimistico tracciato prima dell'estate a proposito delle compravendite, alla luce dei nuovi dati risulta verosimile"

Lo scenario potrebbe essere, se confermato dagli operatori, di meno di 575mila compravendite di abitazioni, a fronte dei 612mila, un 6% meno, dell'anno scorso

D'altra parte il calo di pochi punti percentuali del prezzo non è considerato sufficiente dalle aspettative ribassiste degli acquirenti. E chi vuole investire nel mattone, aspetta

Si allungano così anche i tempi di vendita: a Roma, ad esempio, ci vogliono sei mesi e mezzo per vendere una casa, e sei mesi e mezzo a Milano, a fronte di una media inferiore al 5% del secondo trimestre 2007