Notizie su mercato immobiliare ed economia

E se il 2012 fosse l'anno dell'affitto?

Autore: Redazione

Con le compravendite in discesa molti proprietari di case potrebbero decidere di ritirare il proprio immobile dal mercato della vendita e di ricollocarlo su quello dell'affitto. Inoltre, con l'imu che incalza, e in alcune città colpirà più pesantemente le abitazioni sfitte, la locazione potrebbe essere la vera protagonista del mercato 2012

Vediamo infatti le possibilità che hanno gli attori in gioco:

Proprietari. Per chi non ha debiti o non ha bisogno di liquidità non c'è nessuna fretta di vendere. Ma le tasse inclazano e la prossima riforma del catasto potrebbe modificare completamente il panorama fiscale della prorpietà immobiliare. Diversi comuni, inoltre, aumenteranno l'imu sulle seconde case sfitte, dato che la legge consente loro di innalzare l'aliquota. Lasciare una casa vuota potrebbe quindi diventare assi costoso e, sebbene in molti abbiano paura di affittare per il rischio morosità o danni, la cedolare secca e le garanzie sull'affitto che cominciano a diffondersi potrebbero far cambiare le cose

Mutui
. Salvo cambiamenti improvvisi, per tutto il 2012 il costo di un credito per la casa si manterrà alto. L'euribor basso, invece, farvorisce chi un mutuo ce l'ha già, ma il differenziale che le banche applicano in questo momento scoraggia i futuri mutuatari

Acquirenti. Chi ha bisogno di una casa per andarci ad abitare non può certo aspettare che passi la crisi. Le Giovanni coppie, i separati, i trasfertisti, chi trova un primo impiego, o le famiglie a cui nasce un figlio, trova la strada dle mutuo sbarrata e dovrà in molti casi decidersi per l'affitto. Ma la sopresa potrebbe essere una maggiore offerta del normale

Le condizioni ci sono tutte perché il 2012 sia l'anno dell'affitto

 

 

 

Articolo visto su
(La gazzetta dello sport)