Notizie su mercato immobiliare ed economia

Uno scenario apocalittico aspetta la grecia fuori dall'euro

Autore: Redazione

Per atene è cominciato ormai il conto alla rovescia. Ne sono consapevoli i cittadini che stanno cominciando a svuotare i loro conti in banca e sembra anche chi si stia già occupando di stampare nuove dracme. Ciò che manca è solo una conferma ufficiale da parte dei leader europei. Ad esserne convinto è il famoso quotidiano tedesco la bild che in un editoriale firmato da nikolaus blome parla del paese ellenico come di una nazione da ricostruire al pari di un paese in via di sviluppo

La stessa banca nazionale greca si è preoccupata di dipingere lo scenario post euro. E non è certo idilliaco. A farne i conti sarebbe prima di tutto il pil del paese, che si ridurrebbe di un quarto, mentre la disoccupazione e l'inflazione aumenterebbero rispettivamente del 34% e del 32%. E che dire del reddito medio? scenderebbe dai 19.400 euro lordi attuali ad appena 8700, ovvero a livelli ancora più bassi dei paesi dell'europa dell'est. Il valore degli immobili e dei depositi bancari si dimezzerebbe, mentre la vecchia (o nuova?) moneta si svaluterebbe di oltre il 65%

A dire l'ultima parola saranno le elezioni del 17 giugno. Anche perché, secondo tutti i sondaggi, a contendersi la vittoria saranno nea dimocratia, di centro destra, e syriza, la coalizione delle sinistre che ha fatto dell'antieuropeismo il suo cavallo di battaglia. Tanto che venerdì il leader della coalizione, alexis tsipras, ha annunciato di voler annullare il memorandum sugli aiuti e le misure di austerità firmato con il fondo monetario internazionale e l'unione europea