Notizie su mercato immobiliare ed economia

Dalla no tax area all'aumento del canone, tutte le novità che investiranno la legge di stabilità

Autore: Redazione

Appena cominciato il suo iter parlamentare la legge di stabilità è stata investita da una pioggia di emendamenti che rieschiano di stravolgerla completamente. Se su alcuni è guerra aperta, altri trovano il placet delle due anime della maggioranza. Ecco tutte le novità più interessanti delle ultime ore

- No tax area sotto i 12mila euro- pd e pdl cercano un accordo per ridurre il Cuneo fiscale sul lavoro. La prima proposta è l'esenzione irpef dei redditi inferiori ai 12000 euro. La copertura (1,8 miliardi) sarebbe garantita dai taglia di spesa delle amministrazioni pubbliche

Tassazione del 10% sul salario di produttività- l'ex ministro del lavoro maurizio sacconi ha proposto di tassare tutto il salario di produttività al 10% sostituendo così il taglio del Cuneo fiscale. L'imposta al 10% si applicherebbe solo ai redditi inferiori ai 40000 euro annui su una retribuzione lorda non superiore ai 6000 euro

Condono fiscale e tobin tax. I due emendamenti proposti dal pdl ripresentano la sanatoria fiscale e contributiva dei debiti pregressi fino al 31 dicembre 2012 senza corrispondere gli interessi di mora e sanzioni con il pagamento di una somma pari all'80% dell0imposta iscritta al ruolo. Per quanto riguarda la tobin tax si è proposto di ridurre l'imposta sulle transazioni finanziarie, proprio mentre il pd propone di alzarla

Vendita stabilimenti balneari- per coprire le minori entrate della tuc, il pdl ha proposto la vendita degli stabilimenti balnerai con diritto di prelazioni sugli attuali titolari delle concessioni

Canone rai. Su questo punto c'è un'intesa perfetta tra pd e pdl. Entrambi propongono di aumentare il canone rai di 6 euro a partire dal 1 gennaio