Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus affitto 2021, le istruzioni per la domanda di contributo a fondo perduto

slightly_different da Pixabay
slightly_different da Pixabay
Autore: Redazione

Per scoprire come funziona la domanda per il bonus affitto 2021 per la riduzione del canone l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti sulla procedura. Vediamo come richiedere il contributo a fondo perduto e quando è prevista la scadenza per la richiesta.

I proprietari di immobili a uso abitativo, infatti, fino al 6 settembre possono richiedere il bonus affitto 2021, ovvero un contributo a fondo perduto (fino a un massimo di 1.200 euro) nel caso in cui si sia rinegoziato il canone di locazione della casa al ribasso.

Si tratta di una misura contenuta nel decreto Ristori (da non confondere con il credito di imposta previsto per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione per il canone di locazione versato). Nel dettaglio, la domanda per il bonus affitto 2021 deve essere inoltrata dai proprietari di immobili a uso abitativo all’Agenzia delle Entrate in via telematica.

Per richiedere il bonus affitto 2021, è necessario accedere all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Per farlo, ci si può autenticare tramite diverse tipologie di credenziali:

  • SPID Sistema Pubblico dell’Identità Digitale;
  • CIE Carta di Identità Elettronica;
  • Entratel /Fisconline;
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Una volta effettuato il log in, la domanda di accesso al bonus affitto 2021 per la riduzione del canone è disponibile nella sezione “agevolazioni”. Da qui si può specificare se la richiesta di contributo a fondo perduto viene effettuata per sé stessi o se si inoltra in qualità di tutore. Dopodiché sarà possibile cliccare direttamente su “compila e invia l’istanza per il contributo”.

Una volta aperta la procedura di domanda per il bonus affitto 2021, quindi, si apre un menu a tendina con i contratti di locazione di immobili a uso abitativo per i quali il richiedente risulta essere locatore alla data del 29 ottobre 2020. Il richiedente può selezionare i contratti con i requisiti previsti e oggetto di rinegoziazione del canone per l’anno 2021:

  • con decorrenza pari o successiva al 25 dicembre 2020;
  • che dovrà essere accordata entro il 31 dicembre 2021.

Una volta completato anche questo passaggio dall’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, verrà visualizzato l’effettivo modulo di domanda per il bonus affitto già precompilato nella parte che riguarda i “Dati del contratto di locazione registrato” del quadro A. Bisogna però cliccare sulla casella con cui si dichiara il possesso dei requisiti per poter richiedere il contributo a fondo perduto:

  • l’immobile oggetto della locazione è ubicato in un comune ad alta tensione abitativa;
  • costituisce l’abitazione principale del conduttore.

Successivamente, vanno compilati i campi sul contratto di locazione e alle rinegoziazioni, bisogna confermarle cliccando sul pulsante “Acquisisci i dati del contratto”, dati che dovranno essere confermati anche nello step successivo. A questo punto il sistema dell’Agenzia delle Entrate calcola l’importo del bonus affitto spettante.

Una volta revisato tutto quanto si procede a inviare la domanda per il bonus affitto (e a stamparla eventualmente). Per farlo c’è tempo fino al 6 settembre, mentre fino al 31 dicembre 2021 è possibile presentare anche l’istanza di rinuncia al contributo a fondo perduto.

Etichette
Bonus affitto