Notizie su mercato immobiliare ed economia

L’andamento del mercato immobiliare turistico in Italia

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato l’andamento dei prezzi degli immobili nelle zone turistiche italiane nella seconda parte del 2020. Vediamo quali sono i trend individuati per le case di mare, montagna e nei pressi dei laghi.

Secondo i dati riportati in questo studio, nel secondo semestre dello scorso anno, i prezzi degli immobili turistici non hanno subìto eccessivi scossoni, né in positivo né in negativo. La situazione fotografata, infatti, fa emergere variazioni contenute: -0,3% il ribasso nelle località di mare, in aumento dello 0,5% le quotazioni di quelle di montagna, mentre per il lago l’incremento è del +0,3%.

Entrando nel dettaglio delle località di mare, le performance migliori per la seconda parte del 2020 si registrano nelle Marche (+2,1%), in Emilia Romagna (+0,5%) e in Abruzzo (+0,5%). Sostanzialmente stabili il Lazio, il Molise, il Veneto.  Reggono il colpo anche Sardegna, Campania e Puglia (-0,4%).  

Per quanto riguarda le località nei pressi dei laghi, invece, a fare da traino c’è il lago di Garda che mette a segno un aumento dei valori dello 0,9%. Bene anche il lago di Lecco, la sponda bresciana del lago di Garda e il lago di Como. Si conferma l’interesse all’acquisto da parte dei turisti tedeschi sul lago di Garda.

Tra le località di montagna, si segnala ancora una volta la prestazione dell’Abruzzo, dove i valori dei prezzi delle case sono segnalati in rialzo del 5,9%). Crescono anche i prezzi medi degli immobili ad alta quota in Veneto (+1,4%). In leggero ribasso, invece, i valori di Valle d’Aosta e Piemonte.

Nel secondo semestre del 2020 la tipologia preferita da chi acquista una casa vacanza è il trilocale con il 34,8% delle compravendite, seguita dalle soluzioni indipendenti e semi indipendenti con il 29% delle scelte. Bene anche il bilocale che rappresenta il 22,8% delle transazioni. Rispetto ad un anno fa si registra un aumento della percentuale di compravendite di soluzioni indipendenti e semi indipendenti che passa dal 27,0% all’attuale 29%.

Ad acquistare la casa vacanza sono soprattutto persone d’età compresa tra 45 e 54 anni (31,3%), a seguire chi ha tra 55 e 64 anni (26,8%) e tra 35 e 44 anni (21,9%). Comprano coppie (50,9% in diminuzione rispetto ad un anno fa quando erano pari al 54,5%) e famiglie (35,1%), mentre i single si fermano al 14%.