Notizie su mercato immobiliare ed economia

Consigli utili per viaggiare sicuri nell’estate del coronavirus

Restrizioni e informazioni utile per raggiungere le mete straniere

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Ormai è partita la stagione turistica 2020 seppur con restrizioni dovute all’emergenza di coronavirus. Quest’anno, infatti, durante le vacanze si dovrà convivere con il covid e per farlo ci sono alcune e regole e consigli da seguire per viaggiare sicuri, in Italia e all’estero.

Chi ha deciso di partire ha a sua disposizione molti aiuti, diverse infatti sono le app e i siti con mappe (una anche della Comunità europea) aggiornate delle destinazioni più “battute” che indicano anche quali regole e restrizioni si troveranno una volta giunti a destinazione.

Per quanto riguarda le spiagge, invece, a dettare le regole era stato a inizio giugno l’Istituto Superiore di Sanità (scopri le indicazioni), anche se in Europa ce ne sono alcune più sicure di altre.

Ma prima di partire, nel caso in cui si scelga una destinazione straniera, è sempre consigliabile consultare il sito viaggiare sicuri della Farnesina, che contiene comunicazioni e informazioni costantemente aggiornate sulle mete estere. Inoltre, è anche disponibile l’app ufficiale “Unità di crisi”. Vediamo quindi, quali sono indicazioni e restrizioni per viaggiare nelle principali nazioni europee per chi viene dall’Italia.

Francia

Nell’ambito del progressivo alleggerimento delle misure di prevenzione alla diffusione del covid, a partire dal 15 giugno sono abolite le restrizioni alla circolazione attraverso le frontiere interne (terrestri, aeree e marittime) dell’Unione Europea. Le persone provenienti dai paesi dell’Unione Europea, fra cui chi proviene dall’Italia, possono entrare in Francia senza restrizioni.

Non è più necessaria l’autocertificazione all’ingresso, né sono richiesti periodi di isolamento domiciliare. La misura dell’isolamento domiciliare rimane invece in vigore per chi proviene dalla Spagna e dal Regno Unito, per motivi di reciprocità, ma non si applica a coloro che, pur provenendo da uno di questi due Paesi, sia solamente in transito attraverso la Francia, a meno che le persone in transito non presentino sintomi riconducibili al covid.

Germania

A partire dal 16 giugno la Germania ha abolito tutti i controlli e le restrizioni all’ingresso per i viaggiatori provenienti dai Paesi UE e Schengen (e la Gran Bretagna). Non è quindi più necessario, per chi arriva da tali Paesi, dimostrare di avere un motivo “stringente” per entrare in Germania, né si viene sottoposti a particolari controlli. Sono permessi anche gli ingressi per turismo.

Spagna

Dal 21 giugno le frontiere spagnole tornano a essere aperte per chi arriva dallo spazio Schengen e dunque anche dall’Italia, senza obbligo di quarantena e senza dover motivare il viaggio. Restano chiuse fino al 1° luglio le frontiere spagnole per chi arriva da un Paese extra Schengen, salvo eccezioni. Le compagnie aeree stanno gradualmente riprendendo a operare tra Italia e Spagna.

Grecia

Dal 1° luglio in poi, i voli internazionali potranno arrivare in tutti gli aeroporti greci. All’arrivo (o prima di imbarcare) tutti i passeggeri dovranno compilare un modulo che sarà disponibile online o via app, fornendo anche i propri contatti in Grecia. Sono previsti test a campione sui passeggeri in arrivo.

In caso di positività al test è previsto un periodo di quarantena di quattordici giorni in un hotel indicato dalle Autorità greche. Le Autorità greche si riservano di modificare le predette disposizioni alla luce dell’andamento del quadro epidemiologico.