Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tutto sul canone Rai 2016: le risposte ai quesiti più frequenti

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Una delle principali novità della legge di Stabilità 2016 riguarda il pagamento del canone Rai nella bolletta elettrica. Per rispondere ai principali dubbi su modalità di pagamento ed esenzioni, sul sito della televisione di Stato sono già presenti le faq e le relative risposte.

Il canone Rai - il cui importo è stato ridotto a 100 euro - deve essere corrisposto da chiunque detenga un apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissione televisive. Il versamento è dovuto una sola volta per tutti gli apparecchi posseduti nella casa adibita ad abitazione principale. Non sono dovuti pagamenti per la seconda casa. Ma vediamo alcune delle Faq pubblicate sul sito della Rai

L’utenza elettrica fa presumere la detenzione di un apparecchio ricevente?

Si, dal 1 gennaio 2016, la detenzione di un apparecchio si presume nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica. La presunzione può essere superata con una dichiarazione allo Sportello S.A.T. dell’Agenzia delle Entrate con la quale, nelle forme previste dalla legge e sotto la propria responsabilità, anche penale, si attesta di non detenere alcun apparecchio. La dichiaraizone ha validità per l'anno in cui è presentata.

Quest’anno riceverò il bollettino di pagamento?

No, il primo addebito nella fattura elettrica avverrà con la prima bolletta successiva al 1 luglio 2016. L’importo annuo del canone è ridotto ad euro 100 (nen 2015 era di euro 113, 50). Inoltre verrà addebitato in bolletta ratealmente.

Chi possiede solo un computer privo di sintonizzatore TV deve pagare il canone?

No, perché solo apparecchi atti od adattabili a ricevere il segnale audio/video attraverso la piattaforma terrestre e/o satellitare sono assoggettabili a canone TV. Ne consegue che di per sé i computer, se consentono l’ascolto e/o la visione dei programmi radiotelevisivi via Internet e non attraverso la ricezione del segnale digitale terrestre o satellitare, non sono assoggettabili a canone (nota Min. Sviluppo Economico 22 febbraio 2012).

Non guardo mai la RAI, devo pagare il canone tv?

Si. L'utilizzo dell’apparecchio limitatamente ai programmi delle TV private e straniere, con esclusione delle trasmissioni messe in onda dalla RAI, non esonera dal pagamento del canone tv.

Qui puoi vedere le altre Faq

 

Leggi altre notizie di: 
Legge Stabilità 2016