Notizie su mercato immobiliare ed economia

I migliori sistemi per controllare i consumi di luce e gas

Autore: sos.tariffe (collaboratore di idealista news)

Per avere un’idea precisa di quella che sarà la spesa per l’energia elettrica e il gas naturale di casa è importante valutare, con attenzione, i consumi energetici. Al netto di costi fissi, tra cui troviamo le imposte e le spese di trasporto dell’energia, l’importo della bolletta della luce e del gas dipende, in modo evidente, dal consumo della materia prima e, quindi, da quanto e quali elettrodomestici si utilizzano, da come si riscalda l’acqua (con caldaia o con uno scaldabagno elettrico) e dal tipo di riscaldamento di casa.

Un modo per controllare i consumi di luce e gas viene fornito dalle stesse bollette. Oltre all’importo da pagare e, eventualmente, al bollettino per effettuare il pagamento, le bollette di luce e gas offrono un quadro preciso delle rilevazione, reale o stimata, dei consumi di energia elettrica e gas naturale in casa. L’indicazione sui consumi, che possono variare in modo anche consistente nel corso dei mesi e delle stagioni, rappresenta un parametro essenziale per scegliere la migliore tariffa per luce e gas, valutando la convenienza delle proposte del mercato libero rispetto al regime di Maggior Tutela.

Un altro strumento per poter controllare i consumi di luce e gas è rappresentato dai comparatori online, come il comparatore di SosTariffe.it, che offrono un sistema di calcolo automatico che consente di stimare, in modo molto preciso, i consumi di una casa, sia per l’elettricità che per il gas naturale.

 Il comparatore richiede l’inserimento di alcuni dati come il numero di persone che abitano in casa, gli elettrodomestici utilizzati (la presenza di lavastoviglie, condizionatori o scaldabagno può influenzare notevolmente i consumi elettrici). Per quanto riguarda il gas verrà richiesto di fornire informazioni legate all’utilizzo della materia prima (cucinare, riscaldamento degli ambienti e dell’acqua). Il comparatore, una volta in possesso di tutti i dati, potrà fornire un’informazione precisa in merito ai consumi annui di un’abitazione e, quindi, alla spesa energetica della casa e alla migliore tariffa su cui puntare.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, oltre alla stima dei consumi, è importante fare attenzione agli orari in cui vengono utilizzati gli elettrodomestici più dispendiosi dal punto di vista energetico. Sul mercato sono disponibili offerte che prevedono una tariffa fissa, indipendente dall’orario, per l’energia elettrica mentre altre prevedono un costo dell’energia legato all’orario di utilizzo (si parla in tal caso di offerte biorarie o triorarie) con la settimana che viene suddivisa in fasce orarie più o meno vantaggiose dal punto di vista economico.