Notizie su mercato immobiliare ed economia

Elettrodomestici e Tv, arriva la nuova etichetta energetica europea 2.0

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Novità per i consumi di elettrodomestici e Tv. Arriva infatti la nuova etichetta energetica europea 2.0. Un importante cambiamento che consentirà di avere un numero maggiore di informazioni, potendo così scegliere il prodotto che offre il risparmio più elevato.

Archivio online accessibile da QR code e link

Dario Tamburrano, relatore e parte del gruppo Efdd (Europe of Freedom and Direct Democracy Group), ha spiegato: “Le nuove etichette potranno contenere un QR code o un link che permetterà ai cittadini di accedere a un archivio online. La creazione di un database dettagliato e di strumenti digitali, come ad esempio app per smartphone, permetteranno ai consumatori di fare paragoni immediati tra i prodotti presenti sul mercato. Diventerà così possibile nell’Ue lo sviluppo di applicazioni per smartphone analoghe a quelle già in uso ad esempio in Australia, che consentono agli acquirenti di fare confronti immediati fra i diversi modelli e di scegliere quello che offre il maggiore risparmio rispetto alle abitudini personali di impiego”.

I fabbricanti potranno inserire sulle etichette relative all’efficienza energetica il simbolo che indica la capacità dell’apparecchiatura di essere “smart”, ossia di essere programmata con il permesso dell’utente per mettersi in funzione quando l’energia elettrica costa meno o è disponibile in maggiore quantità. L’etichetta di carta rappresenterà l’efficienza energetica tramite una scala univoca rappresentata dalle lettere dalla A alla G e dai colori dal verde al rosso.

L’applicazione

Le nuove etichette saranno applicate innanzitutto ai prodotti che ora hanno il maggiore affollamento di “+” (come frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, televisori, lampadine) ed entro il 2019 dovrebbero cominciare ad arrivare nei negozi. A seguire toccherà agli altri prodotti.

L’accordo

L’accordo informale ora dovrà essere confermato dai 28 Stati Ue e successivamente dall’assemblea plenaria del Parlamento Europeo. Il nuovo regolamento sulle etichette relative all’efficienza delle apparecchiature che consumano energia entrerà direttamente in vigore in tutti gli Stati Ue, senza bisogno di essere trasposto nelle legislazioni nazionali. Il Parlamento Europeo avrà il controllo delle fasi di attuazione.

Il risparmio

Secondo una stima della Commissione europea, le etichette relative all’efficienza energetica e l’ecodesign, ossia all’introduzione progressiva di criteri più stringenti di produzione, consentono un risparmio energetico di 175 Mtep all’anno entro il 2020: all’incirca la quantità di energia consumata in un anno dall’Italia.