Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cosa indica il Piano d’Azione Nazionale per incrementare gli edifici ad energia quasi zero

Autore: Redazione

Il Piano d’Azione Nazionale per incrementare gli edifici ad energia quasi zero è online sul sito web del Ministero dello Sviluppo economico. Sulla Gazzetta Ufficiale n.187 dell'11 agosto 2017 è stato pubblicato il comunicato del Mise che informa della pubblicazione sul proprio sito del decreto interministeriale 19 giugno 2017, recante l’approvazione del Piano ai sensi dell'art. 4-bis, comma 2 del decreto legislativo n. 192 del 2005, unitamente al Piano stesso.

Il Piano d’Azione Nazionale per incrementare gli edifici ad energia quasi zero è stato elaborato da un gruppo di lavoro composto dall’Enea, l’Rse e il Cti, con il coordinamento del Ministero dello Sviluppo economico.

Il documento chiarisce il significato di NZEB (edifici a energia quasi zero), valutando le prestazioni energetiche di alcune delle sue espressioni nelle differenti tipologie d’uso e zone climatiche, stima i sovraccosti necessari, rispetto ai livelli attuali, per la realizzazione di nuovi edifici NZEB o per la trasformazione in NZEB degli edifici esistenti e traccia gli orientamenti e le linee di sviluppo nazionali per incrementare il loro numero tramite le misure di regolazione e di incentivazione rese disponibili.

La direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia (“direttiva EPBD”, Energy Performance of Buildings Directive) è il principale strumento legislativo a livello dell’Ue per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici europei. Un elemento fondamentale della direttiva EPBD è rappresentato dagli edifici a energia quasi zero (“requisiti NZEB”, Nearly Zero-Energy Buildings).

La direttiva EPBD prevede che gli Stati membri provvedano affinché entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione siano edifici a energia quasi zero e a partire dal 31 dicembre 2018 gli edifici di nuova costruzione occupati da enti pubblici e di proprietà di questi ultimi siano edifici a energia quasi zero.

In Italia il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, di recepimento della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia, è stato aggiornato con il decreto legge n. 63 del 2013 per recepire la direttiva 2010/31/UE.

Pubblicità:

Ottieni subito il tuo Ape con idealista

Richiedilo subito e in meno di 24h lavorative un nostro tecnico ti chiamerà per fissare un appuntamento e visitare il tuo immobile. In 48h lavorative dalla visita riceverai il tuo attestato di prestazione energetica. Sicuro, facile e veloce!

Richiedi la certificazione energetica