Notizie su mercato immobiliare ed economia

Rappresentante di condominio, ecco quali sono gli adempimenti

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Quali sono gli adempimenti che spettano al rappresentante di condominio? Come deve comportarsi in caso di lavori straordinari? A fornire delucidazioni a tal proposito è l’associazione dei geometri fiscalisti, Agefis.

Rispondendo al quesito: “Il rappresentante del condominio, a differenza dell’amministratore, dovrà compilare il quadro AC/Unico o K/730? In caso di lavori straordinari dovrà fornire comunicazione all’Agenzia delle Entrate? Per quanto riguarda invece le Certificazioni ai fornitori e redazione del Modello 770 permane l’obbligo?”, l’Agefis ha spiegato:

Il condominio dotato di codice fiscale è a tutti gli effetti sostituto d’imposta, ai sensi dell’articolo 23, comma 1, del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e come tale è tenuto al pagamento delle imposte sui redditi, in luogo di altri soggetti con obbligo di rivalsa (addebitando, cioè, la relativa imposta al soggetto stesso).

Secondo le leggi tributarie, infatti, è sostituto d’imposta “chi in forza di disposizioni di legge è obbligato al pagamento di imposte in luogo di altri, per fatti o situazioni a questi riferibili ed anche a titolo di acconto” (anche se va ricordato che la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 204 del 6 novembre 2000, ha evidenziato come, in relazione alla diversa terminologia utilizzata dal legislatore, nell’ambito delle disposizioni concernenti i condomìni, il testo definitivo, dell’articolo 23 D.P.R. 600/1973, individua il condominio quale sostituto d’imposta e non l’amministratore di condominio, come originariamente proposto. Pertanto, va chiarito che soggetto obbligato ad effettuare le ritenute d’acconto, ai sensi del D.P.R. n. 600 del 1973, è il condominio in quanto tale).

Da quanto detto consegue che il soggetto che si è assunto l’incarico di rappresentarlo si è assunto anche tutti gli obblighi che vengono previsti dalla legge per colui che ricopre la carica di amministratore condominiale, compresi quelli in ambito fiscale. Di conseguenza in caso di lavori straordinari in condominio dovrà compilare il quadro AC/Redditi o K/730, in quanto questo modello è necessario per comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto dei lavori, dopo l’abolizione della comunicazione di inizio lavori a Pescara.

Successivamente dovrà inviare i dati dei pagamenti e dei condomini beneficiari all’Agenzia delle Entrate. E’ confermato ovviamente anche l’obbligo di consegnare le certificazioni ai fornitori e inviare il Modello 770.