Notizie su mercato immobiliare ed economia

Voucher lavoro, le modifiche del governo per evitare il referendum

Autore: Redazione

Mentre si attende la sentenza della Corte Costituzionale  - che l'11 gennaio deciderà sull'ammissibilità dei tre referendum sul lavoro - , il governo pensa a un cambio di rotta sul capitolo voucher. 

I tre referendum promossi dalla Cgil (ritorno all'articolo 18, abolizione dei voucher, corresponsabilità negli appalti) mirano a scardinare l'impianto dell'intero jobs act.  Ma se dovesse passare solo quello relativo ai voucher, si presenterebbe la necessità per il governo di presentare delle modfiche. 

Tra le modifiche a cui si pensa c'è la possibilità di riportare il tetto massimo di introiti per il lavoratore a 5000 euro (da 7 mila), inasprire i controlli mirati per stanare i datori che cambiano i contratti con i vocher o inasprire le sanzioni