Notizie su mercato immobiliare ed economia

Nel decreto Ristori bis un nuovo bonus baby sitter

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Tra le novità del decreto Ristori Bis c'è un nuovo bonus baby sitter destinato alle famiglie che si trovano nelle zone rosse. Vediamo come funziona

L'articolo 14 del decreto Ristori bis prevede che nelle zone caratterizzate uno scenario di "massima gravità e da un livello di rischio alto" nelle quali sia stata disposta la sospensione dell'attività didattica in presenza delle scuole secondarie di primo grado, " i genitori lavoratori iscritti alla Gestione separata, o iscritti alle gestioni speciali dell'assicurazione generale obbligatoria, e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, hanno diritto a fruire di uno o più bonus per l'acquisto di servizi di baby sitting nel limite massimo complessivo di 1000 euro, da utilizzare per prestazioni effettuate nel periodo di sospensione dell'attività didattica in presenza"

Un bonus di 1000 euro euro che potranno utilizzare solo i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione Separata Inps e alle sezioni speciali dell'AGO. Non ne avranno diritto i lavoratori dipendenti che invece potranno usufruire del congedo straordinario, come previsto dallo stesso decreto Ristori bis.

Il bonus baby sitter del decreto ristori bis potrà essere utilizzato nel periodo di sospensione della didattica in presenza, alternativamente da uno dei genitori e sempre e quando non siano state adottate forme di lavoro agile. Non potrà essere utilizzato per pagare la prestazione dei familiari (niente bonus baby sitter per nonni, zii o cugini, quindi).