Notizie su mercato immobiliare ed economia

Risparmiare sulle spese di casa, il decalogo di cose da (non) fare

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

In un momento di incertezza come il presente risparmiare diventa sempre più importante e si può iniziare a farlo dalle quattro mura di casa. Ecco, secondo Facile.it, un decalogo di cose da (non) fare per mantenere in salute le nostre bollette.

Risparmiare in cucina

Il frigorifero: basta staccare di appena 10 centimetri dal muro questo elettrodomestico per riuscire a risparmiare fino a 23 euro all’anno. Per fretta o distrazione, capita di non chiudere bene lo sportello di freezer o frigo; ebbene, farlo in maniera sistematica ci può costare fino a 21 euro all’anno, mentre se si decide di sostituire il frigorifero, è sufficiente passare da una classe B ad una A+ per risparmiare fino a 32 euro, o addirittura di più se si opta per una classe energetica migliore.

Il forno: sarebbe possibile risparmiare fino a 33 euro se usassimo per scongelare non il forno tradizionale, ma quello a microonde

La lavastoviglie: bloccare il ciclo della lavastoviglie prima che asciughi i piatti fa risparmiare fino a 18 euro all’anno

Le pentole: usare la pentola a pressione al posto di quella tradizionale alleggerisce la bolletta di circa 8 euro, ma se proprio volete o dovete usare le pentole tradizionali, ad esempio per cuocere la pasta…almeno fatelo con un coperchio, risparmierete 5 euro.

Risparmio in casa, il bagno

Acqua calda: non farla scorrere a vuoto mentre ci si fa la doccia o ci si rade equivale ad un risparmio che può arrivare fino a 36 euro all’anno

Lavatrice: scegliere con cura il programma su cui impostare la lavatrice, ad esempio lavando a 60 gradi invece che a 90 si traduce in un risparmio annuo di 25 euro.

Risparmiare sul clima in casa

Riscaldamento: durante l’inverno abbassare di un solo grado il riscaldamento di casa equivale a circa 50 euro di risparmio e spegnere totalmente l’impianto quando si è via ad 8.

Raffrescamento: programmare accuratamente il condizionatore in modo da non sprecarne gli effetti permette di risparmiare circa 50 euro ogni anno, deumidificare invece che raffreddare consente di tenerne in tasca fino ad 85 e se si cambia il condizionatore passando da uno in classe B ad uno in classe A+++, si arriverà ad alleggerire la bolletta di circa 90 euro all’anno.

Risparmio sulla bolletta dell’elettricità

Luci di casa: spegnere sistematicamente quelle non necessarie fa risparmiare fino a 30 euro all’anno. Preferire le lampadine a led (anche sull’albero di Natale) consentirebbe invece di eliminare dalla bolletta fino a 30 euro all’anno di costi.

Elettrodomestici: eliminare lo stand by dei piccoli elettrodomestici che abbiamo in casa ci permetterebbe di risparmiare fino a 56 euro.

Caricatore del cellulare: se resta attaccato alla presa anche quando non svolge il suo lavoro, non consuma poi tanto: appena 1,5 euro.